CON.SOLIDA. società cooperativa sociale

Sedi

News correlate

20 settembre 2021
Educa Immagine: a ottobre l’anteprima della terza edizione
A Rovereto il 1° ottobre proiezioni, laboratori, seminari incontri con esperti del mondo del cinema e dei social. Tra gli ospiti: i genitori della giovanissima Tiktoker Elisa Maino, il regista Giorgio Diritti, il critico cinematografico Steve della casa, Manlio De Domenico, fisico dei sistemi complessi della Fondazione Bruno Kessler, oltre ai rappresentanti del Mic e di alcune tra le principali agenzie formative di ricerca sui media e l’audiovisivo.
Prosegue spedito e ricco di contenuti il percorso degli Stati generali del lavoro. Dopo la giornata di venerdì scorso, dedicata al confronto con dodici “special advisors”, personalità provenienti da imprese, ricerca, enti pubblici, università per affrontare il tema del lavoro che cambia al tempo del Covid, è toccato alla seconda sessione di audizioni delle categorie economiche trentine. A presentare agli esperti punti di forza, vulnerabilità, prospettive di crescita e necessità del nostro sistema territoriale categorie economiche, associazioni ed enti di ricerca.
22 maggio 2021
Stati generali, altra giornata di confronto su presente e futuro del mondo del lavoro

Prosegue spedito e ricco di contenuti il percorso degli Stati generali del lavoro. Dopo la giornata di venerdì scorso, dedicata al confronto con dodici “special advisors”, personalità provenienti da imprese, ricerca, enti pubblici, università per affrontare il tema del lavoro che cambia al tempo del Covid, è toccato alla seconda sessione di audizioni delle categorie economiche trentine. A presentare agli esperti punti di forza, vulnerabilità, prospettive di crescita e necessità del nostro sistema territoriale categorie economiche, associazioni ed enti di ricerca.

Siglato, alla presenza della presidente di Consolida, Serenella Cipriani, del presidente di Itea Spa, Salvatore Ghirardini, e del direttore generale, Stefano Robol, il protocollo di intesa per l’attivazione della collaborazione tra i due enti nell’ambito delle operazioni di sgombero degli alloggi, che rientrano nella disponibilità della Società, occupati da beni mobili. L’operazione risponde agli obiettivi del Distretto Economico Solidale (DES) della rete provinciale del riuso, a cui entrambe le realtà hanno aderito.
27 aprile 2021
Itea Spa e Consolida fanno rete all’insegna dell’economia solidale e del riuso

Siglato, alla presenza della presidente di Consolida, Serenella Cipriani, del presidente di Itea Spa, Salvatore Ghirardini, e del direttore generale, Stefano Robol, il protocollo di intesa per l’attivazione della collaborazione tra i due enti nell’ambito delle operazioni di sgombero degli alloggi, che rientrano nella disponibilità della Società, occupati da beni mobili. L’operazione risponde agli obiettivi del Distretto Economico Solidale (DES) della rete provinciale del riuso, a cui entrambe le realtà hanno aderito.

Entra nel vivo l’innovativo progetto Prima Classe ideato dai consorzi Sait e Consolida in collaborazione con l’Assessorato Istruzione e cultura della Provincia per contrastare l’emergenza educativa causata dal Covid 19. Sono stati, infatti, consegnanti in questi giorni i “pacchi educativi” ai bambini e ragazzi maggiormente colpiti dalle difficoltà generate dalla pandemia, contenenti voucher per interventi di supporto educativo, libri, giochi didattici, PC, ma anche visite a musei e esperienze di socializzazione.Renato Dalpalù, presidente Sait: “Prima Classe se da un lato ha mostrato quanto siano diffuse le difficoltà, dall’altro ha attivato una mobilitazione territoriale per garantire a tutti i nostri giovani un’educazione equa e di qualità: all’iniziativa hanno contribuito, infatti, anche Erickson, Muse-Museo delle scienze, Alpi e gli scout”. Si è, inoltre, generata un’estesa e intensa collaborazione tra scuole e cooperazione sociale, aggiunge Francesca Gennai, vicepresidente Consolida, con 37 istituti scolastici coinvolti e 21 agenzie educative accreditate, quasi tutte cooperative sociali.
13 aprile 2021
Prima Classe: consegnati i pacchi educativi agli studenti colpiti dalla pandemia Covid-19

Entra nel vivo l’innovativo progetto Prima Classe ideato dai consorzi Sait e Consolida in collaborazione con l’Assessorato Istruzione e cultura della Provincia per contrastare l’emergenza educativa causata dal Covid 19. Sono stati, infatti, consegnanti in questi giorni i “pacchi educativi” ai bambini e ragazzi maggiormente colpiti dalle difficoltà generate dalla pandemia, contenenti voucher per interventi di supporto educativo, libri, giochi didattici, PC, ma anche visite a musei e esperienze di socializzazione.

Renato Dalpalù, presidente Sait: “Prima Classe se da un lato ha mostrato quanto siano diffuse le difficoltà, dall’altro ha attivato una mobilitazione territoriale per garantire a tutti i nostri giovani un’educazione equa e di qualità: all’iniziativa hanno contribuito, infatti, anche Erickson, Muse-Museo delle scienze, Alpi e gli scout”. Si è, inoltre, generata un’estesa e intensa collaborazione tra scuole e cooperazione sociale, aggiunge Francesca Gennai, vicepresidente Consolida, con 37 istituti scolastici coinvolti e 21 agenzie educative accreditate, quasi tutte cooperative sociali.

52 partner di 5 regioni diverse saranno impegnati nei prossimi tre anni nel promuovere una scuola e un territorio equi e accessibili a tutti. Lo faranno attraverso strumenti differenti: tecnologie, competenze professionali degli insegnanti e degli educatori, rappresentazione pubblica e mediatica della fragilità, orientamento formativo e professionale. Il progetto, di cui il consorzio Consolida di Trento è capofila, è finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo nazionale per il contrasto delle povertà educative con 1.223.500 €.
23 febbraio 2021
Al via Inclusi: il progetto nazionale dedicato agli studenti con disabilità

52 partner di 5 regioni diverse saranno impegnati nei prossimi tre anni nel promuovere una scuola e un territorio equi e accessibili a tutti. Lo faranno attraverso strumenti differenti: tecnologie, competenze professionali degli insegnanti e degli educatori, rappresentazione pubblica e mediatica della fragilità, orientamento formativo e professionale. Il progetto, di cui il consorzio Consolida di Trento è capofila, è finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo nazionale per il contrasto delle povertà educative con 1.223.500 €.

Come stanno vivendo i ragazzi questo presente così complesso? Quali paure ha generato il Covid? Quali desideri ha generato? A raccontarlo i giovanissimi studenti della scuola F. Halbherr di Rovereto che oggi hanno aperto il festival Educa nello slam poetry organizzato dal Festival con Zoopalco e il sostegno delle Casse rurali Trentine.L’assessore all’istruzione Mirko Bisesti: “grazie ragazzi, dai vostri versi traiamo forza nell’impegno a garantire insieme ai vostri insegnanti e alle vostre famiglie che la scuola continui ad essere, anche in questo periodo difficile, un luogo di formazione e pieno di vita”.
19 novembre 2020
Educa: il festival si apre con le poesie degli studenti

Come stanno vivendo i ragazzi questo presente così complesso? Quali paure ha generato il Covid? Quali desideri ha generato? A raccontarlo i giovanissimi studenti della scuola F. Halbherr di Rovereto che oggi hanno aperto il festival Educa nello slam poetry organizzato dal Festival con Zoopalco e il sostegno delle Casse rurali Trentine.

L’assessore all’istruzione Mirko Bisesti: “grazie ragazzi, dai vostri versi traiamo forza nell’impegno a garantire insieme ai vostri insegnanti e alle vostre famiglie che la scuola continui ad essere, anche in questo periodo difficile, un luogo di formazione e pieno di vita”.

Un approccio multidisciplinare, che ha come aspetto fondamentale, imprescindibile e trasversale a tutte le azioni, quello di riconoscere la persona nella sua totalità in ogni fase della malattia, dalla diagnosi al fine vita. E' questo il cuore del Piano provinciale demenze per la sedicesima legislatura, approvato dalla Giunta provinciale. Fra le novità il maggior risalto dato alla promozione di azioni di prevenzione della condizione di demenza, l’individuazione di uno specifico obiettivo volto a favorire la creazione di comunità accoglienti, nonché un obiettivo specifico legato alla pandemia da Coronavirus, per contrastare il disagio e l'isolamento del malato e del caregiver che se ne occupa.
22 agosto 2020
Approvato il Piano provinciale demenze

Un approccio multidisciplinare, che ha come aspetto fondamentale, imprescindibile e trasversale a tutte le azioni, quello di riconoscere la persona nella sua totalità in ogni fase della malattia, dalla diagnosi al fine vita. E' questo il cuore del Piano provinciale demenze per la sedicesima legislatura, approvato dalla Giunta provinciale. Fra le novità il maggior risalto dato alla promozione di azioni di prevenzione della condizione di demenza, l’individuazione di uno specifico obiettivo volto a favorire la creazione di comunità accoglienti, nonché un obiettivo specifico legato alla pandemia da Coronavirus, per contrastare il disagio e l'isolamento del malato e del caregiver che se ne occupa.

Le organizzazioni si sono prese cura dei propri dipendenti, delle loro reali necessità di conciliazione, del loro benessere? Cosa possono fare le organizzazioni per accompagnare il rientro al lavoro, specie per quanto riguarda i servizi alla persona? Sono questi alcuni degli interrogativi a cui proveranno a rispondere Michele Bertola, direttore generale Comune di Bergamo, e Caterina Pozzi, amministratrice delegata Open Group di Bologna e vicepresidente CNCA giovedì 16 luglio alle ore 17, nel webinar organizzato da Fondazione Franco Demarchi, Con.Solida e CNCA - Trentino Alto Adige.
15 luglio 2020
La gestione dell’emergenza nelle organizzazioni: webinar sul lavoro sociale durante e dopo il Covid-19

Le organizzazioni si sono prese cura dei propri dipendenti, delle loro reali necessità di conciliazione, del loro benessere? Cosa possono fare le organizzazioni per accompagnare il rientro al lavoro, specie per quanto riguarda i servizi alla persona? Sono questi alcuni degli interrogativi a cui proveranno a rispondere Michele Bertola, direttore generale Comune di Bergamo, e Caterina Pozzi, amministratrice delegata Open Group di Bologna e vicepresidente CNCA giovedì 16 luglio alle ore 17, nel webinar organizzato da Fondazione Franco Demarchi, Con.Solida e CNCA - Trentino Alto Adige.

Le 48 cooperative sociali aderenti al consorzio confermano Serenella Cipriani alla presidenza e approvano l’allargamento del consiglio di amministrazione a 12 membri.Cipriani: “L’emergenza Covid, che non ha ancora finito di manifestare i suoi effetti sul piano sociale, richiede un cambiamento radicale del welfare. Come cooperazione sociale vogliamo contribuire a costruire un nuovo sistema capace di includere anche le nuove fragilità emerse da questo periodo, dando un significato concreto all’«essere comunità» dentro ad un ordine sociale stravolto.”L’assemblea ha approvato oggi anche il bilancio di Consolida che si chiude con un fatturato di quasi 9 milioni di euro e un aggregato di sistema di 162 milioni. Le 48 cooperative socie offrono servizi a più di 24 mila persone coinvolgendo quasi 4700 lavoratori di cui più 1600 in condizioni di fragilità.
23 giugno 2020
Assemblea Consolida: Cipriani confermata presidente

Le 48 cooperative sociali aderenti al consorzio confermano Serenella Cipriani alla presidenza e approvano l’allargamento del consiglio di amministrazione a 12 membri.

Cipriani: “L’emergenza Covid, che non ha ancora finito di manifestare i suoi effetti sul piano sociale, richiede un cambiamento radicale del welfare. Come cooperazione sociale vogliamo contribuire a costruire un nuovo sistema capace di includere anche le nuove fragilità emerse da questo periodo, dando un significato concreto all’«essere comunità» dentro ad un ordine sociale stravolto.”

L’assemblea ha approvato oggi anche il bilancio di Consolida che si chiude con un fatturato di quasi 9 milioni di euro e un aggregato di sistema di 162 milioni. Le 48 cooperative socie offrono servizi a più di 24 mila persone coinvolgendo quasi 4700 lavoratori di cui più 1600 in condizioni di fragilità.

Sono aperte le iscrizioni per le colonie estive organizzate da sette cooperative sociali di Consolida che hanno aderito al progetto “Estate Sicura 2020”.Lunedì 15 giugno partiranno in diverse parti del Trentino i primi servizi, che cresceranno ulteriormente nelle settimane successive e proseguiranno fino all’inizio di settembre.Sul sito www.consolida.it le famiglie possono trovare le caratteristiche di “Estate Sicura 2020” e i riferimenti diretti per contattare le cooperative operanti nel proprio territorio.Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “Estate Sicura 2020” nasce da un intenso sforzo di riprogettazione e formazione comune tra le cooperative iniziato più di un mese fa, anche per questo siamo già pronti partire. Ma non ci fermeremo qui: stiamo infatti lavorando con molti Comuni e Comunità di valle per estendere il più possibile queste opportunità a bambini e ragazzi e per contenere i costi per le famiglie”.
11 giugno 2020
Estate Sicura: da lunedì attività per bambini e ragazzi

Sono aperte le iscrizioni per le colonie estive organizzate da sette cooperative sociali di Consolida che hanno aderito al progetto “Estate Sicura 2020”.

Lunedì 15 giugno partiranno in diverse parti del Trentino i primi servizi, che cresceranno ulteriormente nelle settimane successive e proseguiranno fino all’inizio di settembre.

Sul sito www.consolida.it le famiglie possono trovare le caratteristiche di “Estate Sicura 2020” e i riferimenti diretti per contattare le cooperative operanti nel proprio territorio.

Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “Estate Sicura 2020” nasce da un intenso sforzo di riprogettazione e formazione comune tra le cooperative iniziato più di un mese fa, anche per questo siamo già pronti partire. Ma non ci fermeremo qui: stiamo infatti lavorando con molti Comuni e Comunità di valle per estendere il più possibile queste opportunità a bambini e ragazzi e per contenere i costi per le famiglie”.

Comincia mercoledì 10 giugno la formazione “Estate sicura 2020” per centinaia di educatori delle cooperative sociali del consorzio Consolida impegnate nei servizi educativi estivi. La formazione è parte integrante del progetto “Estate Sicura 2020” messo a punto nelle settimane scorse per rispondere in modo bilanciato ai diritti alla socializzazione di bambini e ragazzi, alla loro salute e a quella di famigliari e operatori, e al diritto al lavoro dei genitori. Alla formazione promossa dal consorzio, che utilizzerà la piattaforma on line messa a disposizione gratuitamente da Ecoopera, seguirà quella erogata dall’Agenzia provinciale per la Famiglia finalizzata alla prevenzione del Covid 19.Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “Estate sicura 2020”, frutto di un team di pedagogisti ed educatori delle nostre cooperative, è garanzia di equilibrio tra socialità e sicurezza. Da settimane stavamo lavorando alla ri-progettazione delle attività estive, ora che le Linee Guida provinciali sono uscite, siamo pronti a partire, consapevoli che è necessario costruire un patto forte di corresponsabilità con le famiglie e con gli enti locali”.
05 giugno 2020
L’Estate Sicura per bambini e ragazzi inizia con la formazione

Comincia mercoledì 10 giugno la formazione “Estate sicura 2020” per centinaia di educatori delle cooperative sociali del consorzio Consolida impegnate nei servizi educativi estivi. La formazione è parte integrante del progetto “Estate Sicura 2020” messo a punto nelle settimane scorse per rispondere in modo bilanciato ai diritti alla socializzazione di bambini e ragazzi, alla loro salute e a quella di famigliari e operatori, e al diritto al lavoro dei genitori. Alla formazione promossa dal consorzio, che utilizzerà la piattaforma on line messa a disposizione gratuitamente da Ecoopera, seguirà quella erogata dall’Agenzia provinciale per la Famiglia finalizzata alla prevenzione del Covid 19.

Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “Estate sicura 2020”, frutto di un team di pedagogisti ed educatori delle nostre cooperative, è garanzia di equilibrio tra socialità e sicurezza. Da settimane stavamo lavorando alla ri-progettazione delle attività estive, ora che le Linee Guida provinciali sono uscite, siamo pronti a partire, consapevoli che è necessario costruire un patto forte di corresponsabilità con le famiglie e con gli enti locali”.

Etika non si ferma e pensa al futuro: il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione trentina con Dolomiti Energia stanzia, infatti, altri 500.000 euro per i progetti a favore della vita autonoma delle persone con disabilità, che vanno ad aggiungersi ai quasi 500.000 impegnati nei primi due anni di vita di etika. I nuovi progetti possono essere presentati dalle cooperative sociali aderenti alla Federazione trentina della Cooperazione, anche in rete con istituzioni e altre organizzazioni del territorio. Il termine per la presentazione è 8 giugno. A valutare i progetti sarà il Comitato scientifico composto da autorevoli esperti di disabilità e welfare territoriale. Stanziamento straordinario anche per i progetti avviati negli anni precedenti al fine di consentire alle persone con disabilità di proseguire, anche in questo periodo, il loro percorso con il supporto degli educatori.
15 maggio 2020
Etika: 500 mila euro a favore delle persone con disabilità

Etika non si ferma e pensa al futuro: il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione trentina con Dolomiti Energia stanzia, infatti, altri 500.000 euro per i progetti a favore della vita autonoma delle persone con disabilità, che vanno ad aggiungersi ai quasi 500.000 impegnati nei primi due anni di vita di etika.

I nuovi progetti possono essere presentati dalle cooperative sociali aderenti alla Federazione trentina della Cooperazione, anche in rete con istituzioni e altre organizzazioni del territorio. Il termine per la presentazione è 8 giugno. A valutare i progetti sarà il Comitato scientifico composto da autorevoli esperti di disabilità e welfare territoriale.

Stanziamento straordinario anche per i progetti avviati negli anni precedenti al fine di consentire alle persone con disabilità di proseguire, anche in questo periodo, il loro percorso con il supporto degli educatori.

Educatore di quartiere e quello aziendale, attività ludico – ricreative per piccoli gruppi nei Distretti Famiglia, formazione specifica degli operatori, individuazione di spazi disponibili come scuole e luoghi pubblici, ridefinizione dei requisiti per i buoni di servizio con riformulazione rapporto numerico, dei dispostivi per la tutela della salute e un marchio di garanzia.Sono queste alcune modalità indicate al Governo provinciale dal consorzio Consolida per lo svolgimento in sicurezza di attività educative e ricreative nell’estate 2020.Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “bambini e ragazzi sono il vero banco di prova di questa pandemia, ai loro bisogni individuali e a quelli delle loro famiglie dobbiamo dare risposte collettive, capaci di bilanciare le diverse esigenze (educazione, lavoro, salute) e mixando le risorse, pubbliche e private, individuali e collettive del territorio”.
08 maggio 2020
Estate Sicura per bambini e ragazzi. La proposta di Consolida al Governo provinciale

Educatore di quartiere e quello aziendale, attività ludico – ricreative per piccoli gruppi nei Distretti Famiglia, formazione specifica degli operatori, individuazione di spazi disponibili come scuole e luoghi pubblici, ridefinizione dei requisiti per i buoni di servizio con riformulazione rapporto numerico, dei dispostivi per la tutela della salute e un marchio di garanzia.

Sono queste alcune modalità indicate al Governo provinciale dal consorzio Consolida per lo svolgimento in sicurezza di attività educative e ricreative nell’estate 2020.

Francesca Gennai, vicepresidente Consolida: “bambini e ragazzi sono il vero banco di prova di questa pandemia, ai loro bisogni individuali e a quelli delle loro famiglie dobbiamo dare risposte collettive, capaci di bilanciare le diverse esigenze (educazione, lavoro, salute) e mixando le risorse, pubbliche e private, individuali e collettive del territorio”.

Etika, il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione con Dolomiti Energia ha stanziato 100.000 euro, per garantire il supporto psicologico e il sostegno a distanza delle persone fragili segnalate dalle cooperative sociali e dalle associazioni aderenti alla Consulta provinciale per la Salute.Saranno consegnati strumenti tecnologici, predisposti per un accesso facile, con l’aggiunta di Sim Card donate da Coopvoce e l’integrazione, quando necessaria, di un supporto ulteriore di educatori e psicologi di riferimento degli utenti. L’intervento si aggiunge a quello avviato la settimana scorsa per fronteggiare la povertà alimentare con la consegna di pacchi con beni di prima necessità.
27 aprile 2020
Covid 19: l'intervento di Etika contro le soitudini

Etika, il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione con Dolomiti Energia ha stanziato 100.000 euro, per garantire il supporto psicologico e il sostegno a distanza delle persone fragili segnalate dalle cooperative sociali e dalle associazioni aderenti alla Consulta provinciale per la Salute.

Saranno consegnati strumenti tecnologici, predisposti per un accesso facile, con l’aggiunta di Sim Card donate da Coopvoce e l’integrazione, quando necessaria, di un supporto ulteriore di educatori e psicologi di riferimento degli utenti. L’intervento si aggiunge a quello avviato la settimana scorsa per fronteggiare la povertà alimentare con la consegna di pacchi con beni di prima necessità.

Etika, il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione con Dolomiti Energia ha stanziato 100.000, per garantire il supporto psicologico e il sostegno a distanza delle persone fragili segnalate dalle cooperative sociali e dalle associazioni aderenti alla Consulta provinciale per la Salute. Saranno consegnati strumenti tecnologici, predisposti per un accesso facile, con l’aggiunta di Sim Card donate da Coopvoce e l’integrazione, quando necessaria, di un supporto ulteriore di educatori e psicologi di riferimento degli utenti. L’intervento si aggiunge a quello avviato la settimana scorsa per fronteggiare la povertà alimentare con la consegna di pacchi con beni di prima necessità.
27 aprile 2020
COVID 19: L’INTERVENTO DI ETIKA CONTRO LE SOLITUDINI

Etika, il gruppo di acquisto eco-solidale di energia e gas della Cooperazione con Dolomiti Energia ha stanziato 100.000, per garantire il supporto psicologico e il sostegno a distanza delle persone fragili segnalate dalle cooperative sociali e dalle associazioni aderenti alla Consulta provinciale per la Salute. Saranno consegnati strumenti tecnologici, predisposti per un accesso facile, con l’aggiunta di Sim Card donate da Coopvoce e l’integrazione, quando necessaria, di un supporto ulteriore di educatori e psicologi di riferimento degli utenti. L’intervento si aggiunge a quello avviato la settimana scorsa per fronteggiare la povertà alimentare con la consegna di pacchi con beni di prima necessità.

I rappresentanti del Terzo Settore hanno partecipato oggi ad una delle video conferenze tenute dalla "task force" provinciale sul futuro dell'economia e coordinata dall'assessore Achille Spinelli. Precedentemente il team, moderato dal prof. Enrico Zaninotto e dal dirigente della Provincia Giovanni Gardelli, aveva incontrato sindacati ed enti locali.“Oggi sono emersi stimoli importanti – ha sottolineato l’assessore Spinelli al termine degli incontri – in primo luogo, dobbiamo unire le forze e immaginare assieme un futuro diverso. Fra i tanti spunti emersi: l'importanza dello smart-working e conseguenti investimenti nell’infrastrutturazione digitale e nella formazione, difesa dei soggetti deboli sul mercato del lavoro, anche rivedendo strumenti ‘maturi’ come il Progettone, uso della leva dei lavori pubblici, velocizzazione delle pratiche della pubblica amministrazione e sburocratizzazione.
10 aprile 2020
"Ripartire con giudizio, ma ripartire". Oggi il team Economia della Pat ha incontrato il Terzo settore

I rappresentanti del Terzo Settore hanno partecipato oggi ad una delle video conferenze tenute dalla "task force" provinciale sul futuro dell'economia e coordinata dall'assessore Achille Spinelli. Precedentemente il team, moderato dal prof. Enrico Zaninotto e dal dirigente della Provincia Giovanni Gardelli, aveva incontrato sindacati ed enti locali.

“Oggi sono emersi stimoli importanti – ha sottolineato l’assessore Spinelli al termine degli incontri – in primo luogo, dobbiamo unire le forze e immaginare assieme un futuro diverso.

Fra i tanti spunti emersi: l'importanza dello smart-working e conseguenti investimenti nell’infrastrutturazione digitale e nella formazione, difesa dei soggetti deboli sul mercato del lavoro, anche rivedendo strumenti ‘maturi’ come il Progettone, uso della leva dei lavori pubblici, velocizzazione delle pratiche della pubblica amministrazione e sburocratizzazione.

Dopo la firma venerdì scorso dell’accordo quadro per integrare temporaneamente  – su base volontaria – il personale nelle Rsa con dipendenti delle cooperative sociali di area socioassistenziale, già avviati i contatti con la “don Ziglio” di Levico Terme e le Rsa nella zona di Arco e “busa”.Paolo Fellin (Federazione, Vales): Con l’emergenza virus cali anche fino al 70% nei servizi domiciliari. Per contro, il personale delle Rsa in molti casi è vicino al collasso.Chi lo vorrà e solo attraverso una adesione su base volontaria, potrà essere distaccato per il periodo dell’emergenza nelle residenze per anziani pubbliche. Una risposta occupazionale e nello stesso tempo la copertura di un servizio essenziale.
06 aprile 2020
Dipendenti delle coop sociali distaccati nelle Rsa pubbliche, già avviati i primi contratti

Dopo la firma venerdì scorso dell’accordo quadro per integrare temporaneamente – su base volontaria – il personale nelle Rsa con dipendenti delle cooperative sociali di area socioassistenziale, già avviati i contatti con la “don Ziglio” di Levico Terme e le Rsa nella zona di Arco e “busa”.

Paolo Fellin (Federazione, Vales): Con l’emergenza virus cali anche fino al 70% nei servizi domiciliari. Per contro, il personale delle Rsa in molti casi è vicino al collasso.

Chi lo vorrà e solo attraverso una adesione su base volontaria, potrà essere distaccato per il periodo dell’emergenza nelle residenze per anziani pubbliche. Una risposta occupazionale e nello stesso tempo la copertura di un servizio essenziale.

Ben 42 le opere tra cui scegliere realizzate da bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Un montepremi di 10.000 euro, più che raddoppiato rispetto allo scorso anno: per i vincitori quattro buoni acquisto del valore di 1.250 euro per materiale didattico o visite di studio; premi speciali da parte delle Casse Rurali Trentine andranno ai secondi, terzi e quarti classificati per ogni categoria.Raul Daoli, Cooperazione Trentina: “Alle azioni concrete, come l’uso di energia 100% green, affianchiamo un lavoro culturale e di promozione della tutela ambientale, dell’economia equa e sostenibile e della solidarietà”.
10 marzo 2020
Concorso etika per le scuole: al via il voto on line

Ben 42 le opere tra cui scegliere realizzate da bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Un montepremi di 10.000 euro, più che raddoppiato rispetto allo scorso anno: per i vincitori quattro buoni acquisto del valore di 1.250 euro per materiale didattico o visite di studio; premi speciali da parte delle Casse Rurali Trentine andranno ai secondi, terzi e quarti classificati per ogni categoria.

Raul Daoli, Cooperazione Trentina: “Alle azioni concrete, come l’uso di energia 100% green, affianchiamo un lavoro culturale e di promozione della tutela ambientale, dell’economia equa e sostenibile e della solidarietà”.

La Giunta ha approvato lo schema del protocollo d’intesa tra Provincia autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento e Comune di Rovereto per l’organizzazione delle prossime cinque edizioni di “Educa”, la manifestazione annuale che pone al centro della sua missione la questione educativa. Il protocollo stabilisce, per gli anni 2020 – 2024, la costituzione di un Comitato promotore, finalizzato alla realizzazione della manifestazione.
22 novembre 2019
“Educa”: rinnovato il protocollo di collaborazione tra enti per l’organizzazione delle prossime cinque edizioni

La Giunta ha approvato lo schema del protocollo d’intesa tra Provincia autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento e Comune di Rovereto per l’organizzazione delle prossime cinque edizioni di “Educa”, la manifestazione annuale che pone al centro della sua missione la questione educativa. Il protocollo stabilisce, per gli anni 2020 – 2024, la costituzione di un Comitato promotore, finalizzato alla realizzazione della manifestazione.

In un contesto che vede una progressiva decrescita della spesa pubblica ed insieme l’aumento della complessità dei bisogni della comunità, le fondazioni stanno diventando attori sempre più rilevanti per il benessere sociale ed economico dei territori. Un ruolo che agiscono investendo nella capacity building delle organizzazioni del Terzo Settore e in attività di co-progettazione con loro di esperienze innovative. Il 12 novembre alle 9,30 a Trento un seminario che partendo dalla presentazione di esperienze diverse e progettualità concrete prova a ragionare su quali siano le modalità più virtuose ed a più alto impatto sociale di collaborazione fra i diversi attori del territorio, in particolare con il Terzo Settore.
11 novembre 2019
Fondazioni: sta nascendo una nuova filantropia?

In un contesto che vede una progressiva decrescita della spesa pubblica ed insieme l’aumento della complessità dei bisogni della comunità, le fondazioni stanno diventando attori sempre più rilevanti per il benessere sociale ed economico dei territori. Un ruolo che agiscono investendo nella capacity building delle organizzazioni del Terzo Settore e in attività di co-progettazione con loro di esperienze innovative.

Il 12 novembre alle 9,30 a Trento un seminario che partendo dalla presentazione di esperienze diverse e progettualità concrete prova a ragionare su quali siano le modalità più virtuose ed a più alto impatto sociale di collaborazione fra i diversi attori del territorio, in particolare con il Terzo Settore.

Dopo due anni di sperimentazione nell’accompagnamento alla vita autonoma di persone con disabilità, Consolida e le coop sociali propongono un nuovo modello di intervento, elaborato con la supervisione scientifica di Euricse.Alla presentazione da parte degli esperti e alle testimonianze di alcuni operatori impegnati nei servizi, seguirà un confronto con le istituzioni e le famiglie per rendere il nuovo modello accessibile a tutti e sostenibile.
07 novembre 2019
Disabilità: un nuovo modello di intervento per un abitare inclusivo

Dopo due anni di sperimentazione nell’accompagnamento alla vita autonoma di persone con disabilità, Consolida e le coop sociali propongono un nuovo modello di intervento, elaborato con la supervisione scientifica di Euricse.

Alla presentazione da parte degli esperti e alle testimonianze di alcuni operatori impegnati nei servizi, seguirà un confronto con le istituzioni e le famiglie per rendere il nuovo modello accessibile a tutti e sostenibile.

Sono stati presentati questa mattina a Trento nell’ambito del seminario “Tra persona e comunità” organizzato dal consorzio Consolida i dati, rilevati con il metodo ImpACT di Euricse, relativi ai servizi erogati, al lavoro generato e all’impatto sul territorio prodotto da 48 cooperative sociali. Registrata anche la soddisfazione di utenti; famigliari e lavoratori.Cipriani: “I dati, se da un lato dimostrano la rilevanza della cooperazione sociale, dall’altro devono diventare uno strumento di programmazione funzionale alle politiche di welfare territoriale.”Per l’assessore Tonina la cooperazione sociale ha un ruolo fondamentale in Trentino, la politica deve tenerne conto e trovare sinergie che consentano di garantire – pur in un orizzonte di maggiori ristrettezze economiche – la risposta a bisogni fondamentali per la vita delle persone.
06 novembre 2019
Coop sociali: servizi per oltre 24.000 persone e più di 1.700 lavoratori svantaggiati

Sono stati presentati questa mattina a Trento nell’ambito del seminario “Tra persona e comunità” organizzato dal consorzio Consolida i dati, rilevati con il metodo ImpACT di Euricse, relativi ai servizi erogati, al lavoro generato e all’impatto sul territorio prodotto da 48 cooperative sociali. Registrata anche la soddisfazione di utenti; famigliari e lavoratori.

Cipriani: “I dati, se da un lato dimostrano la rilevanza della cooperazione sociale, dall’altro devono diventare uno strumento di programmazione funzionale alle politiche di welfare territoriale.”

Per l’assessore Tonina la cooperazione sociale ha un ruolo fondamentale in Trentino, la politica deve tenerne conto e trovare sinergie che consentano di garantire – pur in un orizzonte di maggiori ristrettezze economiche – la risposta a bisogni fondamentali per la vita delle persone.

Dal 6 al 14 novembre si terrà a Trento la terza edizione di “Impresa Sociale al cubo”, la rassegna culturale delle cooperative di Consolida per presentare nuovi modelli di servizio, condividere buone pratiche e confrontarsi sul futuro del welfare trentino.Sei gli appuntamenti in programma dedicati alla valutazione dell’impatto sociale ed economico generato dalla cooperazione sociale, al lavoro per le persone svantaggiate, all’educazione delle nuove generazioni, alla cura e al sostegno per le persone con disabilità.
04 novembre 2019
Educazione, cura, lavoro al centro degli eventi culturali delle coop sociali

Dal 6 al 14 novembre si terrà a Trento la terza edizione di “Impresa Sociale al cubo”, la rassegna culturale delle cooperative di Consolida per presentare nuovi modelli di servizio, condividere buone pratiche e confrontarsi sul futuro del welfare trentino.

Sei gli appuntamenti in programma dedicati alla valutazione dell’impatto sociale ed economico generato dalla cooperazione sociale, al lavoro per le persone svantaggiate, all’educazione delle nuove generazioni, alla cura e al sostegno per le persone con disabilità.

Il progetto per l’energia della Cooperazione Trentina con Dolomiti Energia è main sponsor di ‘Fa’ la Cosa Giusta!’, la fiera che insegna a scegliere con consapevolezza dal 18 al 20 ottobre a Trento Expo, e sarà presente con uno stand dedicato. In tre anni i sottoscrittori hanno superato quota 50mila, consentendo il risparmio di oltre 25 mila tonnellate di anidride carbonica e facendo raggiungere al Fondo solidale il record di 1 milione di euro.
15 ottobre 2019
Con etika oltre 50 mila trentini ‘fanno la cosa giusta’

Il progetto per l’energia della Cooperazione Trentina con Dolomiti Energia è main sponsor di ‘Fa’ la Cosa Giusta!’, la fiera che insegna a scegliere con consapevolezza dal 18 al 20 ottobre a Trento Expo, e sarà presente con uno stand dedicato.

In tre anni i sottoscrittori hanno superato quota 50mila, consentendo il risparmio di oltre 25 mila tonnellate di anidride carbonica e facendo raggiungere al Fondo solidale il record di 1 milione di euro.

Richiama l’allunaggio, di cui si celebra quest’anno il 50° anniversario, il video che parla dei diritti delle persone con disabilità promosso dalle cooperative sociali finanziate da etika, il progetto per l’energia della Cooperazione Trentina con Dolomiti Energia.Domani partirà anche la distribuzione di 180 mila volantini delle Famiglie Cooperative per informare e sensibilizzare sui risultati sociali dell’offerta economica, ecologica e solidale per luce e gas a cui hanno già aderito oltre 46 mila trentini.Per vedere il video clicca qui. Per avere più informazioni su etika clicca qui.
12 luglio 2019
Con etika sulla Luna, per sostenere i diritti delle persone con disabilità
Il 2018 si chiude con numeri positivi sia per il consorzio che per il sistema delle cooperative sociali. La Presidente Cipriani: “Per continuare a garantire i diritti sociali delle persone che seguiamo e di chi lavora con noi, abbiamo bisogno però di una riforma delle politiche fiscali, di pianificazione a lungo termine degli investimenti sociali e di un ripensamento delle modalità di affidamento dei servizi".Dalla presidente della Federazione Mattarei pieno riconoscimento al sociale: “La dialettica che ha caratterizzato gli ultimi mesi, anche se faticosa, ci ha permesso di rimettere a fuoco temi e priorità, e di ridefinire il senso di tutta la filiera cooperativa, di cui i consorzi sono un anello fondamentale".
31 maggio 2019
Consolida: assemblea dei soci tra sostenibilità e innovazione sociale

Il 2018 si chiude con numeri positivi sia per il consorzio che per il sistema delle cooperative sociali. La Presidente Cipriani: “Per continuare a garantire i diritti sociali delle persone che seguiamo e di chi lavora con noi, abbiamo bisogno però di una riforma delle politiche fiscali, di pianificazione a lungo termine degli investimenti sociali e di un ripensamento delle modalità di affidamento dei servizi".

Dalla presidente della Federazione Mattarei pieno riconoscimento al sociale: “La dialettica che ha caratterizzato gli ultimi mesi, anche se faticosa, ci ha permesso di rimettere a fuoco temi e priorità, e di ridefinire il senso di tutta la filiera cooperativa, di cui i consorzi sono un anello fondamentale".

Dopo la grande partecipazione a Borgo Valsugana, la Comunità Valsugana e Tesino e la cooperativa sociale CS4 propongono anche a Villa Agnedo, domani 21 maggio, una serata sul Dopo di Noi. Genitori e famigliari di persone con disabilità potranno ascoltare le testimonianze di chi ha già vissuto esperienze di distacco e di autonomia dei loro figli e conoscere il progetto “Andiamo a vivere assieme” che ha l’obiettivo di individuare soluzioni abitative innovative, capaci di valorizzare il diritto alla scelta e la vita indipendente delle persone con disabilità.
20 maggio 2019
A Villa Agnedo per parlare del futuro delle persone con disabilità

Dopo la grande partecipazione a Borgo Valsugana, la Comunità Valsugana e Tesino e la cooperativa sociale CS4 propongono anche a Villa Agnedo, domani 21 maggio, una serata sul Dopo di Noi. Genitori e famigliari di persone con disabilità potranno ascoltare le testimonianze di chi ha già vissuto esperienze di distacco e di autonomia dei loro figli e conoscere il progetto “Andiamo a vivere assieme” che ha l’obiettivo di individuare soluzioni abitative innovative, capaci di valorizzare il diritto alla scelta e la vita indipendente delle persone con disabilità.

Stasera a Borgo Valsugana e il 21 maggio a Villa Agnedo, due incontri dedicati a genitori e a famigliari di persone con disabilità con testimonianze di chi ha già vissuto le esperienze del distacco e i percorsi di autonomia. Gli appuntamenti sono la prima tappa di un progetto promosso dalla Cooperativa sociale CS4 e dalla Comunità Valsugana e Tesino per costruire soluzioni abitative innovative, capaci di valorizzare il diritto alla scelta e l’autonomia delle persone con disabilità.
07 maggio 2019
Andiamo a vivere assieme? Incontri per famiglie sul Dopo di Noi

Stasera a Borgo Valsugana e il 21 maggio a Villa Agnedo, due incontri dedicati a genitori e a famigliari di persone con disabilità con testimonianze di chi ha già vissuto le esperienze del distacco e i percorsi di autonomia. Gli appuntamenti sono la prima tappa di un progetto promosso dalla Cooperativa sociale CS4 e dalla Comunità Valsugana e Tesino per costruire soluzioni abitative innovative, capaci di valorizzare il diritto alla scelta e l’autonomia delle persone con disabilità.

Sono 30 le opere delle scuole primarie e secondarie che hanno partecipato al concorso sull’educazione ambientale “Il Mondo di etika: l’energia della natura!”. Oltre 600 i ragazzi e le ragazze e più di 13mila i voti online. I vincitori sono stati annunciati oggi in occasione di ‘Mi illumino di meno’: i disegni della II di Roverè della Luna e della VB dell’Istituto Alighieri di Rovereto e i video della IIIF delle Garbari di Pergine e della IIIC di Tuenno.
01 marzo 2019
Etika premia la sensibilità ambientale

Sono 30 le opere delle scuole primarie e secondarie che hanno partecipato al concorso sull’educazione ambientale “Il Mondo di etika: l’energia della natura!”. Oltre 600 i ragazzi e le ragazze e più di 13mila i voti online.

I vincitori sono stati annunciati oggi in occasione di ‘Mi illumino di meno’: i disegni della II di Roverè della Luna e della VB dell’Istituto Alighieri di Rovereto e i video della IIIF delle Garbari di Pergine e della IIIC di Tuenno.

Ben 30 le opere tra cui scegliere realizzate da bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Il montepremi è di 4000 € in buoni per l’acquisto di materiale didattico o per un viaggio di istruzione.Raul Daoli, Federazione Trentina della Cooperazione: “Alle azioni concrete, come l’uso di energia 100% green, affianchiamo un lavoro culturale e di promozione della tutela ambientale, dell’economia equa e sostenibile e della solidarietà”.
22 gennaio 2019
Dalla bolletta solidale di etika nasce un concorso per le scuole: al via il voto on line

Ben 30 le opere tra cui scegliere realizzate da bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Il montepremi è di 4000 € in buoni per l’acquisto di materiale didattico o per un viaggio di istruzione.

Raul Daoli, Federazione Trentina della Cooperazione: “Alle azioni concrete, come l’uso di energia 100% green, affianchiamo un lavoro culturale e di promozione della tutela ambientale, dell’economia equa e sostenibile e della solidarietà”.

È iniziata oggi la seconda edizione di “Impresa sociale al cubo”, l’iniziativa culturale promossa dal consorzio Consolida e dalle 50 cooperative associate per parlare di welfare e lavoro per l’inclusione sociale. La prima giornata è stata caratterizzata dalle visite ad alcuni dei servizi educativi, di cura e assistenza e di inclusione lavorativa delle cooperative sociali, che sul territorio provinciale raggiungono 18 mila utenti ogni anno, coinvolgono 1.200 volontari e danno lavoro a 4.400 persone, di cui 1.800 in condizioni di fragilità o svantaggio sociale. Il prossimo appuntamento è il 13 ottobre con l’incontro in cui saranno presentate le proposte delle 50 cooperative sociali per la costruzione di un welfare capace di rispondere ai nuovi e crescenti bisogni delle comunità.
04 ottobre 2018
Cooperative sociali: porte aperte ai candidati per parlare di welfare e lavoro

È iniziata oggi la seconda edizione di “Impresa sociale al cubo”, l’iniziativa culturale promossa dal consorzio Consolida e dalle 50 cooperative associate per parlare di welfare e lavoro per l’inclusione sociale. La prima giornata è stata caratterizzata dalle visite ad alcuni dei servizi educativi, di cura e assistenza e di inclusione lavorativa delle cooperative sociali, che sul territorio provinciale raggiungono 18 mila utenti ogni anno, coinvolgono 1.200 volontari e danno lavoro a 4.400 persone, di cui 1.800 in condizioni di fragilità o svantaggio sociale. Il prossimo appuntamento è il 13 ottobre con l’incontro in cui saranno presentate le proposte delle 50 cooperative sociali per la costruzione di un welfare capace di rispondere ai nuovi e crescenti bisogni delle comunità.

Dal 5 settembre al 12 ottobre il progetto formativo e di networking promosso dal Tavolo dell’Economia Solidale e dalla Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con Consolida, si propone di promuovere i Distretti di Economia Solidale e scoprirne le potenzialità quali reti etiche di soggetti pubblici e privati orientati al welfare delle comunità e dei territori. L’Economia Solidale in Trentino sostiene e valorizza la creazione di una rete di attori e stakeholder che opera secondo principi di eco-compatibilità, equità e solidarietà, buona occupazione, partecipazione e consapevolezza e ad oggi rappresenta una realtà in crescita con 98 aderenti, 13 settori di attività, 1477 dipendenti e un fatturato complessivo di 99 milioni di euro.
29 agosto 2018
DEStinazione Economia Solidale: al via il percorso per scoprire le potenzialità dei distretti solidali

Dal 5 settembre al 12 ottobre il progetto formativo e di networking promosso dal Tavolo dell’Economia Solidale e dalla Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con Consolida, si propone di promuovere i Distretti di Economia Solidale e scoprirne le potenzialità quali reti etiche di soggetti pubblici e privati orientati al welfare delle comunità e dei territori. L’Economia Solidale in Trentino sostiene e valorizza la creazione di una rete di attori e stakeholder che opera secondo principi di eco-compatibilità, equità e solidarietà, buona occupazione, partecipazione e consapevolezza e ad oggi rappresenta una realtà in crescita con 98 aderenti, 13 settori di attività, 1477 dipendenti e un fatturato complessivo di 99 milioni di euro.

Ed ora nasce la collana editoriale “il mondo di etika”È on line sul sito www.etikaenergia.it la prima di una serie di narrazioni illustrate e video animati che racconta di tutela ambientale, solidarietà ed economia equa. L’iniziativa culturale ha l’obiettivo di diffondere i valori che hanno ispirato l’offerta luce e gas ideata dal mondo cooperativo insieme a Dolomiti Energia.Il gruppo dei partner di etika ha inoltre lavorato in vista della fine del mercato di maggior tutela (luglio 2019) per continuare a garantire convenienza e trasparenza ai propri soci e clienti.In un anno risparmiate più di 7.000 tonnellate di anidride carbonica. Per il loro assorbimenti servirebbero 1.500 ettari di boscoFra qualche settimana il Comitato scientifico annuncerà i nuovi progetti solidali proposti dalle cooperative sociali a favore di persone con disabilità che si andranno aggiungere a quelli avviati all’inizio dell’anno.
09 luglio 2018
Etika, in un anno e mezzo già 34mila adesioni alla bolletta eco-solidale

Ed ora nasce la collana editoriale “il mondo di etika”

È on line sul sito www.etikaenergia.it la prima di una serie di narrazioni illustrate e video animati che racconta di tutela ambientale, solidarietà ed economia equa. L’iniziativa culturale ha l’obiettivo di diffondere i valori che hanno ispirato l’offerta luce e gas ideata dal mondo cooperativo insieme a Dolomiti Energia.

Il gruppo dei partner di etika ha inoltre lavorato in vista della fine del mercato di maggior tutela (luglio 2019) per continuare a garantire convenienza e trasparenza ai propri soci e clienti.

In un anno risparmiate più di 7.000 tonnellate di anidride carbonica. Per il loro assorbimenti servirebbero 1.500 ettari di bosco

Fra qualche settimana il Comitato scientifico annuncerà i nuovi progetti solidali proposti dalle cooperative sociali a favore di persone con disabilità che si andranno aggiungere a quelli avviati all’inizio dell’anno.

Inizia venerdì 25 l’ottava edizione di 1,2,3 Storie!, il festival della narrazione dedicato a bambini, ragazzi e alle loro famiglie. Ad aprire la manifestazione l’incontro al Muse con Giovanna Zoboli, scrittrice e poetessa con oltre una trentina di titoli pubblicati in Italia e all'estero, e fondatrice di Topipittori, una delle più quotate case editrici a livello nazionale per la letteratura dell’infanzia e non solo. Seguiranno sabato 26 e domenica 27 laboratori, mostre, letture e passeggiate animate. E ancora gli spettacoli “Contrappunto” con la compagnia Samovar “Il sogno di una tartaruga” con l’Accademia perduta teatri Romagna.  Tutti gli appuntamenti, che si svolgeranno tra Trento e Cles in Valle di Non, avranno al centro il tema della noia, come diritto troppo spesso negato delle bambine e dei bambini e opportunità di creatività e di esplorazione di sé e del mondo.
23 maggio 2018
La noia fa bene ai bambini

Inizia venerdì 25 l’ottava edizione di 1,2,3 Storie!, il festival della narrazione dedicato a bambini, ragazzi e alle loro famiglie. Ad aprire la manifestazione l’incontro al Muse con Giovanna Zoboli, scrittrice e poetessa con oltre una trentina di titoli pubblicati in Italia e all'estero, e fondatrice di Topipittori, una delle più quotate case editrici a livello nazionale per la letteratura dell’infanzia e non solo. Seguiranno sabato 26 e domenica 27 laboratori, mostre, letture e passeggiate animate. E ancora gli spettacoli “Contrappunto” con la compagnia Samovar “Il sogno di una tartaruga” con l’Accademia perduta teatri Romagna. Tutti gli appuntamenti, che si svolgeranno tra Trento e Cles in Valle di Non, avranno al centro il tema della noia, come diritto troppo spesso negato delle bambine e dei bambini e opportunità di creatività e di esplorazione di sé e del mondo.

La rivoluzione tecnologica cambia il modo di produrre delle imprese, introduce flessibilità e personalizzazione, ma serve anche una “rivoluzione” parallela  nell’organizzazione dei modelli del lavoro.Dialogo sul futuro del lavoro con l’editorialista del Corriere della Sera e saggista Edoardo Segantini e il ricercatore Francesco Seghezzi, direttore della Fondazione Adapt. Con l’introduzione di Alessandro Ceschi (Federcoop).Nei prossimi anni la domanda di lavoro qualificato crescerà del 5%, mentre scenderà di due punti la domanda di lavoro non qualificato. In Germania il 30% dei lavoratori è impegnato nell‘aggiornamento professionale, in Italia l’8%. La patria del “Made in Italy” è sulla strada giusta ma in ritardo sulla formazione dei lavoratori.
15 aprile 2018
Educa 2018. Scuola e impresa ancora lontane. In Italia formazione insufficiente.

La rivoluzione tecnologica cambia il modo di produrre delle imprese, introduce flessibilità e personalizzazione, ma serve anche una “rivoluzione” parallela nell’organizzazione dei modelli del lavoro.

Dialogo sul futuro del lavoro con l’editorialista del Corriere della Sera e saggista Edoardo Segantini e il ricercatore Francesco Seghezzi, direttore della Fondazione Adapt. Con l’introduzione di Alessandro Ceschi (Federcoop).

Nei prossimi anni la domanda di lavoro qualificato crescerà del 5%, mentre scenderà di due punti la domanda di lavoro non qualificato. In Germania il 30% dei lavoratori è impegnato nell‘aggiornamento professionale, in Italia l’8%. La patria del “Made in Italy” è sulla strada giusta ma in ritardo sulla formazione dei lavoratori.

Dopo il successo delle due edizioni precedenti, torna il concorso "L'educazione mi sta a cuore", promosso dal Comitato promotore del festival Educa e dedicato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio nazionale. L’iniziativa, realizzata grazie al sostegno delle Casse Rurali Trentine e dell'Azienda per il Turismo di Rovereto e Vallagarina, nasce con l’obiettivo di dare voce a bambini e ragazzi sul tema dell’educazione. I vincitori saranno comunicati e premiati venerdì 13 aprile, prima giornata di Educa interamente dedicata alle scuole.
05 febbraio 2018
Educa lancia il concorso per le scuole. C'è tempo fino al 16 marzo

Dopo il successo delle due edizioni precedenti, torna il concorso "L'educazione mi sta a cuore", promosso dal Comitato promotore del festival Educa e dedicato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio nazionale. L’iniziativa, realizzata grazie al sostegno delle Casse Rurali Trentine e dell'Azienda per il Turismo di Rovereto e Vallagarina, nasce con l’obiettivo di dare voce a bambini e ragazzi sul tema dell’educazione. I vincitori saranno comunicati e premiati venerdì 13 aprile, prima giornata di Educa interamente dedicata alle scuole.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58