Etika, in un anno e mezzo già 34mila adesioni alla bolletta eco-solidale Lunedì, 09 Luglio 2018

Ed ora nasce la collana editoriale “il mondo di etika”

È on line sul sito www.etikaenergia.it la prima di una serie di narrazioni illustrate e video animati che racconta di tutela ambientale, solidarietà ed economia equa. L’iniziativa culturale ha l’obiettivo di diffondere i valori che hanno ispirato l’offerta luce e gas ideata dal mondo cooperativo insieme a Dolomiti Energia.

Il gruppo dei partner di etika ha inoltre lavorato in vista della fine del mercato di maggior tutela (luglio 2019) per continuare a garantire convenienza e trasparenza ai propri soci e clienti.

In un anno risparmiate più di 7.000 tonnellate di anidride carbonica. Per il loro assorbimenti servirebbero 1.500 ettari di bosco

Fra qualche settimana il Comitato scientifico annuncerà i nuovi progetti solidali proposti dalle cooperative sociali a favore di persone con disabilità che si andranno aggiungere a quelli avviati all’inizio dell’anno.

A poco più di un anno e mezzo dal lancio, sono già più di 34.000 le adesioni all’offerta luce e gas ideata dalla cooperazione (Federazione trentina della cooperazione, Cassa Centrale Banca, Sait, Consolida e La Rete) con Dolomiti Energia.

“Segno - afferma Raul Daoli della Federazione capofila del gruppo – che i soci e clienti hanno colto la differenza di questo progetto rispetto alle molte altre offerte sul mercato, una differenza che si muove su tre piani intrecciati: la convenienza economica, la tutela ambientale e la solidarietà.

Il successo è stato un ulteriore stimolo a proseguire e migliorare affiancando alle azioni concrete, come il risparmio garantito alle famiglie, l’uso esclusivo di energia green e il finanziamento di progetti solidali, iniziative educative e di sensibilizzazione.”

Ed è questo l’intento di “Il mondo di etika”, la nuova collana di storie sui temi della solidarietà, del rispetto della natura e di un’economia equa e giusta, che a settembre diventerà anche un concorso dedicato alle scuole.

“Il concorso – spiega Daoli - si colloca nel solco delle numerose esperienze educative che negli anni sono nate dal mondo cooperativo in collaborazione con il sistema scolastico e ha l’obiettivo di dare voce ai bambini e ai ragazzi.”

La tutela ambientale

Parla di ecologia e di consumo consapevole delle risorse ambientali e collettive, “Il bosco è in pericolo!”, la prima delle storie di etika pubblicata on line sia nella forma di albo illustrato sia di video animato.

“Tutti coloro che hanno sottoscritto etika usano energia al 100% green; in questo modo – spiega Daoli - in un anno abbiamo risparmiato più di 7.000 tonnellate di anidride carbonica, per l’assorbimento delle quali servirebbero quasi 1.500 ettari di bosco.

Ma la tutela dell’ambiente è frutto anche di comportamenti corretti che ciascuno di noi può adottare nella quotidianità. E ci aspettiamo che i bambini e i ragazzi con i loro insegnanti ce li raccontino a settembre partecipando al concorso legato alla collana editoriale.

Il montepremi che verrà assegnato alle classi vincitrici includerà il premio Euregio per l’ambiente e la sostenibilità ricevuto da etika l’anno scorso e potrà essere utilizzato per arricchire gli strumenti e le opportunità formative a disposizione degli studenti.

La convenienza economica e la trasparenza nell’applicare lo sconto “vero”

Dal primo luglio 2019 cesserà per sempre il mercato di maggior tutela cui ancora oggi la maggioranza dei trentini e degli italiani aderisce e a cui era fin dall’inizio agganciato anche lo sconto applicato da etika.

“In previsione di questo passaggio – afferma ancora Raul Daoli - già da alcuni mesi abbiamo iniziato a lavorare per garantire, in continuità con le condizioni attuali, la convenienza nonché la chiarezza e la trasparenza dell’offerta etika.

Abbiamo scelto, tra i vari parametri possibili su cui applicare lo sconto, l’indice PUN, perché accessibile e consultabile da chiunque. È il prezzo unico nazionale dell'energia elettrica che viene rilevato sulla borsa elettrica italiana; un prezzo all'ingrosso, quindi, il cui valore viene quotato mensilmente e a cui aggiungiamo uno spread (una maggiorazione) di 0,01 euro al kwh.

È su quest’ultimo prezzo indicizzato PUN che viene applicato lo sconto previsto da etika. Il nuovo parametro sarà applicato dal primo luglio del prossimo anno, salvo proroghe legislative del mercato di maggior tutela. Si tratta di condizioni economiche effettive senza ulteriori oneri: ci sono diverse componenti aggiuntive oltre al prezzo della materia prima, che nelle offerte spesso vengono taciute o formulate in modo criptico.

La Cooperazione ha concordato con Dolomiti Energia un “prezzo vero” e trasparente. Oltre alla trasparenza, c’è una dimensione anche di convenienza: alcune di queste componenti infatti sono presenti (pur in modo esplicito) nel mercato di maggior tutela mentre in etika sono state annullate.

Questo rende l’offerta ulteriormente vantaggiosa, oltre allo sconto già previsto nel contratto.”

Fondo solidale, già raccolti 340mila euro

Sono già 340.000 gli euro raccolti per il progetto solidale etika: per ogni contratto stipulato, infatti, Dolomiti Energia destina 10 euro l’anno. Il fondo solidale costituito dai partner serve per sostenere percorsi di autonomia abitativa per persone con disabilità.

Fra poche settimane si aggiungeranno nuovi progetti ai 5 già avviati all’inizio dell’anno proposti dalle cooperative sociali del gruppo Abitare il futuro, aderenti al consorzio Consolida.

Il Comitato scientifico composto da Carlo Francescutti, (direttore del Servizio di Integrazione Lavorativa dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria di Pordenone) e Piergiorgio Reggio (docente nelle Università di Milano, Brescia e Trento, presidente della Fondazione Franco Demarchi), è infatti all’opera per valutare la qualità e la sostenibilità nel tempo delle iniziative presentate alla luce del Manifesto culturale “ Per un abitare socialmente e umanamente condivisibile” e delle linee guida per la progettazione elaborate conformemente ai principi espressi nella Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità.

  • Tutte le informazioni su www.etikaenergia.it

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Cos'è l'abitare inclusivo Sabato, 27 Ottobre 2018

    Quando si parla di abitare inclusivo cosa si intende? Perchè è un tema fondamentale nella creazione di condizioni di vita autonoma per persone con disabilità? Lo spiega Piergiorgio Reggio, presidente della Fondazione Demarchi, intervenuto al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienze"

  • L'esperienza dell'abitare inclusivo della cooperazione sociale trentina Sabato, 27 Ottobre 2018

    In occasione del convegno organizzato da Consolida sul tema dell'abitare inclusivo delle persone con disabilità, la vicepresidente Francesca Gennai fa il punto sui risultati e sull'esperienza raggiunta in questo ambito

  • Abitare inclusivo: l'esperienza di Pordenone Sabato, 27 Ottobre 2018

    Al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienza", Luisa Montico, della Fondazione Down Friuli Venezia Giulia, ha portato l'esperienza avviata nel 2001 a Pordenone che ha già permesso a molte persone di costruirsi una vita autonoma.

  • Elezioni: i candidati presidente rispondono alle proposte della cooperazione sociale Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie proposte su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le impressioni e gli impegni dei candidati presidente che hanno partecipato all'incontro: Ugo Rossi (Patt), Giorgio Tonini (Alleanza democratica e popolare), Antonella Valer (Sinistra per il Trentino), Paolo Primon (Popoli Liberi), Roberto De Laurentis (Tre).

  • Le proposte alla politica della cooperazione sociale Lunedì, 15 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie priorità su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le interviste a Serenella Cipriani, presidente di Consolida, e alla vicepresidente Francesca Gennai.

  • I progetti finanziati con il fondo sociale di etika Martedì, 04 Settembre 2018

    Sono 36.300 i trentini che hanno aderito a etika, l'offerta della Cooperazione Trentina (Federazione, Cassa Centrale Banca, Sait – Famiglie Cooperative, Consolida e la cooperativa sociale La Rete) e di Dolomiti Energia per l'acquisto di luce e gas.Oltre a beneficiare di uno sconto in bolletta e di numerose altre agevolazioni, i sottoscrittori hanno anche generato un vantaggio sociale, poiché per ogni contratto firmato Dolomiti Energia si è impegnata a versare ogni anno 10 euro al...

  • Il Luogo del Dono: bilancio dei primi due anni di attività Martedì, 21 Agosto 2018

    A settembre 2016 cinque organizzazioni no profit hanno lanciato in Trentino la campagna Il Luogo del Dono con l'obiettivo di promuovere la cultura del lascito testamentario a favore di realtà che operano senza fini di lucro.  I promotori dell'iniziativa sono: la cooperativa Progetto 92, Mandacarù, La Rete . l'associazione Amministratori di Sostegno di Trento e la cooperativa Monteverde di Verona. Ecco in cosa consiste il progetto e come sta andando

  • Pat e Fc Anaunia firmano il primo accordo per i Sieg Giovedì, 12 Luglio 2018

    Firmato il primo accordo fra Provincia e Famiglia Cooperativa Anaunia, riguardante i due punti vendita multiservizio di Cis e Bresimo, in valle di Non.

  • Il luogo del dono Martedì, 19 Giugno 2018

    Il Luogo del Dono nasce dall'incontro di cinque realtà del privato sociale trentino e veneto, che hanno deciso di intraprenderei un percorso comune di crescita e sensibilizzazione sul tema del dono, in particolare attraverso la forma dei lasciti testamentari.Il Luogo del Dono nasce da una condivisione, tra le realtà aderenti, di approcci valoriali, di legame ai territori di appartenenza e di trasparenza nella gestione delle risorse.Per saperne di più: www.luogodeldono.it

  • Il Luogo del Dono: bilancio dei primi due anni di attività Martedì, 19 Giugno 2018

    A settembre 2016 cinque organizzazioni no profit hanno lanciato in Trentino la campagna Il Luogo del Dono con l'obiettivo di promuovere la cultura del lascito testamentario a favore di realtà che operano senza fini di lucro.  I promotori dell'iniziativa sono: la cooperativa Progetto 92, Mandacarù, La Rete . l'associazione Amministratori di Sostegno di Trento e la cooperativa Monteverde di Verona. Ecco in cosa consiste il progetto e come sta andando