Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

A due anni dal lancio del progetto della Cooperazione Trentina con Dolomiti Energia, ecco il bilancio sociale che mantiene l’impegno sulla trasparenza preso con gli oltre 42 mila sottoscrittori trentini.

Il documento spiega come sono stati destinati i 674 mila euro del Fondo Sociale, che ha consentito a circa 40 persone con disabilità di sperimentare soluzioni abitative autonome.

Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l’offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l’ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all’utilizzo di energia green certificata.

Questi sono alcuni dei dati presentati oggi in conferenza stampa riguardo al bilancio sociale di etika, un libro che con trasparenza e rigore racconta due anni di lavoro su un progetto che ha dato risultati inaspettati anche per gli stessi ideatori: Federazione Trentina della Cooperazione, Casse Rurali Trentine, Famiglie Cooperative, Consolida, cooperativa La Rete e Dolomiti Energia. Etika associa i valori di risparmio economico, del rispetto dell’ambiente, della solidarietà e rilancia il senso di cooperare, coniugando gli interessi individuali con quelli collettivi, attraverso un’inedita partnership tra profit e no profit.

“Quando si attiva la leva dell’intercooperazione i risultati sono eccellenti – ha commentato Marina Mattarei, presidente della Federazione –. Siamo riusciti a costruire il più grande gruppo di acquisto eco solidale di energia, spendendo poco in comunicazione e tanto nella concretezza, cioè per l’inclusione delle persone con disabilità, proprio perché abbiamo potuto contare sui legami fiduciari presenti tra cooperative e tra soci, che si sono tradotti in un’efficacie passaparola e in un vantaggio diffuso per tutti in termini di sconto”.

Il progetto sociale

Oltre agli sconti e ai bonus in bolletta, per ogni contratto attivato, Dolomiti Energia versa 10 euro all’anno nel Fondo sociale gestito attraverso Solidea onlus: fino ad ora sono stati raccolti 674.110 euro, ma l’importo continuerà a crescere man mano che nuove persone aderiranno all’offerta, e quindi si sommeranno i 10 euro di fundraising dei sottoscrittori del 2017 e del 2018, che continuano tuttora a credere nell’iniziativa, con i nuovi del 2019.

Il 74% di questa cifra è stato destinato al finanziamento dei progetti approvati, per la progettazione sociale e per il know how iniziale. Una percentuale molto più consistente rispetto a quella prevista nel protocollo d’intesa che ha dato vita al progetto, che prevedeva di riservare all’inclusione delle persone con disabilità il 60% delle entrate.

Solo il 12% del budget è stato investito in spese di funzionamento e di comunicazione, mentre il restante 14% nella concretizzazione di altri vantaggi per gli aderenti, come etika plus, etika easy e gli eventi culturali di sensibilizzazione.

“I risultati di etika – ha aggiunto Romano Stefani direttore commerciale di Dolomiti Energia – oltre che sul fronte della sostenibilità economica e sociale, sono sorprendenti anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale: i clienti possono accedere ad energia green certificata al 100% perché prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili, attraverso le centrali idroelettriche trentine del nostro Gruppo. Questo ha consentito un notevole beneficio per l’ambiente, evitando l’emissione in atmosfera di 14.700 tonnellate di anidride carbonica: in pratica, grazie ad etika, è come se fosse stato piantumato un bosco da 3 mila ettari, in grado di assorbire tutto quel volume di anidride carbonica”.

Il risparmio per gli aderenti

Con il 20% di sconto il primo anno e il 10% il secondo, oltre ad altri bonus in chilowattora di luce e metri cubi di gas, etika ha consentito in questi primi due anni un risparmio alle famiglie di 1 milione 750 mila euro. Ma non è tutto: i partner si sono impegnati ad offrire agli aderenti ulteriori vantaggi: lo sconto del 50% sull’acquisto di lampadine LED in Famiglia Cooperativa o online e lo sconto sulla verifica dell’efficienza energetica della propria abitazione.

“Ciò che ci ha spinti fin da principio ad impegnarci in questo progetto – ha precisato Renato Dalpalù, presidente di Sait – è proprio la volontà di proporre ai nostri soci un concreto risparmio anche sull’acquisto di luce e gas, e siamo orgogliosi di essere riusciti a farlo coniugando l’aspetto economico con quello sociale ed ecologico, in un momento in cui cresce l’attenzione mondiale sull’ambiente”.

L’innovazione sociale

Con riferimento al fundraising erogato da Dolomiti Energia, quasi 500 mila euro sono stati impiegati nel sociale, per finanziare progetti per l’abitare autonomo delle persone con disabilità, valutati da un Comitato scientifico composto da alcuni tra i maggiori esperti nazionali sul tema della disabilità e del welfare generativo: Carlo Francescutti e Piergiorgio Reggio.

I fondi hanno consentito di sostenere 10 progetti che coinvolgono 7 cooperative sociali e dalle 38 alle 47 persone con disabilità. “Si tratta di progetti innovativi – ha spiegato Serenella Cipriani, presidente di Consolida – con i quali, grazie a etika, si è potuto iniziare la ricerca e la sperimentazione di strade ulteriori e diverse rispetto ai servizi residenziali esistenti, sostenendo il diritto alla scelta delle persone con disabilità e il loro percorso verso l’autonomia e la vita indipendente”.

Chi non ha ancora aderito a etika, può trovare informazioni dettagliate su www.etikaenergia.it e sottoscrivere il contratto online o di persona, presso gli uffici territoriali di Dolomiti Energia o direttamente compilando un modulo di richiesta presso uno dei punti vendita delle Famiglie Cooperative trentine.

Le tre Famiglie Cooperative più virtuose

All’inizio della conferenza stampa sono state premiate le tre Famiglie Cooperative più virtuose in termini di contratti in rapporto al numero di soci sono: la Famiglia Cooperativa di Isera, seguita dalla Monte Baldo e dalla Valle dell’Adige.

Al successo di etika hanno infatti contribuito in modo rilevante le Famiglie Cooperative aderenti al consorzio Sait che fin dall’inizio hanno svolto gratuitamente un compito informativo, e hanno anche permesso ai soci e clienti di sottoscrivere il contratto in modo semplice e rapido.

Grazie al team etika easy, infatti, vengono raccolti i moduli di preadesione che i soci compilano nei punti di vendita e vengono inseriti direttamente nel portale di Dolomiti Energia. Al socio non resta che passare a firmare il contratto direttamente nel suo negozio, o con un semplice click via mail. Comodo, ecologico e pratico.

A questo lavoro di semplificazione delle procedure si aggiunge la fiducia tra soci e operatori di vendita, considerando che soprattutto in alcune zone del Trentino il momento della spesa diventa anche un’occasione relazionale.

Per questa ragione i partner di etika hanno deciso di riconoscere alle Famiglie Cooperative che si sono particolarmente impegnate in questa azione informativa e di consulenza, un premio speciale di 1000 euro da detrarre nella bolletta energetica dei punti vendita.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • SocioSì, la spesa che fa bene Lunedì, 11 Marzo 2019

    Generosità  e sensibilità  sono due valori distintivi di “SocioSì" che, dal 2014, vede protagonisti i soci di Famiglia Cooperativa e Coop Trentino. Lo scorso 31 gennaio si è conclusa l'edizione 2018 di questa iniziativa che, attraverso la raccolta punti, garantisce vantaggi ai soci e una possibilità  in più. Infatti, ogni cinquecento punti raccolti sulla “Carta In Cooperazione”, si possono devolvere cinque euro a una realtà  impegnata nel sociale: la cooperativa La Rete, Admo...

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...

  • L’innovazione nelle cooperative agricole del Trentino Lunedì, 21 Gennaio 2019

    Ad aver introdotto migliorie e innovazioni recenti sono perlopiù le cooperative vitivinicole e ortofrutticole. In cima all'elenco delle priorità di cambiamento c'è la volontà di convertire le prassi produttive nel rispetto di nuovi standard sostenibili, scegliendo il metodo biologico. Ancora: l'appartenenza alla forma cooperativa è fonte d'orgoglio nonché scelta ponderata. Sono solo alcuni dei risultati emersi dalla ricerca condotta da Euricse,...

  • Iscriviti al canale di Cooperazione Trentina! Venerdì, 11 Gennaio 2019

    Perché iscriversi al canale YouTube della Cooperazione Trentina? Le ragioni sono tante e puoi scoprirne alcune in questo breve video. E ricorda che puoi partecipare anche tu alla decisione di cosa pubblicare. Scrivici cosa vorresti vedere o cosa vorresti sapere del movimento cooperativo. Faremo il possibile per risponderti con un nuovo video!