10 giugno 2019
Condividi il link su:

Vicentini presidente della Rurale Vallagarina

Già ai vertici della Cassa dal 2007 al 2016 ha ottenuto un largo consenso dall’assemblea. In cda entrano anche Simone Lucchini, Marco Tonini e il presidente uscente Emiliano Trainotti.

Già ai vertici della Cassa dal 2007 al 2016 ha ottenuto un largo consenso dall’assemblea. In cda entrano anche Simone Lucchini, Marco Tonini e il presidente uscente Emiliano Trainotti.

Primo Vicentini è stato eletto presidente della Cassa Rurale Vallagarina. Si tratta in realtà di un ritorno alla presidenza avendo Vicentini ricoperto quell’incarico tra il 2007 e il 2016 per tre mandati.

“Vicentini si inserisce nel solco della continuità - ha affermato il presidente uscente Emiliano Trainotti, che non si è ricandidato per motivi personali -, ricercando sempre la collegialità del Consiglio, come del resto hanno fatto i miei predecessori”.

Oltre al presidente, l’assemblea ha eletto tre componenti del Cda: Simone Lucchini, Marco Tonini e il presidente uscente Trainotti.

L’assemblea ha anche approvato il bilancio 2018, che attesta l’ottima salute della Cassa: la raccolta complessiva supera il tetto del miliardo di euro, i prestiti alla clientela ammontano a 548 milioni - dei quali 190 in Veneto - e il patrimonio si attesta a 78,5 milioni, con un coefficiente patrimoniale del 17,15%, oltre il doppio del minimo previsto dalla legge (8,5%). Le sofferenze si sono quasi azzerate (2 milioni di euro, che costituiscono un valore percentuale tra lo 0,3 e lo 0,4%).

I soci sono 7.463 soci, dei quali 350 entrati nel 2018.

Complessivamente l’organico della Cassa è composto da 135 dipendenti, distribuiti nelle sue 16 filiali.

Nel file allegato, l'intervento di Primo Vicentini in assemblea.