09 maggio 2022
assemblea
/
elezioni
Condividi il link su:

Val di Fiemme Cassa Rurale: assemblea soci

Bilancio approvato ed eletto un terzo dei componenti del Consiglio di Amministrazione

Venerdì 6 maggio 2022 l’Assemblea dei soci della Val di Fiemme Cassa Rurale ha approvato, con largo consenso, il bilancio d’esercizio al 31.12.2021 e tutti i punti all’ordine del giorno.

Visto il perdurare dell’emergenza sanitaria, anche l’Assemblea 2021 si è svolta senza la partecipazione fisica dei soci, poiché la banca si è avvalsa della facoltà di prevedere l’intervento dei soci esclusivamente tramite il Rappresentante Designato, Federazione Trentina della Cooperazione, in persona del suo funzionario Visetti Vincenzo.

Tra le modalità previste per il conferimento della delega al Rappresentante Designato, la più apprezzata ed utilizzata è stata quella del deposito nelle filiali. Sono state infatti più di 2.600 (32% dei soci aventi diritto) le deleghe pervenute, 792 delle quali consegnate nella giornata di apertura straordinaria di sabato 23 aprile voluta dal Consiglio di Amministrazione per favorire la partecipazione dei soci.

Un ringraziamento particolare va ai collaboratori che si sono fatti carico della complessa organizzazione e gestione dei lavori assembleari con questa modalità.

IL BILANCIO 2021

Il bilancio d’esercizio 2021 si è chiuso con un utile di 3,4 milioni di euro.

I prestiti ai clienti sono rimasti stazionari e raggiungono i 517 milioni. La richiesta più vivace è stata quella delle famiglie, in particolare i mutui per l’acquisto e la ristrutturazione della casa.  La Val di Fiemme Cassa Rurale si è prontamente attivata per offrire ai clienti la possibilità di monetizzare i loro crediti fiscali fino al totale esaurimento del plafond disponibile.

È soddisfacente, se consideriamo il periodo di difficoltà, la riduzione del 55% dei crediti deteriorati netti.

La raccolta complessiva è cresciuta del 5,4% arrivando a 954 milioni di euro, a conferma di una buona capacità di risparmio del territorio ma dall’altro nasconde la ridotta propensione al consumo da parte delle famiglie e dall’investimento da parte delle imprese. La raccolta diretta assomma a 665 milioni di euro con un aumento del 2,7%.

La raccolta indiretta, attraverso cui si diversifica il risparmio dei clienti e se ne migliorano i rendimenti, ha raggiunto i 289 milioni di euro con un incremento di 31 milioni di euro.

Il patrimonio netto della Cassa Rurale è di 107 milioni di euro, incrementato di 3,4 milioni.

Questo ottimo incremento si riflette anche in un significativo aumento degli indici patrimoniali, con il CET1 che raggiunge quota 27,6%, a riprova di una grande solidità che rassicura e tranquillizza tutti i soci e clienti che affidano i loro risparmi alla Val di Fiemme Cassa Rurale.

Molte sono state le azioni di supporto alla comunità con un’attenzione particolare alle giovani generazioni. Importante è sempre la promozione in servizi e prodotti dedicati ad offrire loro un beneficio economico e sociale. A loro sono riservati l’associazione dei giovani soci, la riduzione ad un terzo della quota per diventare soci che ha portato solo nel 2021 nella compagine sociale 175 nuovi giovani e numerosi altri progetti ed iniziative. Dall’educazione al risparmio dei più piccoli, passando per i prodotti gratuiti riservati agli studenti, fino ad arrivare ad attività di formazione e sostegno per l’entrata nel mondo del lavoro. L’ impegno nei loro confronti continua, in particolare ai giovani imprenditori e alle giovani coppie che vogliono investire per realizzare i propri sogni.

L’obiettivo della Val di Fiemme Cassa Rurale è promuovere il benessere della comunità che vive il territorio in cui opera. Nonostante le tante difficoltà la banca ha chiuso il bilancio con un utile netto che permette di rafforzare la sua solidità e di alimentare il fondo per le iniziative mutualistiche e solidaristiche. Molte sono le attività che organizziamo direttamente o in collaborazione per dare valore e favorire lo sviluppo della nostra valle. Gli interventi nel 2021 ammontano a circa 335 mila euro.

Nel 2021 abbiamo stretto un importante accordo con l’Azienda per il Turismo della Val di Fiemme e gli impianti di risalita per permettere ai nostri soci, attraverso sconti e gratuità, di esplorare ogni risorsa del territorio e diventare protagonisti ed ambasciatori della magnifica Valle.

La capacità di fare rete e trovare sinergie nel territorio per fare insieme progetti a vantaggio di tutti amplifica le risorse per affrontare i momenti di crisi ed uscirne più forti.

L’Assemblea ha anche proceduto al rinnovo di un terzo (tre consiglieri) dei componenti del Consiglio di Amministrazione come previsto dallo Statuto. Erano in scadenza Cristellon Carlo, Gilmozzi Valter, Tomasi Antonella che sono stati confermati.

Fonte: Val di Fiemme Cassa Rurale