05 novembre 2021
mostra
/
arte
Condividi il link su:

Officina Depero e il cantiere futurista alla Batibōi Gallery

Dal 9 novembre 2021 al 13 febbraio 2022 un ricco programma di eventi ispirati al poliedrico artista Fortunato Depero. Laboratori per bambini e adulti, per scuole e famiglie, incontri con esperti e formazione dedicata agli insegnanti e agli educatori curati dalla galleria gestita da La Coccinella a Cles, nata in collaborazione con il Comune e la Biblioteca di Cles.

Ancora una volta l’arte incontra la pedagogia alla Batibōi Gallery in Piazza Municipio a Cles, e questa volta lo fa nel nome dell’artista Fortunato Depero, protagonista dell’arte meccanica che ha caratterizzato il futurismo negli anni venti del secolo scorso. Officina Depero è il nuovo programma di appuntamenti culturali per tutte le età proposto dallo spazio espositivo gestito dalla cooperativa La Coccinella, che inizierà il 9 novembre per proseguire fino a febbraio del prossimo anno.

“Nella convinzione che l’arte non solo sia un linguaggio accessibile a tutti, ma possa anche diventare un prezioso contesto educativo – afferma Francesca Gennai, presidente della cooperativa La Coccinella. Non si tratta di insegnare cos’è l’arte, ma di valorizzare la sua capacità di attivare processi estetici, cognitivi, emotivi e relazionali. Rispetto alle mostre precedenti Officina Depero fa un passo ulteriore proponendo non solo laboratori per bambini e famiglie, ma anche altri dedicati alle scuole. Ci sono poi appuntamenti divulgativi per genitori, ma anche una ricca proposta formativa per insegnanti e educatori, a chi può utilizzare diverse forme d’arte all’interno delle scuole. “Abbiamo bisogno di immaginare il futuro con laboratori ed esperienze che ci proiettano in una nuova dimensione”. Infine alla Batibōi Gallery sarà esposto il pensiero che ha ispirato il programma culturale e formativo: “La ricerca artistica e la personalità di Depero – spiega la curatrice e pedagogista Barbara Zoccatelli – offrono una ricchezza di spunti e possibilità di sperimentazione per sviluppare progetti e contesti educativi. I bambini condividono con Depero l’attitudine alla ricerca, il piacere del gioco, il sovvertimento come modalità di conoscere e costruire il mondo. Il potenziare, come diceva Depero, lo slancio immaginativo in un’era pazza e meravigliosa.”

“Batiboi Gallery è uno spazio creativo in continua evoluzione che crescerà col passaggio delle persone- afferma Marcello Nebl, curatore della mostra “Omaggio a Depero dalla sua Valle” e che sarebbe piaciutomolto a Depero”. “Uno spazio vivo in stile futurista e in stretto dialogo con Palazzo Assessorile per valorizzare a tutto tondo il ricordo dell’artista” - come sottolinea anche l’Assessora del Comune di Cles Cristina Marchesotti ricordando le progettualità artistiche- educative ed i diversi percorsi laboratoriali rivolti al mondo dell’infanzia e alle scuole.

L’incontro con il mondo di Depero è anche frutto di anni di sperimentazione e studio dei linguaggi da parte della cooperativa La Coccinella che già nel 2012 aveva progettato un Cantiere Depero in uno dei suoi servizi nido, in collaborazione con l’area scuola del Mart, coinvolgendo bambini ed educatori in un’ottica di approfondimento formativo nella visione che avvicinarsi all’arte sviluppa pensieri e sensibilità estetica a qualsiasi età.

L’inaugurazione

Si inizia il 9 novembre al mattino con laboratori riservati ai nidi e alle scuole dell’infanzia per una totale immersione nel mondo di Depero. Alle 17, nella sala Borghesi- Bertolla la conferenza “Avvicinare tutti all’arte” in cui la formatrice e pedagogista Anna Lia Galardini proporrà a educatori, insegnanti, genitori e operatori culturali una riflessione sull’arte come incontro e condivisione di linguaggi artistici per sviluppare nuovi pensieri e nuovi punti di vista a qualsiasi età. Seguirà una visita guidata alla mostra “Omaggio a Depero dalla sua Valle” a Palazzo Assessorile con il curatore Marcello Nebl. Mentre gli adulti seguiranno la conferenza i bambini dai 4 ai 10 anni potranno costruire paesaggi e città futuriste con Isa Nebl, atelierista della cooperativa La Coccinella.

Il programma

Dall’11 novembre ogni settimana laboratori per bambini e ragazzi che partendo dall’arte di Depero permetteranno di realizzare manufatti eclettici e fantasiosi con tecniche e materiali differenti, facendo emergere la propria creatività e divertendosi insieme agli altri.

Non mancheranno proposte per gli adulti come, ad esempio, “Non Elle di Enne” che porta a Cles il rituale creativo diventato virale in tutto il mondo con l’hastag #ladiesdrawingnight. Il 25 novembre, in collaborazione con il Comune di Cles, la conferenza “Lezioni di Depero, esperienze didattiche sulle forme e i linguaggi di Fortunato Depero” con Carlo Tamanini responsabile dell’Area Educazione del Mart. mentre a gennaio partirà “L’Officina Scuola”, con l’artista visuale Alessia Carli, che propone laboratori di formazione creativa rivolti a educatori dei nidi e insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria, per utilizzare la creatività in modo interdisciplinare.

Non mancheranno poi le visite guidate curate da Emma Meneghini, atelierista della cooperativa La Coccinella, alla mostra “Omaggio a Depero dalla sua Valle” a Palazzo Assessorile.

Le conferenze come i laboratori del 9 novembre sono gratuiti ma a prenotazione obbligatoria. Per informazioni, costi e prenotazione degli altri laboratori e delle proposte formative: www.lacoccinella.coop

Per prenotare i laboratori: batiboigallery@lacoccinella.coop 0463600168

Fonte: Cooperativa La Coccinella

Risorse correlate