06 dicembre 2019
Condividi il link su:

Cassa Rurale Vallagarina e Asset hanno incontrato le associazioni

Serata interessante e utile quella promossa dall’istituto di credito cooperativo per incontrare i rappresentanti delle centinaia di associazioni sostenute ogni anno dalla Cassa Rurale.

Serata interessante e utile quella promossa dall’istituto di credito cooperativo per incontrare i rappresentanti delle centinaia di associazioni sostenute ogni anno dalla Cassa Rurale.

Fare buona banca ed essere buona cooperativa.

La Cassa Rurale Vallagarina lo è dal 1898 quando, ad Ala, venne creato l’istituto di credito cooperativo che, nel terzo millennio, coniuga principi ispiratori e azione moderna sul mercato bancario.

Se ne è avuta dimostrazione alcuni giorni fa durante l’incontro della Cassa Rurale con il panorama associazionistico delle zone trentine e veronesi dove la banca agisce ogni giorno.

Un incontro partecipato e utile per essere aggiornati su novità e iniziative.

Apertura affidata agli interventi del presidente Primo Vicentini e del direttore Giuliano Deimichei (nella foto). “Nel 2019 la Cassa Rurale ha erogato 450mila euro a oltre 400 enti e associazioni di volontariato – è stato evidenziato – Il dato conferma l’impegno della Cassa Rurale nel garantire ossigeno a centinaia di realtà che fondano forza ed esistenza sul volontariato”.

Tra le iniziative in cantiere una è di particolare attualità. Asset (Associazione di servizio ai soci e ai territori di operatività della Cassa Rurale Vallagarina), guidata dal presidente Emiliano Trainotti, ha presentato il progetto di acquisto di stoviglie ecosostenibili per le associazioni. “Il progetto – ha spiegato Trainotti - mira a coinvolgere numerose associazioni che somministrano alimenti sul territorio della Vallagarina, Altipiani Cimbri, zona veronese di Caprino e Rivalta e tutto l’altipiano della Lessinia. Obiettivo: sostenere le associazioni nella scelta virtuosa di abbandonare la plastica “usa e getta” a favore di prodotti biodegradabili e sostenibili a tutela dell’ambiente e in alternativa ai rifiuti non riciclabili. Una scelta etica e ambientale che può essere onerosa per una singola associazione. Per questo, ASSeT e la Cassa Rurale Vallagarina, hanno pensato di proporre un acquisto che garantirà prezzo conveniente e accessibile. La somministrazione di cibi e bevande su stoviglie compostabili durante le manifestazioni, inoltre, darà prova di una presa di coscienza nuova, volta a ridurre la produzione di rifiuti non riciclabili e aiuterà a sensibilizzare maggiormente i fruitori”.

Ricordiamo che, ASSeT, è stata creata dodici anni fa. Oggi ha più di mille soci. La Cassa Rurale è socio fondatore. Organizza attività culturali, incontri e serate formative per soci o associazioni del territorio, iniziative su ambiente e risparmio energetico, sviluppo dell’intercooperazione, collabora con le scuole.

L’incontro con le associazioni si è concluso con l’intervento di Franca Della Pietra, riferimento per la prima consulenza fiscale e normativa alle associazioni. "Ha illustrato gli aggiornamenti sulla riforma del terzo settore e le opportunità per alcuni tipi di realtà associative e alcune recenti novità fiscali - viene spiegato - Tra queste la fatturazione elettronica e l’esenzione dell’imposta di bollo per le associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro riconosciute dal Coni, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano".