04 marzo 2020
Condividi il link su:

Cassa Rurale Vallagarina aderisce a “M’illumino di meno”

Venerdì 6 marzo visita ai Vivai Tomasi con apericena a lume di candela in linea con il titolo di questa edizione: “spegni la luce e pianta un albero”.

Venerdì 6 marzo visita ai Vivai Tomasi con apericena a lume di candela in linea con il titolo di questa edizione: “spegni la luce e pianta un albero”.

In occasione della nuova edizione di “M’illumino di meno” (sul tema “spegni la luce e pianta un albero”) la Cassa Rurale Vallagarina promuove una iniziativa indirizzata ai giovani soci tra i 18 e i 30 anni di età.

Il 6 marzo è in calendario la visita guidata con Apericena (a lume di candela) ai Vivai Tomasi di Santa Margherita di Ala, località servita dall’istituto di credito cooperativo.

“Rappresenta una bella occasione per i ragazzi – spiegano i vertici della Cassa Rurale – perché si darà loro l’opportunità di conoscere da vicino una delle nostre realtà aziendali e, allo stesso tempo, richiamare l’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità. Il titolare del Vivaio condurrà i giovani ospiti nella visita all’azienda a conduzione familiare e racconterà la loro storia con qualche aneddoto e curiosità”.

Cassa Rurale Vallagarina non è nuova a iniziative di questo tipo. A fine 2019, infatti, i giovani soci avevano visitato un birrificio artigianale a Caprino Veronese, località dove lo scorso ottobre si è tenuto il taglio del nastro della filiale completamente rinnovata e potenziata nei servizi riservati a soci e clienti. Nella prima metà dell’anno i giovani soci hanno invece partecipato al ciclo di tre serate “cassetta degli attrezzi”, dedicate all’approfondimento di temi quali public speaking, metodo di studio, valorizzazione delle proprie attitudini.

Ricordiamo che, i giovani soci della Cassa Rurale Vallagarina, sono 650 e rappresentano l’8,5% della base sociale. “Nel corso del 2019 – viene precisato - abbiamo registrato 84 nuove adesioni a socio di giovani fino a 30 anni di età a testimonianza del senso di appartenenza espresso alla banca della comunità locale e al desiderio di essere partecipi della vita e dell’agire quotidiano di una istituzione di comunità quale è la Cassa Rurale”.

In tema di iniziative indirizzate ai soci più giovani “nel corso del 2020 sono in programma altre visite culturali e uscite ricreative sempre nel territorio servito nella quotidianità dalla Cassa Rurale, cui si unirà la possibilità di conoscere da vicino altre realtà aziendali”.