06 dicembre 2019
Condividi il link su:

Cantina Sociale di Avio: i viticoltori soci hanno detto sì al bilancio

Il teatro comunale ha ospitato l’assemblea annuale dei soci. Alla base sono stati presentati i numeri di un bilancio di soddisfazione.

Il teatro comunale ha ospitato l’assemblea annuale dei soci. Alla base sono stati presentati i numeri di un bilancio di soddisfazione.

Il teatro comunale di Avio ha ospitato l’assemblea dei soci della Cantina di Avio che ha approvato all’unanimità il bilancio dell’esercizio consegnato agli archivi.

Il presidente Lorenzo Libera, il direttore Matteo Mattei e i consulenti del settore agricole della Federazione Trentina della Cooperazione hanno presentato i principali numeri di una annata soddisfacente sia per la qualità delle uve e sia per il liquidato ai viticoltori soci.

“Prosegue – ha spiegato Libera – il buon andamento delle valorizzazioni delle produzioni dei nostri soci, frutto dell’attività della nostra filiera che si concretizza nel rapporto con il Consorzio Cavit i cui risultati si riflettono positivamente anche nel bilancio della nostra Cantina”.

Interessante l’intervento del direttore di Cavit, Enrico Zanoni. Dopo aver illustrato i risultati positivi del Consorzio delle cantine sociali trentine ha accennato gli obiettivi di mercato per i prossimi anni. Un momento significativo è stato vissuto quando, un gruppo di soci anziani, ha premiato l’enologo Anselmo Martini, direttore tecnico di Cavit, prossimo a godersi la meritata pensione concluso il proprio cammino professionale percorso interamente in Cavit.

“Un altro motivo di soddisfazione – ha aggiunto Libera – arriva dal conseguimento, anche per la stagione appena conclusa, della certificazione ministeriale SQPNI sulla produzione delle uve e di conseguenza anche sui vini prodotti. I soci sono i veri protagonisti di questi traguardi e a loro, insieme allo staff della Cantina, deve essere rivolto un sincero ringraziamento per aver dimostrato senso di appartenenza alla propria cooperativa e fiducia nell’aderire alle direttive per un’agricoltura sostenibile in tutti i suoi ambiti, che, rappresenta il futuro della nostra filiera e dell’agricoltura in generale”.

All’assemblea ha partecipato il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. “Ha espresso soddisfazione per i risultati della Cantina e – spiega il direttore Matteo Mattei - ha delineato le strategie future per gli investimenti in programma per la zona”.

I dati

“La nostra Cantina – ha aggiunto Mattei - ha archiviato l’esercizio con risultati molto lusinghieri. Abbiamo confermato sostanzialmente la remunerazione ad ettaro dello scorso esercizio, aspetto non scontato, viste le generose produzioni. Per la vendemmia 2018 i soci hanno ricevuto poco meno di 15mila euro a ettaro. E’ stato conseguito un rafforzamento patrimoniale della cooperativa contestualmente a una riduzione del debito bancario, aspetti che rendono la nostra realtà più solida ed in equilibrio per affrontare i prossimi obiettivi. La cantina riceve in conferimento le uve prodotte su 750 ettari di vigneto – ha concluso Mattei – per la grande maggioranza produzioni a Doc, fattore che ci ha consentito di raggiungere l’equilibrio quasi ottimale tra produzione e costi”.

Hanno partecipato all’assemblea i sindaci di Avio, Federico Secchi, di Brentino Belluno Alberto Mazzurana, di Dolcè Massimiliano Adamoli e Rivoli Veronese Armando Lucchesa, comuni ove operano i soci conferenti della Cantina Sociale di Avio.

Assieme a loro anche i vertici della Cassa Rurale Vallagarina: il presidente Primo Vicentini e il direttore Giuliano Deimichei.