Il fondale del Lago di Garda custode dello Spumante Brezza Riva Riserva Sabato, 27 Giugno 2020

Un evento unico nella storia del Lago di Garda. La mattina del 27 giugno, 1.216 bottiglie di quello che diventerà il Brezza Riva Riserva Blanc de Blancs (TrentoDOC Spumante Metodo Classico) sono state collocate a 38 metri di profondità, dove riposeranno nel fondale del lago per dodici mesi. Una operazione spettacolare, quella effettuata da Cantina Riva del Garda, che permetterà alle prestigiose bottiglie di Spumante di proseguire la loro maturazione in condizioni di temperatura, pressione e luce del tutto particolari. 

“A queste profondità, con una temperatura costante che oscilla in modo lento tra i 9 e i 13 gradi, in assenza di luce e rumori, le 1.216 bottiglie di Spumante Brezza Riva Riserva troveranno le migliori condizioni per una lenta e incessante maturazione”, spiega Furio Battelini, enologo di Cantina Riva del Garda. Un processo di vinificazione iniziato con la pressatura soffice delle uve e solo il primo 55% della Cuvée utilizzata, proseguito un mese fa con il tiraggio e ora con la maturazione nelle profondità del Lago di Garda, a trentotto metri di profondità e sessanta dal porto San Nicolò. 

Con una spettacolare operazione del Gruppo Sommozzatori di Riva del Garda, coadiuvati dai Vigili del Fuoco Volontari di Riva del Garda, questa mattina è quindi iniziata la fase di maturazione delle bottiglie che rappresenteranno la punta di diamante della produzione di Cantina Riva del Garda. Si tratta di uve Chardonnay che crescono in un prezioso vigneto collocato nell’Alto Tennese e condotto interamente in modo biologico, per una resa che non supera i 40 hl per ettaro. Quindi, ci si aspetta uno spumante con perlage fine e persistente che tra dodici mesi emergerà dal profondo del lago e consumerà la sua ultima fase di maturazione per ulteriori due anni, fino alla commercializzazione come Pas Dosè. 
“Condizioni uniche per uno Spumante unico” 
Temperatura costante, pressione superiore a quella atmosferica e il cullare delle correnti per tutto il periodo di permanenza nel fondo del lago sono i tre compagni di viaggio del Brezza Riva Riserva. Quello che rende unico questo eccezionale esperimento è il fatto che per la prima parte della maturazione sui lieviti, le 1.216 bottiglie potranno letteralmente godere di una più bassa differenza tra pressione del lago e quella che si realizza al loro interno. “A quella profondità c’è sia una minore differenza tra pressione interna alle bottiglie - all’incirca 6 bar - e quella del lago - costante a quasi 5 bar - sia la quasi totale assenza di ossigeno. Queste sono condizioni difficilmente realizzabili in superficie che abbattono decisamente lo scambio gassoso esterno-interno, permettendo una maturazione più lenta", spiega Battelini. 

Ma non è tutto. Infatti, il dolce cullare delle correnti che a quelle profondità accarezzano le bottiglie, impedirà che al loro interno, nella importante fase di autolisi, si formino depositi e stratificazioni, in particolare dei lieviti, i quali in condizioni normali decadono. Invece, sarà proprio quel cullare perpetuo a mantenere il moto dei sedimenti all’interno delle bottiglie, i quali arricchiranno ancora di più lo spumante di profumi e struttura. In altre parole, sarà la Brezza del Lago e le sue correnti ad occuparsi e prendersi cura delle 1.216 bottiglie, in una situazione impossibile da riprodurre altrimenti. 

Le eccellenze racchiuse nella linea Le Selezioni 
Cantina Riva del Garda ha concentrato la sua produzione d’eccellenza nella linea Le Selezioni. Il Pinot Nero Biologico di Maso Èlesi rappresenta la punta di diamante de Le Selezioni. Il cru bordolese di Maso Lizzone, invece, cresce nella valle del Sarca dove, appunto, i vigneti formano questo cru composto da Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Il Merlot Trentino DOC Créa, prende il nome proprio dalle argille nelle quali affondano le radici i vigneti più vocati nel Garda, mentre a Loré trovano posto i vigneti che danno origine allo Chardonnay Trentino Superiore DOC Loré. 
Al Lago di Garda, una Storia millenaria che sposa la tradizione del vino 
Da oltre due millenni, l’Alto Garda Trentino è terra ideale per la coltivazione dell’uva. Tradizione che si perde nella notte dei tempi, con il poeta e viticoltore Catullo capace di contagiare l’Imperatore Giulio Cesare e il suo amore per quel vino nato sulle rive del Lago di Garda. È proprio la storia del Benaco - così il lago veniva chiamato al tempo dei Romani - meta di pellegrinaggio di Dante e Goethe, a parlare costantemente di vino e di olio. Una tradizione enologica che si fonde con la Storia, raccolta da Cantina Riva del Garda nel lontano 1926. È la storia di 350 soci conferitori di vino e olio, appassionati della loro terra e degli splendidi prodotti che offre. Quale situazione migliore per un evento eccezionale, quindi, che vuole anche render omaggio al Lago di Garda: terra di confine tra acqua, terra e abbondanza.

Fonte: Ufficio Stampa Agraria Riva del Garda 

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Venerdì, 27 Marzo 2020 La natura non si ferma, Agraria non si ferma

    Di fronte all’emergenza sanitaria in corso che ha rivoluzionato le vite di tutti noi, Agraria Riva del Garda reagisce e guarda avanti, ma nel pieno rispetto di tutte le normative per la...
  • Mercoledì, 15 Maggio 2019 Agricoltura e turismo, la sfida è nella qualità globale di prodotti e territorio

    Gli Stati generali della montagna hanno visto a Riva del Garda la serata dedicata alla qualità dei prodotti e del territorio per il settore del turismo ed agricoltura. Raccogliendo la...
  • Lunedì, 13 Maggio 2019 Agraria Riva: Pinot Nero premiato

    Pinot Nero Maso Elesi 2016 ancora sugli scudi alla 18.a edizione del Concorso Nazionale del Pinot Nero organizzato ad Egna. Ottavo posto assoluto in una classifica altamente selettiva. Grande...
  • Giovedì, 09 Maggio 2019 Momenti olivicoli. Ad Agraria Riva del Garda

    I risultati del progetto di innovazione e ricerca per l’olio extravergine di oliva dell’Alto Garda Trentino.
  • Venerdì, 19 Aprile 2019 Agraria di Riva: conferme per la cantina, successi per il frantoio

    A pochi mesi dall’inizio dell’anno i vini e gli extravergine della cooperativa di Riva del Garda possono già vantare numerosi premi e riconoscimenti: una gradita conferma del duro lavoro...
  • Giovedì, 07 Marzo 2019 Fugatti in visita alla cooperativa Agraria Riva del Garda

    Un'azienda cooperativa che è fiore all'occhiello del territorio, attenta all'innovazione tecnologica e rispettosa della tradizione, con la mission di dedicarsi alla cura e al mantenimento del...
  • Giovedì, 25 Ottobre 2018 Agraria Riva a Good Morning America

    Giovedì scorso, 18 ottobre, Agraria Riva del Garda è stata presente all’interno del programma mattutino Good Morning America in onda su ABC, il network americano con maggior successo di ascolti.
  • Martedì, 16 Ottobre 2018 Agraria Riva: Good Morning America

    Il 18 ottobre Agraria sarà presente all’interno del programma mattutino Good Morning America in onda su ABC, il network americano con maggior successo di ascolti.
  • Giovedì, 04 Ottobre 2018 Agraria di Riva del Garda: frantoio tutto nuovo

    Dopo diversi anni di attente valutazioni, Agraria Riva del Garda ha rinnovato il proprio frantoio.
  • Giovedì, 20 Settembre 2018 Imperiale cambia veste e si tinge di oro

    Da oggi anche il nostro olio Imperiale Garda Trentino DOP cambia veste e si rinnova, a completamento di un’evoluzione di packaging che ha visto protagonisti dapprima Uliva e poi 46° Parallelo,...
  • Perché occuparsi di sostenibilità? Mercoledì, 14 Novembre 2018

    Quello della sostenibilità è un tema di grande attualità all'interno del movimento cooperativo trentino. Il video propone una sintesi dei punti di vista presentati nel corso degli incontri organizzati dall'associazione Giovani Cooperatori Trentini per approfondire la sostenibilità agroalimentare, ma anche la biodiversità e i nuovi stili di vita possibili.

  • Di Comune in Comune - puntata 5 Lunedì, 05 Marzo 2018

    Territorio: Comune di Riva del GardaCooperative coinvolte: Archè, Agraria di Riva del Garda

  • Nasce la Comunità del cibo Garda Dolomiti Giovedì, 10 Novembre 2016

    Sette prodotti che rappresentano altrettante eccellenze della cooperazione agricola trentina di Alto Garda, Giudicarie e Valle dei Laghi. “Punte” di una produzione fortemente radicata sul territorio, di cui esprime le caratteristiche, la forza e l'impegno di tanti produttori associati in cooperativa. Nasce da questi presupposti l'associazione “Comunità del cibo Garda Dolomiti” che si presenterà ufficialmente domani alla cantina di Toblino. I promotori di...

  • L'olio dell'Agraria di Riva del Garda Giovedì, 06 Ottobre 2016

    L'olio prodotto dall'Agraria di Riva del Garda, raccontato dal direttore Massimo Fia.

  • Io vado fuori | Agraria di Riva del Garda Lunedì, 14 Luglio 2014

    L'esperienza dell'Agraria di Riva del Garda raccontata dal direttore Massimo Fia

  • Mondo cooperativo 2014 - puntata 1 Lunedì, 30 Giugno 2014

    Nella prima puntata di "Mondo cooperativo": l'inaugurazione del nuovo negozio a Trento di Mandacarù, la sperimentazione in collaborazione con la Federazione delle scuole materne dell'I-Theatre creato dalla cooperativa Computer Learning, le nuove inaugurazione della cooperazione di consumo a Carano (Famiglia Cooperativa di Cavalese) e Strigno (Famiglia Cooperativa Valsugana) e il vademecum sulla cooperazione (Perchè costituire una cooperativa?). In chiusura lo chef Cristian Bertol mostra...

  • TCA | La cooperazione: dalla terra alla tavola - Olio extravergine Dop del Garda Mercoledì, 16 Gennaio 2013

    Agraria di Riva del Garda, olio di oliva extravergine del Garda, gli oliveti dove vengono coltivate e raccolte le olive che diventano prezioso nettare Dop – Denominazione di Origine Protetta. Non solo immagini ma anche interviste con il presidente e il direttore di Agraria Riva, Roberto Planchestainer e Massimo Fia, e l’enologo Furio Battelini. Perché, Agraria Riva, è soprattutto olio di oliva ma è anche vino e molti altri prodotti che si possono acquistare nella...