30 luglio 2022
Condividi il link su:

Tutto nuovo a Sporminore il punto vendita della Famiglia Cooperativa Primanaunia

Il taglio del nastro nel tardo pomeriggio di oggi ha riconsegnato alla comunità locale il negozio della cooperativa di consumo.

Il taglio del nastro

C’è del nuovo a Sporminore.

Nel tardo pomeriggio di oggi è stato inaugurato il punto vendita, completamente rinnovato, della Famiglia Cooperativa Primanaunia.

Un mese di lavori che ha permesso di riconsegnare ai consumatori soci e clienti un negozio di 171 metri quadrati “dal layout moderno e funzionale e un punto vendita attento alla sostenibilità ambientale a iniziare dall’efficientamento energetico con soluzioni innovative per la refrigerazione e per l’illuminazione”.

“Quanto concretizzato nel punto vendita di Sporminore ha segnato l’avvio di una serie di restyling destinata a interessare la rete di negozi della nostra Famiglia Cooperativa – ha spiegato il presidente Valentino Paternoster – Questo perché il consiglio di amministrazione assieme alla direzione della nostra cooperativa di consumo è convinta sia doveroso presentare ai soci e ai clienti un punto vendita gradevole e funzionale”.

La Famiglia Cooperativa Primanaunia, risultato dell’unificazione tra le cooperative di consumo di Campodenno, Sporminore e Vigo di Ton (tutte tre nate nel 1895)  – è diretta da Amedeo Bertolini, guida di uno staff formato da venti collaboratrici e collaboratori a servizio quotidiano nei nove punti vendita attivi in altrettante località. Il fatturato annuo è di 3 milioni 700 mila euro e la base conta 1400 soci. “Nel dettaglio – ricorda il direttore Bertolini – la nostra rete di negozi è presente a Sporminore, Vigo di Ton, Campodenno, Vervò, Termon, Toss, Segno, Priò e Tres. Ritengo importante evidenziare un altro aspetto: nei nove centri dove siamo presenti il punto vendita della Famiglia Cooperativa è il solo negozio a servizio della località”.

Gli interventi

Nel corso dell’evento inaugurale sono intervenuti i rappresentanti istituzionali.

Elisa Dissegna, assessora a cultura e istruzione del Comune di Sporminore, ha rimarcato la fortuna per una comunità locale di poter contare un punto vendita della cooperativa di consumo.

"Un momento importante per questa comunità - ha sottolineato l'assessore provinciale all'agricoltura Giulia Zanotelli - che conferma il ruolo della Cooperazione nell'assicurare al territorio servizi che migliorano la qualità della vita dei cittadini che abitano nei paesi delle nostre vallate e delle nostre montagne. Alle esigenze del territorio va data attenzione, con il contributo sia delle istituzioni che dei soggetti privati".

Presente all’evento inaugurale Lorenzo Ossanna, assessore della Giunta Regionale del Trentino Alto Adige che ha messo in luce l’importante funzione rivestita dai punti vendita della cooperazione di consumo.

Il vicepresidente di Sait, Giorgio Corradi, ha evidenziato che il negozio di Sporminore è un punto vendita attraente che conferma l’impegno espresso dalla cooperativa di consumo per migliorare il servizio ai consumatori soci e clienti.

Per Giuliano Bernardi, responsabile dell’area servizi integrati e referente per il settore consumo della Federazione Trentina della Cooperazione, “fare investimenti di questo tipo oggi, in un momento così difficile e complicato, vuol dire innanzitutto essere coraggiosi e avere fiducia nel futuro. Inoltre il punto vendita della Famiglia Cooperativa è un importante luogo di ritrovo per il paese, dove le persone si possono incontrare e intrattenere relazioni.  Un aspetto che ha un valore e una funzione sociale enorme, apprezzata purtroppo solo quando questi riferimenti vengono a mancare e il cui valore non può essere misurato in termini economici”.

Benedizione del punto vendita affidata a don Daniele e taglio del nastro hanno ultimato l’evento inaugurale.

Risorse correlate