01 luglio 2022
Condividi il link su:

Rinnovo integrativo contratto Famcoop. Italo Monfredini: il tavolo sarà convocato entro il mese

In merito al presidio sindacale di oggi davanti alla sede della Federazione sul rinnovo del contratto integrativo delle Famiglie Cooperative, il consigliere delegato alle relazioni sindacali Italo Monfredini ha incontrato una delegazione delle tre single sindacali di categorie e ha assicurato loro che il tavolo di negoziazione sarà convocato entro il mese di luglio.

In tale sede si affronterà il tema della compatibilità di quanto garantito dal contratto integrativo con i bilanci delle Famiglie Cooperative.
Un momento dell'incontro con Italo Monfredini (da dx) e Alessandro Ceschi

Stamani presidio di protesta davanti all’ingresso della Federazione Trentina della Cooperazione in via Segantini a Trento. Alla base della protesta, la mancata convocazione del tavolo di trattativa per il rinnovo del contratto integrativo provinciale che riguarda i dipendenti delle settanta Famiglie Cooperative trentine.

In tarda mattinata, una delegazione delle tre sigle sindacali di categorie ha incontrato il vicepresidente vicario della Federazione con delega ai rapporti sindacali Italo Monfredini e il direttore generale della Federazione Alessandro Ceschi.

I sindacati hanno ribadito la richiesta di riavviare le trattative (che peraltro non si erano mai interrotte) con l’obiettivo di arrivare in tempi brevi ad un accordo.

«Non sta a noi commentare la protesta di oggi – ha dichiarato Italo Monfredini -. Si tratta di una trattativa difficile, parallela rispetto al contratto nazionale, che ha per oggetto l’integrativo provinciale.

Il tema di fondo è la compatibilità di quanto garantito dall’integrativo provinciale con i bilanci delle circa settanta Famiglie Cooperative. L’incidenza del costo del lavoro nella cooperazione di consumo è più alta rispetto a quella dei concorrenti con cui ci confrontiamo tutti i giorni.

Questo sarà il tema che noi proporremo alla prossima convocazione del tavolo che sarà certamente fatta entro la fine di questo mese».

Risorse correlate