29 dicembre 2021
Condividi il link su:

Ricerca, la Fondazione Cassa Rurale di Trento assegna le borse di studio a giovani “cervelli” trentini

Federico Maggipinto, laurea in ingegneria informatica, frequenterà un master del Politecnico di Torino e Varsavia sulla sostenibilità ed energie rinnovabili; Aurora Melpignano, diploma all’Accademia delle Belle Arti di Brera, approfondirà gli studi di scenografia alla prestigiosa National Film and Television School di Londra.

Sono loro i vincitori – entrambi 23enni – delle borse di studio da 12mila euro per l’alta formazione messe in palio dalla Fondazione Cassa Rurale di Trento.

Giovani che spiccano il volo, esempio di capacità e voglia di mettersi in gioco. Nella cornice di Palazzo Geremia, sala Falconetto, a Trento, la Fondazione Cassa Rurale di Trento ha consegnato le borse di studio a giovani che intraprendono progetti di formazione di alto valore. Selezione molto rigorosa, tanto che le borse di studio assegnate sono state solo due su tre previste perché la terza, area economica giuridica, non è stata assegnata.

Nel corso del suo intervento Rossana Gramegna, presidente della Fondazione, ha evidenziato l’importanza di creare le condizioni «per far crescere in maniera armonica questo territorio, sia dal punto di vista economico, sia sociale e culturale. La Fondazione vuole dare un contributo aiutando giovani talentuosi a formarsi su progetti di qualità nei migliori istituti a livello internazionale. L’augurio è che poi possano mettere a terra le competenze acquisite sul territorio trentino».

Alla premiazione hanno presenziato anche l’assessora comunale alle politiche giovanili e cultura Elisabetta Bozzarelli («Grazie ai premiati, cemento di coesione sociale che permette di ripartire») ed Ermanno Villotti, vicepresidente della Cassa di Trento, di cui la Fondazione è emanazione.

Le Borse di Studio

Selezionati da un comitato scientifico composto da Diego Schelfi, Alessandra Saletti (responsabile ufficio stampa Università di Trento) e Laura Zumiani (responsabile programmazione Trento Film Festival), i due vincitori sono entrami 23enni di Trento. .

Federico Maggipinto, ambito tecnico – scientifico, laureato a Trento in Ingegneria dell'Informazione e Organizzazione d'Impresa, è impegnato nel progetto “Ambassador in Green Technologies + Athens Programme” che si svolge presso il Politecnico di Milano e Politecnico di Varsavia. 

Il progetto fa parte di un accordo interuniversitario comprendente sette atenei italiani d’eccellenza sulle Tecnologie per le Transizioni. La finalità è quella di creare delle nuove figure professionali in linea con alcuni dei temi più attuali e delicati, come la sostenibilità, le energie rinnovabili e il sostegno fornito dalle nuove tecnologie. 

Aspettative? «Poter lavorare, mettere in pratica quello che sto imparando, perché sto capendo quanto sia particolarmente importante il tema della sostenibilità applicato a tutti gli ambiti. Voglio fare esperienza nel mondo per imparare e acquisire nuove conoscenze, poi mi piacerebbe tornare in Italia e magari a Trento, ottimo approdo per queste tematiche»

Per l’ambito umanistico – artistico la seconda borsa di studio è stata assegnata ad Aurora Melpignano, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera, per il progetto “Production Design - Scenografia (Apprendimento delle tecniche avanzate di composizione, modellazione, animazione e progettazione scenografica.)” da svolgere presso la National Film and Television School di Londra. 

L'obiettivo del master (cuore del progetto) della prestigiosa scuola di cinema e televisione è formare nuovi professionisti capaci della professione di Set designer e direttore artistico, attraverso l’approfondimento di aspetti differenti delle produzioni cinematografiche e audiovisive e la creazione di un portfolio efficace. 

«Spero di riuscire a realizzare il mio sogno di diventare scenografa. Ho studiato scenografia teatrale a Brera, volevo fare una esperienza all’estero ed eccomi qua».

Risorse correlate
Scarica le immagini ad alta risoluzione
borse-studio.jpg