11 febbraio 2019
Condividi il link su:

Val di Fiemme Cassa Rurale ha vinto la trentottesima Slipegada

La tre giorni che ha visto in azione amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine e degli enti centrali è stata ospitata a Bellamonte e Passo Lavazè. Quasi ottocento in gara in rappresentanza di ventiquattro realtà.

La tre giorni che ha visto in azione amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine e degli enti centrali è stata ospitata a Bellamonte e Passo Lavazè. Quasi ottocento in gara in rappresentanza di ventiquattro realtà.

Settima volta per la Slipegada in Val di Fiemme. Prima volta in cima al podio per “Val di Fiemme Cassa Rurale”, istituto di credito cooperativo nato dalla fusione delle Casse Rurali Centrofiemme-Cavalese e Val di Fiemme.

Fattore campo confermato per la tre giorni sciistica (e non solo sciistica) che, lo scorso fine settimana, ha visto confrontarsi sulle piste di Bellamonte e di Passo Lavazè, poco meno di ottocento concorrenti tra amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine degli enti centrali. Ciaspolada, scialpinistica, prova di sci nordico e gare di sci alpino hanno caratterizzato il calendario agonistico da venerdì 8 a domenica 10 febbraio.

“Siamo soddisfatti perché la risposta è stata davvero considerevole e anche le condizioni meteo sono state favorevoli se si eccettua la giornata di domenica caratterizzata da cielo coperto – spiega Paolo Baldessarini, presidente del comitato organizzatore – I quasi ottocento concorrenti hanno animato i tre giorni di gara valorizzando lo spirito agonistico ma, soprattutto, il senso di appartenenza, il desiderio di esserci, di animare un evento che ha registrato al cancelletto di partenza delle molte prove in programma chi, nella quotidianità, opera nel mondo del credito cooperativo. Colgo l’occasione per ricordare che, rispetto al passato, il regolamento della Slipegada è mutato. Infatti premia la partecipazione e non solo i risultati nelle singole prove. In buona sostanza viene considerata la partecipazione in tutte le prove del programma delle gare”.

Val di Fiemme Cassa Rurale, guidata dal presidente Marco Misconel, è stata affiancata sul podio da Cassa Rurale Val di Non (seconda) e da Cassa Rurale Dolomiti di Fassa Primiero e Belluno (terza).

Nella classifica generale sono seguite Cassa Rurale Alto Garda al quarto posto, Cassa Rurale Vallagarina quinta (vincitrice della scorsa edizione), Cassa Centrale Banca al sesto posto, Assicura settima.

Ottava piazza per Phoenix-Fondo Comune delle Casse Rurali Trentine, nono posto Cassa Rurale Adamello Brenta, decima Cassa Rurale di Trento. Undicesima Federazione Trentina della Cooperazione.

Non solo agonismo perché, la tre giorni, ha proposto “i consueti momenti di convivialità utili a cementare rapporti di amicizia – conclude Baldessarini – Penso, ad esempio, alla Sipe Fest occasione per condividere il desco in un clima di gioia e di serenità e, perché no, per gettare le basi della prossima edizione. Le candidature non mancano. Come dire: l’obiettivo è focalizzato fin d’ora all’edizione numero trentanove”.