08 gennaio 2019
Condividi il link su:

“Nel ventre del pescecane”. Giovedì la presentazione del libro

Nel Ventre del pescecane è un libro colloquiale, scritto da Paolo Segnana (direttore della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo), pubblicato da Erickson, pensato e prodotto per aiutare (chi ha poco tempo da dedicare alla lettura) a capire a grandi linee la situazione complessa che stiamo vivendo.

Nel Ventre del pescecane è un libro colloquiale, scritto da Paolo Segnana (direttore della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo), pubblicato da Erickson, pensato e prodotto per aiutare (chi ha poco tempo da dedicare alla lettura) a capire a grandi linee la situazione complessa che stiamo vivendo.

Il libro parla di come la globalizzazione abbia tradito le aspettative di ognuno e di come la società sia sempre meno civile, il lavoro sempre più precario e meno retribuito, le prospettive per i giovani – penalizzati dalle scelte delle generazioni precedenti – sempre più incerte.

Nonostante questo la globalizzazione non è in sé un fenomeno negativo. Deve, però, essere compresa per sfruttarne al meglio le potenzialità.

La natura ci dice che non siamo fatti solo per competere in un’ottica individualistica ma anche per collaborare, per essere generosi e altruisti e che questo è, in definitiva, l’atteggiamento più conveniente.

La presentazione del libro è in programma

giovedì 10 gennaio alle ore 18

alla Libreria Erickson in via del Pioppeto, 24 a Gardolo di Trento

Accanto a Paolo Segnana sarà presente Marco Furgeri, insegnante di professione, anch’egli autore di lavori editoriali.

“L'idea di questo libro – spiega Segnana - è nata da un messaggio di posta elettronica scritto e inviato a Stefano, il maggiore dei miei due figli, in occasione del suo ventesimo compleanno. Il messaggio parlava del tempo complesso in cui ci è toccato in sorte di vivere e delle sfide che - volenti o nolenti - ci attendono. Lo stesso fa questo libro, che immagino come un messaggio chiuso in una bottiglia e gettato in mare in cerca di destinatari casuali ed elettivi”.