22 febbraio 2019
Condividi il link su:

“Magnar bem su l’ert”. Con la Famiglia Cooperativa Monte Baldo

C’è tempo fino a sabato 2 marzo per iscriversi all’iniziativa della cooperativa di consumo. Seconda edizione, in calendario nella serata di giovedì 7 marzo, proposta sempre con la collaborazione dell’Associazione Cuochi Trentini.

C’è tempo fino a sabato 2 marzo per iscriversi all’iniziativa della cooperativa di consumo. Seconda edizione, in calendario nella serata di giovedì 7 marzo, proposta sempre con la collaborazione dell’Associazione Cuochi Trentini.

Seconda edizione dell’iniziativa della Famiglia Cooperativa Monte Baldo, guidata dalla presidente Maria Elisa Andreolli, con la collaborazione dell’Associazione Cuochi Trentini.

Una proposta indirizzata a chi apprezza la buona cucina e le tipicità del territorio del Monte Baldo e dell’Altipiano di Brentonico.

Lo scorso anno “Magnar bem su l’ert” (tradotto: mangiare bene sull’irto) era stata dedicata ai primi piatti.

Quest’anno la maestrìa degli chef si esprimerà nella preparazione dei secondi piatti.

L’appuntamento è in calendario giovedì 7 marzo dalle ore 19 alle ore 22.30, a Crosano, negli spazi che, in passato, ospitavano le scuole. “C’è tempo fino a sabato 2 marzo per iscriversi – spiega Amedeo Bertolini, direttore della Famiglia Cooperativa Monte Baldo – E’ sufficiente rivolgersi ai punti vendita della nostra cooperativa di consumo. I posti disponibili sono una trentina. Lo scorso anno li avevamo esauriti in pochissimo tempo. Tanta era stata la curiosità come molta era stata la soddisfazione espressa da chi non si era lasciato sfuggire questa opportunità”.

I secondi piatti preparati saranno “semplici ma molto curati e cucinati con i prodotti del territorio – aggiunge Bertolini - i prodotti a chilometro zero per intenderci. Una scelta per valorizzare le molte peculiarità delle zone dove operiamo nella quotidianità. Lo staff di cuochi sarà guidato da Stefano Goller, presidente dell’Associazione Cuochi Trentini, chef apprezzato e volto noto perché ospite di trasmissioni televisive”.

Quota di partecipazione: venticinque euro per i soci della Famiglia Cooperativa Monte Baldo, trenta euro per i non soci. “Nel suo piccolo questa iniziativa dimostra che – conclude Bertolini - essere soci di Famiglia Cooperativa conviene”.