23 novembre 2020
Condividi il link su:

La cura delle relazioni in tempo di incertezza

Come i genitori possono aiutare i propri figli a trasformare l'incertezza in opportunità.

Come i genitori possono aiutare i propri figli a trasformare l'incertezza in opportunità.

Un webinar per parlare di relazioni educative e di cura in questo faticoso momento che stiamo vivendo: è la proposta rivolta a genitori e adulti con ruoli educativi che offre a tutti gli interessati il progetto Dialogo. Giovedì 26 novembre 2020, alle 20.30, Alessia Franch e Matteo Calliari, esperti di educazione, si confrontano sul tema La cura delle relazioni in tempi di incertezze. L’appuntamento, che verrà trasmesso sul canale You Tube Progetto92 Coop, cercherà di leggere le difficoltà educative che gli effetti della pandemia stanno provocando o aumentando per i bambini, i ragazzi, le loro famiglie, gli educatori. Alessia Franch e Matteo Calliari proporranno qualche spunto di riflessione e qualche possibile strategia per poter affrontare con maggior consapevolezza, serenità ed efficacia il complesso ruolo di cura e di accompagnamento di bambini e adolescenti. I partecipanti potranno inviare via whatsapp ai relatori eventuali domande.

Il progetto Dialogo nasce grazie al bando Welfare km zero di Fondazione Caritro, Provincia autonoma di Trento e Fondazione Demarchi e riguarda nello specifico i territori delle Valli di Non, Sole e Giudicarie. Promosso dalla cooperativa sociale Progetto 92, vede come partner le cooperative la Coccinella e Incontra, le Comunità della Val di Non, della val di Sole e delle Giudicarie, nonché la stessa Federazione trentina della cooperazione; sono coinvolte anche casse rurali e famiglie cooperative dei territori interessati.

Dialogo intende lavorare in particolare su:

  • Promozione, formazione e sostegno a forme di prossimità e impegno verso altre persone della propria comunità (dall’accoglienza familiare ad altre modalità di aiuto, accompagnamento, supporto). All’interno di questa dimensione si sta lavorando anche ad un percorso mirato a sviluppare opportunità per il riuso (arredi, abbigliamento, attrezzature per la prima infanzia…) che oltre a promuovere sostenibilità e consumo responsabile possono venire incontro a situazioni di vulnerabilità economica e povertà.
  • formazione e supporto alla genitorialità e agli adulti che svolgono funzioni educative: percorsi formativi, attività informative, sportello su tematiche educative e di cura, gruppi di confronto e mutuo aiuto, attività di socializzazione e costruzione di relazioni e reti comunitarie. Formazione e supporto anche su educazione finanziaria, gestione del budget familiare, economia domestica, promozione sani stili di vita anche attraverso l’orientamento della spesa (alimentare, per igiene…).

Fonte: Cooperativa Progetto 92

Risorse correlate