17 ottobre 2019
Condividi il link su:

Il bilancio sociale della Cassa Rurale Alta Valsugana

Numeri e iniziative verranno illustrati mercoledì 23 ottobre alle 19.45 al PalaLevico. 1milione 382mila euro per la collettività.

Numeri e iniziative verranno illustrati mercoledì 23 ottobre alle 19.45 al PalaLevico. 1milione 382mila euro per la collettività.

È un bilancio sociale che conferma e consolida l’attenzione della Cassa Rurale Alta Valsugana nei confronti di una comunità laboriosa e solidale, e i numeri lo confermano, visto che le risorse finanziarie in questo settore erogate nel corso dell’anno 2018 hanno raggiunto la cifra di 1milione382 mila euro. Risorse in crescita se rapportate al 2017, quando erano state pari a 1milione e 83mila euro. Numeri e interventi illustrati dal presidente della Cassa Rurale, Franco Senesi, in vista dell’assemblea sociale prevista mercoledì 23 ottobre al PalaLevico alle ore 19.45.

“Si tratta di un’iniezione di fiducia importante - sottolinea Senesi - nei confronti di un territorio che necessita sempre più di valorizzare un capitale umano, patrimonio di tutto il territorio. Un patrimonio che vede la Cassa Rurale attenta nell’articolare i propri interventi seguendo direttrici come la cultura, la scuola, il culto, l’aggregazione, la salute, lo sport, i giovani, le tradizioni, il volontariato e, naturalmente, la promozione economica e sociale della comunità”.

È l’appuntamento con il quale si rappresenta l’impegno di un anno, con riferimento al ruolo di una banca di credito cooperativo verso le necessità emerse in campo sociale e nel sostegno ai programmi, ai progetti e all’attività del volontariato nelle sue varie forme. Proprio sulla responsabilità sociale e sulle associazioni la Cassa Rurale Alta Valsugana è particolarmente attenta. In questo contesto non va dimenticato che una Cassa Rurale non è una banca normale, ma è qualcosa di molto di più: lavora a stretto contatto con il territorio, e la sua “mission” è quella di uno sviluppo economico legato in maniera indissolubile alla promozione sociale.

Un impegno che però vuole guardare anche al futuro e che verrà ripercorso nell’incontro sul bilancio sociale con l’illustrazione del valore intrinseco delle cifre che consentono a molte realtà del volontariato di continuare la loro vita associativa spendendosi per la comunità.

Sarà anche l’occasione per conoscere la nuova connotazione di CooperAzione Reciproca, il braccio sociale della Cassa Rurale che qualche giorno fa si è costituita in Fondazione. Nel merito entrerà il consigliere delegato Giorgio Vergot, insieme con Carla Zanella, atteso anche nell’annunciare novità interessanti nel campo della salute.

Occhi puntati anche su CooperAzione Futura, l’associazione dei giovani soci, presieduta da Ilenia Froner e seguita dalla consigliera delegata Maria Rita Ciola, che nel corso del 2018 ha espresso la sua vitalità in diversi settori puntando, in particolare, sull’approfondimento di economia e finanza e sulla formazione di una nuova classe imprenditoriale e dirigenziale fedele ai principi della cooperazione.

Nel corso dei lavori saranno premiati anche alcuni sportivi locali di valenza nazionale e internazionale che assieme a società sportive hanno dato lustro al territorio d’ambito.

A circa un anno di distanza sarà decisamente importante il riconoscimento che verrà manifestato concretamente ai Vigili del fuoco volontari per lo straordinario impegno profuso in occasione della tempesta Vaia del 29 ottobre 2018.
La serata vedrà l’apporto di alcune associazioni che si sono messe a disposizione per rendere l’intero programma ricco di contenuti, ma anche di momenti di esibizione delle proprie capacità.

La seratasi concluderà con uno spettacolo curato da Super Mario Cagol, mentre l’insostituibile Zock Gruppe si occuperà del tradizionale rinfresco, ma solo a microfoni ormai spenti.

All’uscita verranno distribuite alcune copie del calendario 2020 della Cassa Rurale Alta Valsugana. Si tratta di una pubblicazione utile a rimanere in contatto per 365 giorni con le iniziative in programma, ne riporta infatti informazioni e riferimenti. Il calendario è corredato da una serie di opere artistiche di proprietà della Cassa e verrà allegato alla rivista “Linea Diretta” che, a dicembre, verrà spedita ai soci.

Fonte: Cassa Rurale Alta Valsugana