12 ottobre 2018
Condividi il link su:

“Festa della patata del Lomaso”. A fine ottobre l’edizione numero 11

E’ tra gli eventi d’autunno più attesi e partecipati. Quest’anno è in calendario dal 26 al 28 ottobre. Tre giorni dedicati al frutto della terra.

E’ tra gli eventi d’autunno più attesi e partecipati. Quest’anno è in calendario dal 26 al 28 ottobre. Tre giorni dedicati al frutto della terra.

Nel cuore d’autunno e nel territorio del Lomaso sarà “Festa della patata”. Per l’undicesima volta. In questi giorni il comitato promotore è al lavoro per l’edizione in calendario dal 26 al 28 ottobre.

Tre giorni dedicati agli amanti della buona tavola, desiderosi di apprezzare il frutto della terra nelle molte declinazioni di un ricco menù.

Una festa destinata a caratterizzarsi per altri motivi di interesse pensati e proposti per un pubblico di giovani e meno giovani. “La tradizionale Festa della patata – spiegano gli organizzatori - proporrà il suo piatto forte che ne ha segnato il successo fin dall’edizione del debutto: degustazione a numero chiuso e su prenotazione curata dalla Pro Loco Piana del Lomaso. Si inizierà con le cene del venerdì e del sabato e si concluderà con il pranzo della domenica nella cornice degli avvolti di Campo Lomaso”.

Una degustazione dall’antipasto al dolce. Protagonista la patata “Montagnina”, abbinata agli altri prodotti tipici locali: formaggi, carni, verdure, vini e molto altro.

La “Sagra della patata” arricchisce, invece, la proposta della tre giorni.

E’ ospitata alla sede della Copag (Cooperativa Produttori Agricoli Giudicariesi) di Dasindo. Qui sono programmate visite guidate al Volt delle patate, mostra di pittura dei cassoni delle patate, show cooking, laboratori per bambini e la degustazione di piatti tipici locali curata dalle associazioni della valle. Anche qui la patata “Montagnina” avrà un ruolo centrale.

“Inoltre Valle Salus, durante la Festa della patata – concludono gli organizzatori - si mostra in tutta la sua bellezza offrendo la possibilità agli ospiti di percorrere il “Sentiero della patata”, immerso nei campi della Piana del Lomaso senza dimenticare chiese, castelli e le molte opere culturali e artistiche della zona”.

Per saperne di più: www.stravolti.it