21 febbraio 2019
Condividi il link su:

Famiglia Cooperativa Brenta Paganella presenta ai soci un bilancio positivo

Assemblea dei soci in calendario venerdì 1° marzo a Fai della Paganella. Il saluto del presidente Ivo Cornella che completa il suo terzo mandato al vertice della cooperativa di consumo con sede a San Lorenzo in Banale.

Assemblea dei soci in calendario venerdì 1° marzo a Fai della Paganella. Il saluto del presidente Ivo Cornella che completa il suo terzo mandato al vertice della cooperativa di consumo con sede a San Lorenzo in Banale.

Cooperativa di consumo dal 1893, la “Brenta Paganella” è tra le decane delle Famiglie Cooperative trentine.

Ha attraverso due secoli di storia. In questo avvio di terzo millennio prosegue il suo cammino e il suo servizio quotidiano alle comunità locali, conciliando l’azione moderna di una realtà commerciale di considerevole radicamento territoriale e il rispetto, anche in tempi di globalizzazione, dei principi ispiratori del movimento cooperativo.

“Quello che presenteremo ai soci all’assemblea di inizio marzo – spiega il presidente Ivo Cornella – è un bilancio positivo. Anzi, si potrebbe parlare di risultato record, tale da lasciarci soddisfatti e fiduciosi verso il futuro, pieno di sfide ma anche di grandi possibilità di sviluppo e di crescita. Nel dettaglio: il fatturato ha superato i nove milioni di euro (9 milioni 282 mila euro al netto dell’Iva) e l’utile è stato di poco inferiore ai 230 mila euro con un incremento del 128% rispetto al 2017”.

Una cooperativa è una società che ruota attorno ai soci e ai propri collaboratori. “E’ una impresa che – aggiunge Cornella - mette e mantiene al centro le persone e le relazioni tra le persone. Questo non deve e non dovrà mai venire meno. E la sfida futura è proprio qui: riuscire a trovare il giusto bilanciamento fra il mantenere la persona al centro del nostro essere impresa e la ricerca di un assetto organizzativo commerciale efficiente e in linea con l’evoluzione del mercato”.

Con l’assembla di inizio marzo, Cornella, completa il suo terzo e ultimo mandato al vertice della cooperativa di consumo. “Sono stati nove anni intensi ma ricchi di soddisfazioni – osserva – Fondamentale per il futuro sarà mantenere vivi i tratti distintivi che rendono la nostra cooperativa un riferimento territoriale, una vera e propria istituzione di comunità, e non solo una semplice impresa locale”.

I nove anni alla presidenza della “Famiglia” Brenta Paganella hanno arricchito l’esperienza di Ivo Cornella maturata anche negli organismi centrali della Cooperazione Trentina: “penso al periodo trascorso nel consiglio di amministrazione della Federazione rivestendo anche l’incarico di vicepresidente, penso agli anni trascorsi nel consiglio di amministrazione di Sait e di Cooperfidi, il consorzio fidi della Cooperazione Trentina. Sono state esperienze molto significative che non dimenticherò”.

I soci della Famiglia Cooperativa Brenta Paganella sono 2133. Una quarantina le collaboratrici e i collaboratori guidati dal direttore Nerio Donini. I punti vendita sono nove: San Lorenzo in Banale, Andalo (2 negozi), Fai della Paganella, Molveno, Cavedago, Dorsino, Sclemo, Spormaggiore.