Condividi il link su:

Essere solidali è più facile con inCooperazione

Tra i progetti aperti col nuovo brand della Cooperazione Trentina ce n’è uno che si occupa di raccogliere fondi per il prossimo: “Solidarietà inCooperazione”.

Lo spirito che pervade il nuovo marchio inCooperazione è quello di coltivare il bene comune, per la comunità trentina e non solo. È su questo solco che si inserisce “Solidarietà inCooperazione”, un portale che ospiterà iniziative solidali e relative raccolte fondi. Basterà infatti selezionare uno dei progetti disponibili sul sito www.incooperazione.it/solidarieta per poter offrire un contributo a sostegno delle organizzazioni promotrici.

Partiamo dal Ciad
Il primo progetto da supportare riguarda il Ciad, nazione di 5,5 milioni di persone, dove quasi una persona su tre ha bisogno di assistenza umanitaria urgente. Gli ultimi dati pubblicati nel marzo 2021 prevedevano che la malnutrizione acuta avrebbe colpito 2,2 milioni di persone, soprattutto i bambini, per i quali è la principale causa di morte infantile (dati UN-OCHA 2021).  Il Centro Medico SS. Trinità di Moundou, in ampliamento, si sviluppa su una struttura dedicata ad un bacino di utenza di migliaia di persone. In Ciad, malaria, HIV, tubercolosi, malnutrizione cronica sono solo alcuni dei problemi sanitari da affrontare. La popolazione contadina dell’area in cui il progetto si propone di intervenire (Mayo Kebbi) ha un indice di povertà maggiore alla media nazionale. L’insicurezza alimentare colpisce il 44% della popolazione, le donne e i bambini sono i più colpiti e solo il 20% della popolazione ha accesso all’acqua da fonti sicure. Una situazione in cui la necessità di intervenire è più che impellente, per questo il mondo cooperativo trentino ha deciso di fare la sua parte.

Come donare
Donare è molto semplice: basta entrare nell’area del sito dedicata alla singola iniziativa, selezionare l’importo del proprio contributo e inserire i dati della carta di credito. La donazione, che sia pubblica o anonima, viene tracciata all’interno di un sistema completamente trasparente e l’intero importo, ad eccezione delle spese di mantenimento della piattaforma, verrà devoluto all’organizzatore del singolo progetto. La volontà, in futuro, è quello di legare le attività solidali alla nuova piattaforma di inCooperazione (carta e app) per aumentare le possibilità di realizzare progetti di valore, in grado di portare un significativo cambiamento nella vita delle persone della nostra comunità e non solo.

Se sei una cooperativa e vuoi inserire un tuo progetto solidale nella piattaforma puoi contattare l’Ufficio Progetti Speciali della Federazione (progettispeciali@ftcoop.it).