07 settembre 2021
Condividi il link su:

Cassa Rurale Vallagarina: pubblicato il bilancio sociale

L’istituto di credito cooperativo reinveste, ogni anno, una fetta significativa dell’utile in ambito sociale. Caratteristica peculiare di una Cassa Rurale.

È stato pubblicato il “Bilancio Sociale 2020” della Cassa Rurale Vallagarina guidata dal presidente Primo Vicentini e dal direttore Giuliano Deimichei (nella foto).

I contenuti di questa pubblicazione dimostrano la “differenza” di un istituto di credito cooperativo attraverso le iniziative e gli interventi promossi e realizzati nelle comunità servite e a favore di chi le anima: soci, famiglie, giovani, imprese, enti e associazioni.

Una delle voci di maggiore significato appartiene ai contributi alle associazioni. Nel 2020, la Cassa Rurale, ha sostenuto 400 realtà per un ammontare complessivo di oltre 450 mila euro.

A questi si sono aggiunti 60mila euro a enti e sodalizi impegnati in maniera particolare nel primo periodo segnato dall’emergenza pandemica.

La pubblicazione presenta una fotografia della Cassa Rurale a fine 2020: i dati mostrano la buona crescita di soci e clienti e la positiva presenza sui territori. Inoltre viene proposto un breve approfondimento sui temi principali che hanno impegnato l’istituto nel precedente esercizio. Tra questi le iniziative legate all’emergenza Covid e l’inaugurazione con l’avvio dell’operatività delle filiali di Verona e San Pietro in Cariano.

“Accanto al buon risultato economico rappresentato dall’utile di fine 2020, pari a 3 milioni 650 mila euro – osserva il presidente Primo Vicentini - tra tutti i dati presenti nel Bilancio Sociale mi preme sottolineare l’importante sostegno assicurato alle comunità attraverso i contributi erogati a enti e associazioni. La Cassa Rurale ha messo in campo un sostegno straordinario a favore delle associazioni e degli enti impegnati in prima linea per far fronte all’emergenza sanitaria e ha voluto confermare il supporto ai diversi sodalizi presenti sui territori di riferimento, nonostante la situazione sanitaria limitasse pesantemente l’organizzazione delle attività e la stessa prosecuzione di servizi a favore della collettività. Buon risultato economico e sostegno alle comunità – aggiunge Vicentini - sono le due facce di una stessa medaglia rappresentata dalle Casse Rurali e dalle Banche di Credito Cooperativo in genere”.

Filo conduttore del Bilancio Sociale 2020 è il collegamento, suggerito da Federcasse (la Federazione Nazionale delle Casse Rurali e delle Bcc) per le rendicontazioni sociali delle Banche di Credito Cooperativo, con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, di cui almeno cinque sono contenuti nell’articolo 2 dello Statuto delle Bcc e Casse Rurali. 

Risorse correlate