26 marzo 2020
Condividi il link su:

Cassa Rurale Rotaliana e Giovo: 100 mila euro alla sanità trentina

Il Consiglio di Amministrazione dell’istituto di credito cooperativo ha deliberato di destinare 100.000 euro all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari come contributo straordinario per la lotta al Coronavirus. Gli sportelli della banca rimangono operativi, ma l’invito ai clienti è di prediligere i canali alternativi (Inbank e sportelli Atm evoluti) e di recarsi in banca solo per operazioni urgenti e inderogabili.

Il Consiglio di Amministrazione dell’istituto di credito cooperativo ha deliberato di destinare 100.000 euro all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari come contributo straordinario per la lotta al Coronavirus. Gli sportelli della banca rimangono operativi, ma l’invito ai clienti è di prediligere i canali alternativi (Inbank e sportelli Atm evoluti) e di recarsi in banca solo per operazioni urgenti e inderogabili.

In questo momento di emergenza globale, ognuno è chiamato a fare la propria parte sia rispettando le prescrizioni delle autorità nazionali e locali, sia contribuendo, per quanto possibile, a sostenere chi combatte in prima linea la battaglia contro il virus.

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo ha deliberato di destinare un contributo straordinario alla sanità trentina. Per questo ha stanziato 100.000 euro per l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari.

“Ogni giorno assistiamo alla conta drammatica di vittime e contagiati – osservano i vertici dell’istituto di credito cooperativo - Numeri che, fino a qualche settimana fa, mai avremmo immaginato di registrare. Il contagio ha raggiunto le dimensioni di una vera e propria pandemia globale e sta colpendo in modo particolarmente duro il nostro Paese, con focolai diffusi in tutto il Nord Italia. Anche le nostre comunità, piccole e grandi, stanno purtroppo conoscendo la malattia e il lutto, spesso senza nemmeno avere la possibilità di elaborarlo”.

La Cassa Rurale Rotaliana e Giovo, pur mantenendo l’operatività dei suoi sportelli territoriali, da tempo ha invitato i propri clienti a prediligere i canali alternativi e “a recarsi in filiale solamente per le operazioni urgenti e inderogabili”.

La piattaforma Inbank permette, infatti, di gestire in autonomia e in piena sicurezza le normali operazioni di sportello da smartphone, tablet o personal computer. Gli sportelli Atm evoluti sono attivi nell’intero arco delle ventiquattro ore della giornata e consentono di pagare i bollettini e le bollette, ricaricare il cellulare, fare operazioni sul conto e molto altro.

Il contributo alla sanità trentina sarà versato sul conto corrente che l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari ha dedicato all’emergenza Coronavirus: IT 96 J 02008 01802 000102416554.

“L’invito ai soci e alle socie, a tutti i clienti e le clienti della Cassa Rurale è – concludono i vertici - di partecipare alla raccolta fondi per aiutare le strutture sanitarie del nostro territorio in questo momento di emergenza. Solo con la collaborazione e il contributo di tutti riusciremo a superare questo difficilissimo momento e a porre le basi per il futuro della nostra comunità”.