27 maggio 2021
Condividi il link su:

Assemblea Concast-Trentingrana, l'assessore Zanotelli: “Attenzione per la promozione dei prodotti lattiero-caseari”

Nell’anno nero del Covid, il Consorzio Trentingrana-Concast ha chiuso il bilancio 2020 con ricavi pari a 57,2 milioni di euro, in linea con l’anno precedente. Il documento economico è stato approvato dall’assemblea dei soci alla quale – accanto al presidente Renzo Marchesi e all’omologo di FederCoop Roberto Simoni – ha partecipato anche l’assessore provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli.

Nell’anno nero del Covid, il Consorzio Trentingrana-Concast ha chiuso il bilancio 2020 con ricavi pari a 57,2 milioni di euro, in linea con l’anno precedente. Il documento economico è stato approvato dall’assemblea dei soci alla quale – accanto al presidente Renzo Marchesi e all’omologo di FederCoop Roberto Simoni – ha partecipato anche l’assessore provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli.

Nel corso del proprio intervento, l’esponente della Giunta ha parlato della collaborazione e del dialogo promosso in particolare nei mesi dell’emergenza epidemiologica che ha assunto i contorni dell’emergenza economica per tante aziende: “Le strategie messe in atto dal Consorzio hanno portato buoni risultati ma è evidente che ci siano state delle difficoltà legate in particolare alla situazione pandemica, anche se le misure adottate dal Consorzio hanno permesso di far fronte alle stesse in maniera positiva. Alla richiesta di supporto che i presidenti Marchesi e Mauro Fezzi (allevatori) hanno articolato in una lettera indirizzata alla Provincia, rispondo assicurando che l’Amministrazione è pronta a continuare ad impegnarsi per supportare caseifici e aziende zootecniche che hanno particolarmente sofferto il crollo del mercato turistico a partire dallo scorso autunno-inverno. Lo faremo attraverso gli strumenti di promozione sui quali destineremo risorse importanti nei prossimi provvedimenti della Giunta”.

Di fronte alla nuova Politica agricola comunitaria (PAC) 2023 che si sta orientando verso questioni cruciali quali la transizione ecologia e il cosiddetto Green deal, si è scelto in maniera responsabile di accompagnare gradualmente le aziende zootecniche trentine nel raggiungimento degli obiettivi prefissati” ha specificato l’assessore. Di fronte alla richiesta avanzata dal presidente Marchesi di elaborare – in collaborazione con Trentino Marketing – nuove strategie affinché l’abbinamento fra territorio e produzioni enogastronomiche possa essere ulteriormente rafforzato, Zanotelli ha confermato quanto la promozione sia centrale specialmente in questo periodo: “Il Trentino con i suoi prodotti è un territorio al centro dell’attenzione degli ospiti. Va dunque riconosciuto e comunicato in maniera ancora più chiara quanto il vostro settore sia impegnato nel valorizzare l’ambiente montano e il paesaggio oltre che nell’offrire ai consumatori prodotti salubri”.

Fondamentale per il rilancio del settore lattiero-caseario sono gli investimenti per garantire maggiore competitività e sostenibilità economica alle aziende del territorio. Sul fronte del Piano di sviluppo rurale (PSR), Trentino e Alto Adige stanno collaborando in maniera forte per valorizzare le caratteristiche della zootecnia di montagna.

Fonte: Ufficio Stampa Provincia Autonoma di Trento