Inaugurata la nuova filiale di Campodenno della Cassa Rurale Val di Non Martedì, 10 Settembre 2019

E’ stata una cerimonia inaugurale molto partecipata. La comunità di Campodenno ha risposto attivamente e con entusiasmo. 

La Cassa Rurale Val di Non ha inaugurato la rinnovata filiale del paese, dopo un importante lavoro di ristrutturazione che ne ha completamente modificato i locali, ammodernandoli, rendendoli maggiormente confortevoli e rispettosi del requisito della privacy. La cerimonia, culminata dalla benedizione di don Flavio e dal taglio del nastro, è stata aperta dal Presidente della Cassa Rurale Val di Non, Silvio Mucchi, che ha ricordato come la Cassa Rurale di Campodenno vanti una storia ultracentenaria: infatti fu fondata nel lontano 1901, grazie all’impulso dell’allora Parroco don Alfonso Pozza, che ne affidò la guida al Presidente Rodolfo Sicher, coadiuvato dal vice Presidente Luigi Pezzi e dai Consiglieri Lorenzo Bertol, Giovanni Angeli e Lino Holzer. L’istituto, come si legge nel vecchio Statuto, nacque per “migliorare le condizioni economiche e per questo mezzo anche le condizioni religioso – morali dei propri soci”. Una missione presente ancora ai nostri giorni nei principi cooperativi che animano l’agire della Cassa Rurale. Ha preso la parola anche il Direttore Generale Massimo Pinamonti, che ha riassunto le difficili sfide del mondo bancario in uno scenario europeo sempre più complesso e competitivo: “La Cassa Rurale, grazie al principio di reciprocità che anche oggi voi tutti dimostrate di avere, riesce ad essere presente e operare attivamente anche nei piccoli centri, vicino alla gente, sostenendo le iniziative imprenditoriali e le famiglie di tutta la nostra Valle”. Parola quindi al Responsabile di Filiale, Matteo Saurini, orgoglioso del ruolo ricoperto e del team di collaboratori a sua disposizione, formato da Barbara Gervasi, Alessia de Concini e Luca Tolotti.

Il Sindaco del Comune di Campodenno, Daniele Biada, ha quindi salutato i presenti, ringraziando la Cassa Rurale per questo investimento nella nuova struttura, un investimento non solo materiale, ma anche sociale, che fa bene alla comunità. Ha inoltre ricordato come la Cassa Rurale, con precedenti accordi, abbia collaborato con il Comune per mettere a disposizione due strutture, la Sala al primo piano, adibita a Biblioteca comunale e la grande Sala don Pozza, a disposizione di Associazioni per riunioni, incontri e attività pubbliche.

Fonte: Cassa Rurale Val di Non

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Vincere la sfida della sostenibilità Martedì, 10 Gennaio 2017

    I giovani con le loro scelte possono vincere le sfide del futuro e realizzare un mondo dove temi quali sostenibilità ambientale e dignità sociale del lavoro siano delle priorità. E' quanto emerge dalle interviste all'economista Leonardo Becchetti e a Rainer Atzwanger di Cassa Centrale Banca, ospiti del primo appuntamento di EticaMente, il percorso formativo organizzato dall'associazione Giovani Cooperatori per avvicinare le giovani generazioni al mondo dell'economia e della finanza con...

  • Mondo cooperativo - puntata 9 Giovedì, 14 Novembre 2013

    In questa puntata: Lo chef Achille Leonardelli propone una ricetta in cui utilizza un formaggio tipico trentino, il casolet

  • La straordinaria vita di don Lorenzo Guetti /1 Mercoledì, 31 Ottobre 2012

    Rumo, 26 ottobre 2012: serata organizzata dalla Cassa Rurale di Tuenno - Val di Non sulla figura e l'opera di don Lorenzo Guetti, fondatore della cooperazione trentina. L'intervento introduttivo di don Rodolfo Pizzolli, responsabile dell'ufficio diocesano per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia.

  • La straordinaria vita di don Lorenzo Guetti /2 Mercoledì, 31 Ottobre 2012

    Rumo, 26 ottobre 2012: serata organizzata dalla Cassa Rurale di Tuenno - Val di Non sulla figura e l'opera di don Lorenzo Guetti, fondatore della cooperazione trentina. La riflessione di don Marcello Farina, filosofo e scrittore, autore del libro "E per un uomo la Terra. Vita di Lorenzo Guetti".