Giovedì torna a Trento il “Giretto d'Italia” Martedì, 15 Settembre 2020

Ad oggi hanno aderito Asis, Confindustria Trento, Istituto Tecnico Buonarroti, Istituto Comprensivo Trento 3, Cooperativa Sociale Samuele, Trentino Trasporti, Ospedale San Camillo, Progetto 92.

Torna a Trento, giovedì 17 settembre, il Giretto d’Italia, un’iniziativa nazionale promossa da Legambiente e realizzata in collaborazione con Euromobility e VeloLove, che ha l'obiettivo di promuovere e diffondere la mobilità sostenibile in generale, in ambito urbano soprattutto negli spostamenti casa-lavoro.

È una proposta indirizzata ai comuni italiani ma anche ad enti, scuole, aziende, associazioni private. Chi partecipa dovrà monitorare gli spostamenti dei dipendenti per raggiungere il posto di lavoro con un mezzo sostenibile. L'impegno richiesto consiste dunque nell'individuare un referente che raccolga e trasmetta al Comune i dati del numero di dipendenti che nella giornata di giovedì 17 settembre 2020, per almeno due ore a scelta, nella fascia compresa tra le 6 e le 13 si sono recati al lavoro in bicicletta o con un mezzo sostenibile alternativo (per esempio il monopattino...). Ad oggi hanno aderito Asis, Confindustria Trento, Istituto Tecnico Buonarroti, Istituto Comprensivo Trento 3, Cooperativa Sociale Samuele, Trentino Trasporti, Ospedale San Camillo, Progetto 92.

In aggiunta, in città, come lo scorso anno, ci saranno tre check point: in via Vannetti, in via Endrici e corso III Novembre. In questi punti il personale di Fiab, Legambiente Trento e i tirocinanti in servizio alle Politiche giovanili che hanno dato la disponibilità, saranno presenti per rilevare i mezzi sostenibili in transito in città (bici, monopattini...) dalle 7 alle 9 sempre del prossimo 17 settembre.

I dati raccolti e trasmessi a Legambiente permetteranno di redigere una classifica nazionale delle città più virtuose.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Trento