Cresce il fatturato nelle coop sociali, occupazione stabile Lunedì, 20 Maggio 2019

Nel pomeriggio il convegno annuale di settore. Il valore della produzione ha raggiunto i 200 milioni. In crescita il patrimonio netto e la marginalità. 

Il nuovo contratto di lavoro introduce il premio territoriale di risultato, che sarà variabile e legato alla produttività.

Valori in crescita sia per quanto riguarda il fatturato, che il patrimonio netto nel comparto delle cooperative sociali e di abitazione. Bene anche l’occupazione, che tiene. I dati sono stati presentati nel pomeriggio al convegno delle cooperative di settore, convocato in vista dell’assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione in programma il 7 giugno. Nei prossimi giorni si terranno i convegni degli altri settori, nell’ordine: cooperative agricole, Casse Rurali, cooperative di produzione-lavoro, Famiglie Cooperative.

I dati del comparto delle cooperative sociali sono stati illustrati al convegno dal responsabile del settore della Federazione, Giuliano Bernardi. Alla data del 31 dicembre 2018 operavano in Trentino, associate alla Federazione, 86 cooperative sociali: 59 di tipo A, che gestiscono servizi socio-sanitari, e 27 di tipo B, specializzate in inserimenti lavorativi di persone svantaggiate, più 6 consorzi.

Nel 2018 il valore della produzione è cresciuto del 3,5 per cento raggiungendo l’importo di 200 milioni (dato stimato). 144 milioni sono la quota delle coop sociali di tipo A, mentre 56 milioni è la quota delle coop sociali di tipo B.

Il patrimonio netto stimato ammonta a fine 2018 a circa 76 milioni, con un aumento del 6,3 per cento rispetto al 2017, che si traduce in un rafforzamento della solidità patrimoniale delle cooperative sociali.

Il risultato aggregato è positivo e la marginalità rimane su valori modesti: 1,9 % del fatturato il dato medio.

Tiene sostanzialmente l’occupazione, ha riferito Giuliano Bernardi: sono circa 7.200 i lavoratori impiegati nelle cooperative sociali, di cui il 61% a tempo indeterminato. Il 66% degli addetti ha un contratto part time (75% tra il personale femminile), mentre il 34% è occupato a tempo pieno.

I rapporti con la politica

Italo Monfredini, vicepresidente della Federazione per il settore coop sociali, ha riportato al convegno le priorità segnalate alla Giunta provinciale. Sulla fiscalità (Imis e Irap) “contiamo - ha detto - sulla continuità dei benefici di cui negli ultimi anni siamo stati destinatari. Le cooperative che investono raggiungono presto il tetto massimo del de minimis (importo massimo di aiuti pubblici). Per questo chiediamo che si ampli da 200 a 500 mila euro a seguito del riconoscimento alla cooperazione sociale di Servizio di interesse economico generale (Sieg)”.

Sui decreti attuativi della legge 13 sugli affidamenti - ha continuato Monfredini - c’è un tavolo di lavoro che dovrebbe essere rilanciato dall’attuale governo provinciale. Si auspica il superamento del meccanismo della rotazione degli appalti, che nel caso delle cooperative sociali risulta ingiustificato. È stata elaborata una proposta che sarà inserita nel documento programmatico che sarà presentato alla Giunta nell’incontro in calendario venerdì prossimo.

A proposito del rapporto con la Provincia, la presidente Marina Mattarei ha sostenuto che determinati obiettivi concreti sono stati raggiunti, non ultimo il riconoscimento dei Sieg. “Come metodo - ha aggiunto la presidente - non possiamo non partire da una condivisione sul livello politico. Abbiamo gettato le basi per produrre con l’ente pubblico quel tipo di sintesi che le nostre cooperative ci richiedono. La concretezza dovrà accompagnare il nostro cammino nell’interlocuzione con la politica e dovrà farlo nella maniera più unitaria possibile”.

Importanti novità nel nuovo contratto

Il convegno di settore ha offerto anche l’occasione a Paolo Fellin, componente della delegazione sindacale delle cooperative sociali, per presentare l’accordo di rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle cooperative sociali scaduto nel 2013. Entro domani saranno sciolte le riserve da parte delle organizzazioni sindacali nazionali.

La maggiore novità del nuovo contratto è rappresentata dall’introduzione come elemento variabile di retribuzione del premio territoriale di risultato, di competenza dei contratti integrativi provinciali. Il premio guarderà ai risultati conseguiti dalle cooperative sul territorio, misurati attraverso alcuni indicatori: produttività e redditività, qualità, efficienza e innovazione. La prima erogazione del premio avverrà nel 2020 sulla base dei risultati dell’anno in corso. Il contratto prevede aumenti medi a regime del costo del lavoro circa del 5,5%.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La Cooperazione Trentina agli Stati generali della montagna Martedì, 02 Luglio 2019

    La Cooperazione Trentina e l'associazione Giovani cooperatori trentini hanno partecipato all'evento di chiusura degli Stati generali della montagna, portando il loro contributo per l'elaborazione di un piano di proposte strategiche per la valorizzazione del territorio montano.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo Martedì, 25 Giugno 2019

    Le studentesse della quarta A dell' Istituto di Istruzione Marie Curie di Pergine, indirizzo in scienze umane, hanno ricreato in classe, sotto la guida degli ospiti del Centro diurno della Casa di riposo di Povo, alcuni giochi di una volta, che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Il lavoro è stato presentato dalle studentesse all'interno dell'Alzheimer Fest di Povo. Una valida psicomotricità - hanno appreso le studentesse - consente agli...

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...