Ufficio Agevolazioni della Federazione
e-mail ricarichiamoci@ftcoop.it
tel. 0461 898322-355.

Per info e adesioni

FAQ

La cooperativa può scegliere liberamente il proprio fornitore di energia elettrica o è vincolata alle proposte commerciali di Dolomiti Energia?

Pur sollecitando la Federazione l’adesione all’accordo quadro per la fornitura di energia elettrica, che vede quale attuale fornitore Dolomiti Energia, ciascuna cooperativa può scegliere liberamente il proprio fornitore. Le colonnine potranno quindi utilizzare anche energia fornita da aziende diverse rispetto a DE. Unico vincolo: visto il messaggio di attenzione ambientale che si è voluto trasferire con questa iniziativa, l’energia dovrà essere green (prodotta quindi da fonti rinnovabili).

Il costo dell’energia rimborsato da NEOGY alla cooperativa è fisso o dipende dai contratti da ciascuno sottoscritti?

NEOGY rimborserà alla cooperativa il costo della componente variabile dell’energia sostenuta da ciascuno, quindi con importi variabili a seconda del contratto in essere con il singolo fornitore.

E' possibile recedere dal contratto decennale con NEOGY? Eventualmente con quali termini? Con quali penalità?

Il recesso è sempre possibile con un preavviso formalizzato (PEC o raccomandata) di tre mesi, senza oneri per la cooperativa.

Per le cooperative che hanno sedi operative collocate fuori dal territorio provinciale gli interventi di supporto previsti dall’accordo valgono?

Si, alle condizioni stabilite dall’accordo FTC-NEOGY: a) il contributo di Promocoop è garantito; b) il contributo della Federazione è garantito; c) il contributo PAT, in regime di de minimis, non può essere riconosciuto.

In caso di atti vandalici o danneggiamenti accidentali da parte di terzi della colonnina chi sostiene i costi di riparazione?

Essendo il bene di proprietà della cooperativa, questi oneri restano in capo a ad essa. In caso di danni da parte di terzi dovrà intervenire la relativa assicurazione (es. in caso di urto da veicolo).

In caso di danni provocati all’automobile in ricarica connessi alla ricarica chi risponde?

Salvo l’accertamento delle relative responsabilità si tratta di partita che dovrà essere sciolta tra NEOGY e il proprietario del veicolo in ricarica: la cooperativa è comunque esclusa dalla contestazione.

In caso di danni provocati a terzi in conseguenza di fenomeni elettrici connessi alla colonnina chi risponde?

Risponde NEOGY quale soggetto al quale viene affidata la responsabilità di assicurare il corretto funzionamento della colonnina e quindi anche i profili legati alla sicurezza elettrica.

Se il contatore della cooperativa non permettesse di sfruttare la massima potenza erogabile dalle colonnine, è possibile limitare l’erogazione?

Sì, in sede di installazione sarà possibile limitare la potenza.

Esempio: nel caso della colonnina Quick la potenza massima erogabile è di 22kw x 2 = 44 kw. Qualora il contatore della cooperativa permettesse di sfruttare al massimo 30 kw sarà possibile tarare la colonnina per permettere questo prelievo massimo (nel caso di colonnine quick la taratura va da 7 a 22 kW per singola presa o con massimo prelievo complessivo, che verrà bilanciato in caso di utilizzo contemporaneo delle 2 prese; per colonnine wallbox, la taratura va da 7 a 22 kW). Se successivamente la cooperativa decidesse di aumentare la potenza disponibile da remoto NEOGY potrà aumentare la potenza disponibile.

Come viene regolamentato l’utilizzo della colonnina per l’uso diretto delle cooperative, per alimentare i veicoli di loro proprietà?

Ciascuna cooperativa potrà contare sull’utilizzo di due tessere attraverso le quali il prelievo di energia non verrà fatturato da NEOGY, permettendo alla cooperativa di sostenere esclusivamente il costo dell’energia prelevata, esattamente come qualunque altra tipologia di consumo interno.

Se la cooperativa non ha posti auto in proprietà e deve chiedere l’autorizzazione ad altri per l’installazione, come si deve comportare?

Si suggerisce di indicare comunque il numero e la tipologia di colonnine alle quali la cooperativa è interessata, indicando nell’ultima parte del form on line da compilare predisposto dalla Federazione, nello spazio ad inserimento libero, che la decisione finale è subordinata al rilascio dell’autorizzazione da parte del Comune (o del proprietario privato).

Oltre alle colonnine, anche gli stalli per la ricarica auto vengono concessi in uso a DEH/NEOGY ?

No. L’accordo non prevede alcun vincolo di concessione di area, pertanto lo stallo rimane di proprietà della cooperativa, che si impegna a mantenerlo libero ai fini dell’accordo.

Nel caso in cui le colonnine siano posizionate su proprietà di terzi, chi deve essere il proprietario del contatore per accedere ai contributi?

Per poter beneficiare dei vantaggi dell’accordo, la cooperativa deve essere proprietaria sia della colonnina che del contatore al quale viene collegata.