Val di Fassa e Agordino. La Cassa ha premiato gli studenti Lunedì, 18 Aprile 2016

A Cencenighe Agordino è stato proposto l'appuntamento tradizionale dedicato alla consegna dei riconoscimenti della banca della comunità agli studenti maggiormente meritevoli.

Il futuro dei giovani, il loro confronto con il mondo del lavoro, il ruolo centrale dell’istruzione e della sensibilità culturale nella costruzione di una società. Fiducia nella famiglia, nelle istituzioni e soprattutto nel proprio futuro lavorativo, guardando all’orizzonte con ottimismo. Intorno a questi grandi temi si è sviluppata la cerimonia di consegna delle borse di studio 2015 della Cassa Rurale val di Fassa e Agordino, andata in scena al Centro Polifunzionale Nof Filò di Cencenighe Agordino, in una sala gremita quanto mai dalle famiglie dei soci premiati ma anche dagli ospiti istituzionali e dagli esponenti dello stesso istituto di credito. Dunque non solo una passerella di eccellenze o il semplice atto (magari un po’ burocratico) di consegna dei premi ma anche un’occasione di dibattito, di confronto tra esponenti di diversi strati della società.

E poi, come avviene tradizionalmente, c’è stato spazio anche per l’intrattenimento, grazie all’intervento dell’attore comico Lucio Gardin, capace di alternare le sue gag a momenti di riflessione seria sul futuro dei giovani.

Ben 51 sono state le borse di studio assegnate (11 diplomati, 19 con diploma di laurea breve e 21 con laurea specialistica), un numero importante, visti anche i requisiti minimi richiesti dalla Cassa Rurale. Di questi, quasi trenta studenti hanno ottenuto il massimo dei voti, e 17 laureati hanno conseguito la lode.

Carlo Vadagnini, Presidente della Cassa Rurale, ha aperto la giornata parlando di Fiducia, ed esponendo alcuni dati statistici del Censis che lasciano un po’ di amaro in bocca: sono troppi i giovani che non vedono un futuro roseo all’orizzonte, e Carlo Vadagnini ha voluto esortare la platea di studenti premiati ad essere più ottimisti. Si è rivolto anche agli adulti, chiedendo di assecondare quelle che sono le esigenze dei giovani, rispettando le loro aspettative e dando loro la meritata credibilità. Per i giovani, l’invito a cercare un varco nel mondo del lavoro e – visti i loro risultati negli studi – anche manageriale. “E’ un piacere poter assegnare le borse di studio – ha detto – che non sono solo un premio per l’impegno dei giovani e un piccolo contributo a quelle che ci auguriamo possano essere tutte storie di talento, intelligenza e successo. Vanno intese anche come un segno di vitalità della banca che opera sul territorio e si impegna per far tornare risorse alla compagine sociale sotto varie forme”.

Il Sindaco di Cencenighe William Faè, così come l’Assessore Regionale Beppe Detomas e la Procuradora Elena Testor, hanno portato il loro contributo proprio sul tema della fiducia verso il mondo del lavoro e verso le istituzioni, garantendo il loro impegno per far si che i giovani non vedano svanire il loro desiderio di affermazione.

Anche il Prof. Bernardino Chiocchetti, Dirigente Scolastico di Agordo, è intervenuto sottolineando quanto il livello di scolarizzazione del territorio sia cresciuto negli ultimi anni, portando la media al di sopra di quella nazionale. Un po’ di preoccupazione l’ha manifestata verso il sempre più basso tasso di natalità del Nord Est.

Il Direttore Generale Luciano Braito, con la chiarezza che gli è abituale, ha presentato l’Istituto di credito con la sua struttura organizzativa ed alcuni numeri patrimoniali.

Si è trattato di una serata molto gradevole, dove la numerosa platea è stata catturata dalle parole dei relatori, quest’anno particolarmente sensibili a temi raramente trattati in queste occasioni. Lo stesso Lucio Gardin, al microfono con l’intento di far sorridere i presenti, non si è sottratto dall’esprimere il suo pensiero in merito e, l’alternanza di momenti riflessivi a momenti comici, è stata la carta vincente per chiudere con un gran finale teatrale.

Fonte: Cassa Rurale Val di Fassa e Agordino

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • TCA | Focus - puntata del 16 novembre 2006 Mercoledì, 30 Gennaio 2013

    Apertura della puntata condotta da Marco De Matthaeis dedicata alla visita in Trentino dell'Icba, l'associazione che rappresenta le banche di comunità statunitensi. Oltre ai rappresentanti dell'organizzazione americana, sono stati intervistati il presidente della Federazione Trentina della Cooperazione Diego Schelfi e il direttore generale Carlo Dellasega. Gli altri servizi:

  • TCA | Focus - puntata del 16 novembre 2006 Mercoledì, 30 Gennaio 2013

    Apertura della puntata condotta da Marco De Matthaeis dedicata alla visita in Trentino dell'Icba, l'associazione che rappresenta le banche di comunità statunitensi. Oltre ai rappresentanti dell'organizzazione americana, sono stati intervistati il presidente della Federazione Trentina della Cooperazione Diego Schelfi e il direttore generale Carlo Dellasega. Gli altri servizi:

  • TCA | Focus - puntata del 9 marzo 2006 Venerdì, 25 Gennaio 2013

    Puntata dedicata ai dati 2005 delle Casse Rurali. Ospiti in studio, con Marilena Guerra, il direttore generale della Federazione Trentina della Cooperazione Carlo Dellasega e Ruggero Carli, responsabile del settore del credito della Federazione. Nel corso della puntata vengono presentati i servizi su: