Sostenibilità e biologico, un percorso convergente Venerdì, 01 Dicembre 2017

Alessandro Dalpiaz interviene al convegno organizzato dal “Biodistretto Valle dei Laghi” di Padergnone e illustra la situazione della frutticoltura trentina.

Si parla di:

Una nuova occasione di dibattito costruttivo sulla frutticoltura trentina ha avuto luogo mercoledì a Padergnone (Tn) all’interno del Convegno organizzato dal “Biodistretto Valle dei Laghi” dal titolo “Sostenibilità e Biologico in frutticoltura, tra rinnovo e nuove opportunità”.

Presente tra i relatori anche Alessandro Dalpiaz, direttore di Apot, che ha mostrato come la frutticoltura Trentina  sia decisamente orientata sulla la strada della sostenibilità, obiettivo verso cui convergono tutti i produttori di frutta, con le tecniche della produzione integrata, al biologico, con un approccio sempre più condiviso con gli altri settori dell’agricoltura del Trentino.

“Il progetto del ‘Biodistretto’ è utile ed interessante non solo per gli obiettivi tecnici ed economici che vi sottendono, ma anche per una funzione di provocazione e guida di un dibattito sereno e fruttuoso tra opinioni ed interessi anche diversi.- ha sottolineato Dalpiaz - Ritengo questo esempio molto positivo per avvicinare posizioni a volte contrastanti, fatto salvo scoprire che gli elementi di discordanza sono spesso dovuti a limitate occasioni di confronto e conoscenza e che comunque gli obiettivi sono largamente condivisi e convergenti”.

L’incontro ha consentito ad Apot di presentare l'ampio panorama di attività, i risultati e i progetti in corso ed in cantiere, tutti finalizzati a coniugare le esigenze tecniche ed economiche dei produttori con gli obiettivi di sicurezza e qualità ambientale rappresentati dai cittadini.

Lungo questa direttrice si muove anche il Consorzio Innovazione Frutta, diretto da Luca Lovatti, che ha proposto al pubblico le attività nel campo dell’innovazione varietale in grado di favorire l’incontro tra “qualità e sostenibilità” della frutta trentina.

Con questi obiettivi l’Associazione da circa due anni porta avanti il progetto “Trentino Frutticolo Sostenibile” un lavoro in continuo aggiornamento che monitora i risultati ottenuti dalle numerose iniziative e progetti del territorio trentino orientati a tutelare l’ambiente, con un’ottica di salvaguardia della salute delle comunità residenti. Un’iniziativa che periodicamente rende pubblico un vero e proprio “Bilancio di Sostenibilità” della Frutticoltura Trentina, dove le voci sono il risultato dell’operare di tutti gli attori dell’economia del territorio, dagli enti pubblici, alle associazioni di categoria, alle cooperative agricole, ai produttori. 

In quest’ottica Apot e i Consorzi associati Melinda, “la Trentina” e SFT, in collaborazione con i centri di ricerca e di consulenza tecnica, stanno valutando i risultati della stagione 2017 e ragionando sugli obiettivi del 2018, che saranno oggetto di prossimi confronti interni ed esterni per essere poi presentati alla collettività nelle prossime settimane.

 

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • 6000 mele alla conquista di Bruxelles e di nuovi mercati Lunedì, 24 Novembre 2014

    6000 mele Dop e Igp, dal Trentino e dall'Alto Adige, alla conquista di Bruxelles, sui banchi del Consiglio Agri. E in cerca di nuovi mercati. Interviste a: Maurizio Martina, ministro Agricoltura Alessia Mosca, europarlamentare

  • Bruxelles, le mele e i nuovi mercati Giovedì, 13 Novembre 2014

    Oltre al Nord Africa dove sono già protagoniste, Oriente e Nordamerica sono tra le prossime mete per le mele regionali. Ma dai negoziati in corso nell'Unione europea si aprono buone prospettive per Canada, Giappone, Vietnam e Singapore. Da "aggredire" puntando su qualità e territorio.Tra le priorità, salvaguardare Dop e Igp negli accordi con gli Stati Uniti.L'europarlamentare Alessia Mosca (Commissione commercio internazionale) ai produttori trentini e altoatesini: "il Canada...

  • Bruxelles, Varesco: "Insieme si vince" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "L'unione fa la forza". Parola di Franz Varesco, presidente della Cooperativa Vog, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri. Impressioni sull'incontro con il Ministro Martina e con Alessia Mosca della Commissione Commercio Internazionale del Parlamento Europeo

  • Bruxelles, Odorizzi: "Innovazione per il futuro" Giovedì, 13 Novembre 2014

    Per Michele Odorizzi, presidente di Melinda, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri, la sfida del futuro è quella dell'innovazione. Sui mercati, ma anche nel prodotto per quel che riguarda le varietà.

  • Bruxelles, Magnani: "Il governo ci supporti" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Un aiuto nell'internazionalizzazione sarebbe stato utile. In ogni caso, dobbiamo salvare Dop e Igp, garanzia di qualità". Ennio Magnani, presidente di Apot e Assomela, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Dorfmann: "Salviamo Dop e Igp sul mercato globale" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Difendere Dop e Igp a livello globale è fondamentale" ha detto Herbert Dorfmann, europarlamentare e membro della Commissione per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Koessler: "Le nostre mele sono andate a ruba" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Abbiamo fatto bene...oltre a fare bella figura. Le mele sono andate a ruba ed è stata un'ottima occasione". Lo ha detto Gorg Koessler, presidente di Marlene, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Dietl: "Scopriamo nuovi mercati" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Un'ottima occasione per comprendere quali siano i nuovi mercati. Oltre agli Stati Uniti, l'India". Così Karl Dietl di Assomela, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, le mele e il ministro Martina Mercoledì, 12 Novembre 2014

    Seimila confezioni di mele sui banchi del consiglio europeo agricoltura, durante il vertice dei ministri comunitari che si tiene oggi e domani nella capitale europea. Una iniziativa che mette in mostra l'eccellenza della produzione frutticola regionale e il valore di un territorio e una economia cooperativa. I complimenti del presidente di turno, il ministro italiano Maurizio Martina: “una iniziativa che ha fatto fare bella figura all'Italia”.

  • Agricoltura e frutticoltura tra economia e ambiente Mercoledì, 23 Aprile 2014

    La nuova Pac – Politica Agricola Comunitaria e la sfida della “sostenibilità”. Se ne è parlato a taio, all'incontro tra mercato e ambiente, convegno organizzato da Cocea–Melinda, Apot–Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini, Cassa Rurale d'Anaunia. INTERVISTE A: Ennio Magnani Presidente di Apot...