Sait, dalla comunità l’impegno a non lasciare soli i lavoratori Mercoledì, 28 Marzo 2018

E’ stato approvato il protocollo d’intesa con cui le parti e la Provincia si impegnano a dare attuazione al piano sociale previsto per i lavoratori del Sait.

Il documento, firmato presso l’Assessorato allo sviluppo economico e lavoro della Provincia autonoma di Trento, impegna Provincia, Agenzia del Lavoro, Sait, Cooperazione e sindacati a mettere in campo, assieme, una serie di misure pensate per riportare nel mercato del lavoro i lavoratori coinvolti dal processo di riorganizzazione.

“Queste persone – ha sottolineato il vice presidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi – beneficiano del fatto che in Trentino esistono politiche che ci consentono di affrontare questi temi come sistema collettivo, che si pone il problema di seguire il loro destino non lasciandole sole.

Attraverso la cultura della concertazione, che ha portato allo stesso tavolo tutti i soggetti coinvolti, si mettono al centro i lavoratori con l’obiettivo preciso di ricollocarli nel mercato del lavoro. La Provincia, attraverso Agenzia del Lavoro, coordinerà il percorso di attuazione delle misure previste nell’accordo”. 

La Provincia autonoma di Trento costituirà un tavolo di progettazione, monitoraggio, coordinamento e valutazione del percorso di aggiornamento professionale, riqualificazione e ricollocazione dei lavoratori, al quale parteciperanno tutti i soggetti che hanno firmato oggi l’accordo.

Agenzia del Lavoro prenderà in carico i lavoratori, impegnandosi a profilarli e ad offrire loro servizi mirati per la ricollocazione.

La Federazione Trentina della Cooperazione, in accordo con SAIT ed in attuazione di quanto previsto dall’accordo del 20 dicembre 2017, si impegna a individuare uno o più fornitori di servizi di riqualificazione e ricollocazione sostenendo le relative spese. Garantisce inoltre la ricollocazione stabile all’interno del sistema cooperativo di almeno 20 lavoratori.

Sosterrà l’autoimprenditorialità cooperativa dei lavoratori. Erogherà un bonus alle cooperative che assumono i lavoratori.

I sindacati parteciperanno alle attività del tavolo di coordinamento delle attività con particolare attenzione al monitoraggio e alla verifica dei processi di aggiornamento professionale, riqualificazione e ricollocazione. Si impegnano inoltre ad offrire i servizi delle proprie strutture territoriali, in particolare degli istituti di patronato, dei servizi di orientamento al lavoro e formazione e dei centri di assistenza fiscale.

Al protocollo di intesa si è giunti attraverso un articolato percorso iniziato nel novembre 2016.

(Comunicato stampa PAT)

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Come trasmettere una fattura elettronica Venerdì, 07 Dicembre 2018

  • Come vedere una fattura elettronica Venerdì, 07 Dicembre 2018

  • Come generare una fattura elettronica Venerdì, 07 Dicembre 2018

  • Come ricevere una fattura elettronica Venerdì, 07 Dicembre 2018

  • La fatturazione elettronica Giovedì, 06 Dicembre 2018

    Le principali novità introdotte dalla normativa fiscale sulla fatturazione elettronica.

  • “Friedrich W. Raiffeisen. La lezione di un riformatore visionario”: invito al convegno Mercoledì, 28 Novembre 2018

    L'invito della presidente della Federazione Trentina della Cooperazione, Marina Mattarei, al convegno “Friedrich W. Raiffeisen. La lezione di un riformatore visionario”, organizzato, dalla Federazione in collaborazione con la Fondazione don Lorenzo Guetti, in occasione del bicentenario della nascita di Friedrich Wilhelm Raiffeisen.Appuntamento 30 novembre alle ore 15.00 presso la Sala della Cooperazione in via Segantini n. 10 a Trento.Il programma completo è disponibile...

  • Meeting progetto europeo Sentinel a Trento: intervista a Gian Matteo Apuzzo Giovedì, 15 Novembre 2018

    Sentinel, co-finanziato dal programma Interreg Central Europe, ha come obiettivo quello di rafforzare il ruolo delle imprese sociali, come strumento per trainare lo sviluppo delle aree periferiche dell'Europa Centrale.Il meeting di Trento è organizzato dal Segretariato esecutivo dell'Iniziativa Centro Europea (Ince) con sede a Trieste, d'intesa con la Federazione Trentina della Cooperazione, entrambi enti partner del progetto Sentinel.Nel video, l'intervista a Gian Matteo Apuzzo,...

  • Meeting progetto europeo Sentinel a Trento: intervista ad Alessandro Ceschi Giovedì, 15 Novembre 2018

    I partecipanti all'incontro hanno avuto l'opportunità di approfondire le buone pratiche di cooperazione in atto a Terragnolo e Pedersano. Nel paese di Terragnolo la coop sociale Gruppo 78 sta coordinando una rete di soggetti locali per dare vita ad una cooperativa di comunità. In questi primi mesi di attività è stato attivato un servizio di consegna del pane e della spesa utilizzando un'auto elettrica che raggiunge anche chi vive nelle frazioni più...

  • A Trento il terzo meeting del progetto europeo Sentinel: intervista a Eszter Meszaros Mercoledì, 14 Novembre 2018

    Coinvolti una cinquantina di rappresentanti del mondo delle imprese sociali di sei Paesi dell'Unione Europea. In programma nei giorni 14 e 15 novembre: attività di formazione e visite ad alcune realtà cooperative della provincia di Trento che si distinguono per le buone pratiche proposte.Eszter Meszaros, project manager di Sentinel, riferisce nell'intervista gli obiettivi del progetto e i contenuti della sessione di training.

  • Perché occuparsi di sostenibilità? Mercoledì, 14 Novembre 2018

    Quello della sostenibilità è un tema di grande attualità all'interno del movimento cooperativo trentino. Il video propone una sintesi dei punti di vista presentati nel corso degli incontri organizzati dall'associazione Giovani Cooperatori Trentini per approfondire la sostenibilità agroalimentare, ma anche la biodiversità e i nuovi stili di vita possibili.