Lavoro in campagna, al via il primo contratto di rete in agricoltura Martedì, 25 Agosto 2020

Diffuso in altri ambiti e aree economiche, per la prima volta sbarca in agricoltura, grazie a Cantina Toblino e Multiservizi.

Con la firma davanti al notaio nella sede della Federazione è ufficialmente costituita la Agricoltura Virtuosa Trentina”, l’associazione con personalità giuridica formata dai sottoscrittori del contratto. Si avvia così la sperimentazione con 19 imprenditori agricoli soci cantina.

Prima iniziativa, l’assunzione dei lavoratori per la vendemmia. Ma le potenzialità di collaborazione sono molto ampie.

Il comitato di gestione sarà presieduto da Germano Preghenella, vice Bruno Lutterotti, consiglieri Leonardo Chemelli e Loris Brena.

Da oggi in Trentino c’è un nuovo modo di reperire manodopera specializzata per il lavoro in campagna, flessibile e dinamico. Si tratta del contratto di rete, per iniziativa dalle cooperative Multiservizi e Cantina Toblino e il coordinamento della Federazione. firmato davanti al notaio Paolo Piccoli dai primi 19 agricoltori aderenti, tutti soci della cantina di Toblino .

Diffuso in altri ambiti e aree economiche, per la prima volta questa forma contrattuale è sbarcata in agricoltura, dopo un attento iter di analisi e studio giuslavoristico compiuto da tecnici ed esperti della Federazione e durato due anni.

«Un vero progetto di intercooperazione – spiega Germano Preghenella, presidente della cooperativa Multiservizi con sede a Mezzocorona – nato in seno alla Federazione, dialogando insieme al presidente della Cantina Toblino. Siamo partiti dai bisogni comuni. Noi ci occupiamo di produzione lavoro e gestiamo manodopera. In agricoltura da tempo quello della manodopera è un problema. Spesso non si trova. Dalla necessità di individuare, selezionare e gestire i lavoratori dell’agricoltura è nata l’idea di questo contratto di rete, una formula giuridica adeguata e già sperimentata e diffusa in altri campi».

«Il reclutamento e la gestione del personale – precisa il presidente della Cantina Toblino, Bruno Lutterotti – sono un passaggio delicato soprattutto per le aziende agricole medio-piccole.

Il contratto di rete permette, tramite Multiservizi, di reclutare lavoratori che magari nel resto dell’anno si occupano di verde o pulizie, o nuova forza lavoro. E risolve un problema tipico della vendemmia: la raccolta delle uve non è uniforme.

A differenza della raccolta frutta, più lineare e compressa in un unico periodo. Il contratto di rete ci permette, quindi, di far lavorare i dipendenti con continuità, perché vengono scambiati dalle varie aziende nostre socie, in diversi fondi, a diverse altitudini, in diversi periodi».

All’atto di costituzione si è costituito anche il primo comitato di gestione, che in questa prima fase sarà guidato da Germano Preghenella, vice Bruno Lutterotti. Consiglieri Leonardo Chemelli, agricoltore di Madruzzo e Loris Brena di Bleggio.

Per gestire i lavoratori, la logistica, la loro destinazione e coordinamento nelle diverse aziende agricole e nei diversi fondi per la vendemmia, è stata messa a punto una piattaforma digitale.

Anche questo lavoro è stato eseguito in ambito cooperativo, dalla MPA Solutions, con un sistema informatizzato che permette di avere il quadro degli impieghi di manodopera, di esigenze delle singole aziende, delle tempistiche.

«Il contratto di rete agricolo – prosegue Preghenella – riguarda anche l’acquisto di macchinari, di materiali, come concimi e agrofarmaci, l’innovazione e lo scambio di informazioni, il lavaggio di macchine agricole e atomizzatori».

Non solo manodopera, le potenzialità del contratto di rete

Entra nel dettaglio tecnico Lutterotti: «Si mette in comune l’acquisto di macchinari specifici, come potatrici, sfogliatrici, costose e che un’azienda medio-piccola utilizzerebbe poco e che invece si può condividere e utilizzare per brevi periodi. Il contratto di rete apre davvero molte possibilità».

Prioritaria è, poi, la formazione del personale: la manodopera viene formata al lavoro agricolo, in campagna. L’obiettivo è formare dei capisquadra e delle piccole squadre in grado di operare tutto l’anno, in tutti i cicli vegetativi dei vigneti, non solo nella raccolta. La qualificazione professionale è fondamentale.

Per il futuro sono in programma 4 step: lanciare definitivamente la piattaforma informatica; dare adeguata formazione specifica al personale; stabilizzare il personale, in particolare i capisquadra, nei prossimi 18 mesi e tra due anni valutare e strutturare l’esperienza al di là della fase pilota e sperimentale, rendendola organica e stabile alle attività delle due cooperative coinvolte.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La Cooperazione Trentina agli Stati generali della montagna Martedì, 02 Luglio 2019

    La Cooperazione Trentina e l'associazione Giovani cooperatori trentini hanno partecipato all'evento di chiusura degli Stati generali della montagna, portando il loro contributo per l'elaborazione di un piano di proposte strategiche per la valorizzazione del territorio montano.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo Martedì, 25 Giugno 2019

    Le studentesse della quarta A dell' Istituto di Istruzione Marie Curie di Pergine, indirizzo in scienze umane, hanno ricreato in classe, sotto la guida degli ospiti del Centro diurno della Casa di riposo di Povo, alcuni giochi di una volta, che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Il lavoro è stato presentato dalle studentesse all'interno dell'Alzheimer Fest di Povo. Una valida psicomotricità - hanno appreso le studentesse - consente agli...

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...