La trattativa Sait – sindacato è giunta ad un bivio Mercoledì, 14 Novembre 2018

Nuovo incontro con i rappresentanti sindacali oggi al Sait. Il presidente Dalpalù: “indisponibili ad una revoca della disdetta del contratto integrativo, le sigle sindacali formulino proposte concrete nel perimetro della proposta aziendale”.

Oggi, dopo gli incontri delle scorse settimane, il Sait e le organizzazioni sindacali si sono nuovamente seduti al tavolo per proseguire il dialogo tra le parti, alla ricerca di soluzioni condivise in merito al nuovo contratto integrativo aziendale.

L’incontro è stato preceduto da una nota del Consorzio, inviata nel tardo pomeriggio di ieri, con cui il presidente Renato Dalpalù ha riconfermato l’indisponibilità alla revoca della disdetta del precedente contratto, ribadendo alle tre sigle sindacali di formulare proposte concrete «nel perimetro della proposta aziendale» quale condizione preliminare per proseguire nella negoziazione, rinnovando la propria disponibilità a ricercare soluzioni condivise.

L’incontro di oggi è stata l’occasione per ribadire, da parte di Sait, i motivi che rendono imprescindibile la definizione di nuovi criteri per gli incentivi al personale, legati ai risultati aziendali anziché a quote fisse garantite a prescindere dagli stessi.

Ciò non per ridurre il costo del lavoro (è stato assicurato lo stesso stanziamento previsto per il contratto disdettato), ma per mantenere e migliorare i livelli di produttività raggiunti.

«La ponderata riflessione che ha indotto il CdA ad interrompere l’ultrattività del precedente accordo – ha dichiarato Dalpalù - si fonda infatti sull’esigenza di garantire la tensione al risultato da parte di tutta la struttura organizzativa, al fine di consolidare la produttività del lavoro a livelli compatibili con le condizioni del mercato e con l’aggressività delle catene concorrenti. In mancanza, l’intera filiera della cooperazione di consumo rischia di vanificare gli sforzi di rilancio.

Un’evenienza, questa, che suonerebbe come una beffa, rendendo vana la coraggiosa revisione imposta a tutti i centri di costo aziendali, a partire dal lavoro – che peraltro rappresenta meno della metà dei risparmi conseguiti – e il raggiungimento dei primi tangibili risultati del processo di rilancio della distribuzione cooperativa».

Dalpalù si è detto anche sorpreso per «i toni usati in queste settimane, anche sui media, e quattro giorni di sciopero, non privi di atti riprovevoli» che rischiano di portare ad un inutile antagonismo.

L’azienda auspica, e per questo resta in attesa, una azione sindacale indirizzata ad entrare nel merito della proposta aziendale e riconferma la propria volontà a proseguire il percorso negoziale.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • SocioSì, la spesa che fa bene Lunedì, 11 Marzo 2019

    Generosità  e sensibilità  sono due valori distintivi di “SocioSì" che, dal 2014, vede protagonisti i soci di Famiglia Cooperativa e Coop Trentino. Lo scorso 31 gennaio si è conclusa l'edizione 2018 di questa iniziativa che, attraverso la raccolta punti, garantisce vantaggi ai soci e una possibilità  in più. Infatti, ogni cinquecento punti raccolti sulla “Carta In Cooperazione”, si possono devolvere cinque euro a una realtà  impegnata nel sociale: la cooperativa La Rete, Admo...

  • I progetti finanziati con il fondo sociale di etika Martedì, 04 Settembre 2018

    Sono 36.300 i trentini che hanno aderito a etika, l'offerta della Cooperazione Trentina (Federazione, Cassa Centrale Banca, Sait – Famiglie Cooperative, Consolida e la cooperativa sociale La Rete) e di Dolomiti Energia per l'acquisto di luce e gas.Oltre a beneficiare di uno sconto in bolletta e di numerose altre agevolazioni, i sottoscrittori hanno anche generato un vantaggio sociale, poiché per ogni contratto firmato Dolomiti Energia si è impegnata a versare ogni anno 10 euro al...

  • Nuovo Coop Superstore a Rovereto Martedì, 12 Dicembre 2017

    Ultimato un intervento di restyling durato alcune settimane, ha riaperto a Rovereto il Coop Superstore. La struttura è stata completamente ripensata e potenziata con nuovi reparti e servizi per soddisfare le esigenze del consumatore. La ristrutturazione ha comportato un investimento di 2 milioni di euro.Nel video, con le immagini del nuovo Superstore, l'intervista a Luca Picciarelli, direttore generale del Sait.

  • Etika, l'energia che cresce - il video Giovedì, 30 Novembre 2017

    La video animazione di presentazione del progetto Etika, l'energia che cresce: economica, ecologica, solidale."Possibile e insieme, il futuro che stiamo immaginando".

  • etikaplus: con etika il risparmio è (anche) a led Mercoledì, 18 Ottobre 2017

    Lampadine led a prezzi scontati per gli aderenti a etika, l'offerta luce e gas economica, ecologica e solidale. Un'iniziativa creata da Federazione Trentina della Cooperazione, Cassa Centrale Banca, Consolida, Sait, cooperativa sociale La Rete insieme a Dolomiti Energia. 

  • Con etika l'energia diventa economica ecologica solidale Venerdì, 25 Novembre 2016

    Risparmiare aiutando l'ambiente e le persone fragili. In modo facile e a condizioni trasparenti. Etika è la sintesi di un grande progetto di collaborazione tra Dolomiti Energia e il mondo della cooperazione trentina: credito, consumo e sociale. Con la bolletta della luce e quella del gas si risparmia e si contribuisce ad alimentare un Fondo solidale per progetti sociali, centrati sul “dopo di noi”. Nasce così il più grande gruppo di acquisto eco-solidale del Trentino.

  • Cooperazione e sviluppo globale Venerdì, 07 Ottobre 2016

    Parlare di cooperazione e sviluppo globale significa analizzare quali preoccupazioni e quali punti di forza queste dimensioni stanno vivendo, cercando di guardare al mondo cooperativo in una prospettiva che rivolga lo sguardo alla sua storia e ai nuovi progetti per il futuro.Intervista a Renato Dalpalù, presidente Sait.

  • Corretta alimentazione Mercoledì, 05 Ottobre 2016

  • Sait presenta il bilancio. Assemblea dei soci il 29 maggio Giovedì, 12 Maggio 2016

    Conferenza stampa per la presentazione del bilancio 2015 del Sait. Il neo direttore Luca Picciarelli anticipa nel video le iniziative che metterà in campo il consorzio per rafforzare la sua presenza sul mercato e migliorare il servizio alle cooperative associate e ai consumatori.