Interpoma, in fiera a Bolzano 460 espositori di 22 nazioni, su 25mila m2 di esposizione Lunedì, 05 Novembre 2018

Dal 15 al 17 novembre Bolzano si trasformerà nella capitale della mela con l’11° edizione di Interpoma, fiera specializzata unica nel suo genere perché la sola a livello internazionale dedicata alla mela, il prodotto per eccellenza del Trentino Alto Adige.

25.000 m2 di esposizione, 25 relatori di fama internazionale, 9 tour guidati per scoprire i segreti del settore melicolo in Alto Adige: sono questi alcuni dei numeri dell’11° edizione di Interpoma, che anche quest’anno ha tutte le premesse per riconfermarsi l’appuntamento per eccellenza a livello internazionale dedicato al settore della mela.

Dal 15 al 17 novembre prossimi Bolzano tornerà infatti a essere la capitale della mela, riunendo in città oltre 20.000 operatori professionali provenienti da tutto il mondo interessati a conoscere le ultime novità del settore.

Stamani la manifestazione è stata presentata in una conferenza stampa a Trento.

“In regione si producono 1,5 milioni di tonnellate di mele all’anno, di cui 500 in Trentino - ha detto il presidente di Assomela Ennio Magnani. - A livello regionale rappresentiamo il 12% della produzione europea. Si tratta di un unicum a livello mondiale, perché in nessun altro Paese c’è una parcellizzazione del terreno così elevata come da noi. Abbiamo organizzazione e tecnologia di cui andare orgogliosi”, ha concluso.

“La cooperazione trentina sta sviluppando un ragionamento a 360 gradi sulla sostenibilità, partendo proprio dal settore agricolo – ha affermato la presidente Marina Mattarei. - La società si sta sempre più interrogando sui temi della salubrità dei prodotti e il rispetto dell’ambiente. L’ampiezza delle argomentazioni su questi temi deve coinvolgere l’intera filiera, compresa quella del turismo”.

“Cerchiamo di mettere insieme le forse e le energie di due territori di eccellenza, Trentino e Alto Adige. La fiera in particolare punta l’attenzione sui giovani e l’innovazione”, ha affermato il vicepresidente dell’ente Fiera Bolzano Claudio Corrarati.

Interpoma, una esposizione a 360°

Ad oggi sono 460 le aziende espositrici che hanno confermato la propria presenza a Interpoma, provenienti da 20 Paesi di tutto il mondo: Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Italia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Spagna, Svizzera, Ungheria, Irlanda, Corea, Slovenia, Serbia e Stati Uniti. Su uno spazio espositivo di 25.000 m² si potranno trovare tutte le ultime novità della filiera melicola: dalle tecniche per la coltivazione, all’immagazzinamento, alla selezione, imballaggio e commercializzazione.

“La Mela nel Mondo”, sguardo verso Est

Una delle novità dell’edizione 2018 di Interpoma è che il tradizionale congresso internazionale “La Mela nel Mondo” si concentrerà nei primi due giorni – giovedì 15 e venerdì 16 - e non prevedrà la sessione del sabato. Saranno circa 25 i relatori che si alterneranno nel corso delle due giornate, suddivise a loro volta in due parti ciascuna: il giovedì sarà dedicato ai “Trend nell’Europa dell’Est e Asia” e alle “Tendenze internazionali nell’innovazione varietale, il genoma del melo e le foreste del melo selvatico nel Kazakistan”, mentre i focus del venerdì saranno “La melicoltura sostenibile nella produzione Bio e nella produzione integrata” e “High-Tech nella frutticoltura di domani”. I relatori, tutti esperti di fama internazionale, provengono da Austria, Francia, Italia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Cina, India, Nuova Zelanda.

Trentino Alto Adige, la culla europea delle mele apre le proprie porte

Interpoma arricchisce il proprio programma con una serie di tour guidati riservati agli operatori e alla stampa, aventi l’obiettivo di promuovere la conoscenza dell’avanzata realtà produttiva altoatesina e di mostrare i più innovativi sistemi di lavorazione. Nove, complessivamente, i tour che sono stati pianificati, tre nella giornata di giovedì 15 novembre, cinque in quella di venerdì 16 novembre e uno nella giornata conclusiva, sabato 17 novembre.

Accanto alle tradizionali visite dedicate al settore biologico e alle tecnologie, le grandi novità di quest’anno saranno gli Interpoma Innovation Tour e il Tour di Melinda.

Nella giornata di venerdì si potrà prendere parte alle visite dedicate alle innovazioni in campo alimentare: Noi Techpark, il parco tecnologico dell’Alto Adige che connette imprese, ricercatori e studenti per generare innovazione, farà toccare con mano la realtà di alcune startup operanti nei settori delle tecnologie alimentari, automazione, tecnologie verdi & alpine.

Sabato mattina, invece, sarà la volta dell’Interpoma Tour Melinda, con una prima visita a MondoMelinda, il centro visitatori del Consorzio Melinda a Segno di Predaia (TN) per poi proseguire per le celle ipogee, immense gallerie ricavate nella roccia a 275 m sotto la superficie della terra in cui vengono conservate le mele.

Startup Village, l’innovazione secondo Interpoma

Dopo due edizioni di successo di “Interpoma Innovation Camp”, Fiera Bolzano prosegue nel suo cammino di portavoce dell’innovazione in campo agricolo con l’introduzione del primo “Interpoma Startup Village”, una piattaforma di scambio di nuove idee e tematiche innovative da sviluppare nel settore agricolo-melicolo, tra aziende consolidate e startup con giovani talenti e esperti del settore. Robotics, Superfood & Software Solutions sono le parole chiave di questa edizione, le startup selezionate sono cinque: Blue Tentacles, X-far, Agribot, Hse e Revotree ed hanno la possibilità di esporre in una area riservata nei padiglioni di Interpoma.

Biolife 2018, fiera dell’eccellenza biologica (23-26 novembre)

Biolife, la fiera dell’eccellenza biologica regionale, è alle porte e quest’anno ospita il primo convegno “Organic 2030” per offrire a professionisti del settore bio una panoramica sui trend dell’agricoltura biologica attraverso il confronto di tre Paesi, quali Italia, Austria e Germania. Il convegno si svolge a Fiera Bolzano, venerdì 23 novembre 2018 nella Sala Cevedale, in occasione dell’esposizione Biolife di prodotti biologici certificati.

Interpoma Press Office c/o fruitecom

Elena Vincenzi - elena.vincenzi@fruitecom.it - +39-059-7863894 PR

Manager – Brand & Communication

Cristina Pucher - cristina.pucher@fierabolzano.it - +39-0471-516012

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...

  • L’innovazione nelle cooperative agricole del Trentino Lunedì, 21 Gennaio 2019

    Ad aver introdotto migliorie e innovazioni recenti sono perlopiù le cooperative vitivinicole e ortofrutticole. In cima all'elenco delle priorità di cambiamento c'è la volontà di convertire le prassi produttive nel rispetto di nuovi standard sostenibili, scegliendo il metodo biologico. Ancora: l'appartenenza alla forma cooperativa è fonte d'orgoglio nonché scelta ponderata. Sono solo alcuni dei risultati emersi dalla ricerca condotta da Euricse,...

  • Iscriviti al canale di Cooperazione Trentina! Venerdì, 11 Gennaio 2019

    Perché iscriversi al canale YouTube della Cooperazione Trentina? Le ragioni sono tante e puoi scoprirne alcune in questo breve video. E ricorda che puoi partecipare anche tu alla decisione di cosa pubblicare. Scrivici cosa vorresti vedere o cosa vorresti sapere del movimento cooperativo. Faremo il possibile per risponderti con un nuovo video!