Incomprensibile la rinuncia ai Fondi FAMI Giovedì, 05 Settembre 2019

CNCA Trentino Alto Adige, Consolida, CGIL CISL e UIL del Trentino e Fondazione S.Ignazio hanno promosso una conferenza stampa per spiegare le ragioni del loro dissenso. Ecco il testo della loro nota.

Da poco abbiamo appreso che è stata firmata la Nota di rinuncia al Ministero da parte del Dipartimento salute e politiche sociali della PAT rispetto all’attuazione di due progetti già finanziati dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione del Ministero dell’Interno. Nello specifico PROG-2355 Impact – Provincia Autonoma di Trento con un budget ammesso a finanziamento di euro 538.000,00 e PROG -2579 – A++ Italiano di base - Provincia Autonoma di Trento con un budget ammesso a finanziamento di euro 491.130,76.

I progetti avevano già visto svolgersi precedenti edizioni sul territorio provinciale mediante il coordinamento del Cinformi. Attraverso corsi di insegnamento alla lingua e cultura italiana per le persone straniere, nonché iniziative di dialogo e socializzazione interculturale, avevano trovato ampio riconoscimento e auspicio di prosecuzione presso tutti gli enti coinvolti del territorio (Comuni, Comunità di Valle, Istituti scolastici, Associazioni di promozione sociale e culturale locali…).

Sottolineiamo che destinatari delle iniziative sono stati in questi casi immigrati di prima generazione, tra cui prevalentemente donne in situazione di isolamento sociale, che vivono in maniera stabile nei piccoli paesi della nostra provincia, e che hanno usufruito di competenze linguistiche e di cittadinanza preziose mirate alla socializzazione e all’inserimento nella vita sociale della comunità. Risulta dunque inconcepibile la rinuncia a tale forma di finanziamento già prevista, se non per prese di posizione aprioristiche, senza alcuna base di ragionevolezza, che nulla hanno a che fare con il bene collettivo e l’utilizzo consapevole dei fondi a disposizione.

Non si tratta qui di spostare infatti delle risorse esistenti in altro modo (tesi già ampiamente miope tra l’altro), ma di rinunciare in toto a fondi già stanziati che non verranno quindi erogati. Questo solo per pregiudizio, paura elettorale, tornaconto localistico, che non rendono certo un servizio al nostro territorio. Ultimo il Trentino!... nel momento in cui rinuncia a fondi già previsti dallo Stato e non si dimostra all’altezza di utilizzarli per lo sviluppo socio-culturale del suo tessuto sociale, culturale e produttivo.

Rimarchiamo infine come tale progetti avrebbero potuto costituire un canale di reinserimento per insegnanti e lavoratori dell’accoglienza che hanno visto il proprio rapporto di lavoro interrotto o ridimensionato a seguito dei recenti provvedimenti in materia di richiedenti protezione internazionale.

Chiediamo dunque di scongiurare lo spreco di un’opportunità a tutti gli effetti già a disposizione del territorio che non comporterebbe alcun tipo di aggravio economico per l’amministrazione locale, ma solo benefici e possibilità anche di implementare nuovi modelli di integrazione per le persone straniere.

Soggetti promotori: CNCA Trentino Alto Adige, Consolida, CGIL CISL e UIL del Trentino, Fondazione S.Ignazio.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Il progetto INNO-WISEs Mercoledì, 26 Giugno 2019

    L'attività di alcune cooperative sociali trentine, che nei prossimi mesi parteciperanno alla fase di test della piattaforma ICT per le WISEs (Work Integration Social Enterprises – Cooperative di inserimento lavorativo) progettata dai partner del progetto INNO-WISEs, nel video realizzato dalla cooperativa sociale Relè.Il progetto è finanziato dal programma INTERREG Central Europe e la Federazione Trentina della Cooperazione ne...

  • Abitare inclusivo: l'esperienza di Pordenone Sabato, 27 Ottobre 2018

    Al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienza", Luisa Montico, della Fondazione Down Friuli Venezia Giulia, ha portato l'esperienza avviata nel 2001 a Pordenone che ha già permesso a molte persone di costruirsi una vita autonoma.

  • Cos'è l'abitare inclusivo Sabato, 27 Ottobre 2018

    Quando si parla di abitare inclusivo cosa si intende? Perchè è un tema fondamentale nella creazione di condizioni di vita autonoma per persone con disabilità? Lo spiega Piergiorgio Reggio, presidente della Fondazione Demarchi, intervenuto al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienze"

  • L'esperienza dell'abitare inclusivo della cooperazione sociale trentina Sabato, 27 Ottobre 2018

    In occasione del convegno organizzato da Consolida sul tema dell'abitare inclusivo delle persone con disabilità, la vicepresidente Francesca Gennai fa il punto sui risultati e sull'esperienza raggiunta in questo ambito

  • Elezioni: i candidati presidente rispondono alle proposte della cooperazione sociale Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie proposte su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le impressioni e gli impegni dei candidati presidente che hanno partecipato all'incontro: Ugo Rossi (Patt), Giorgio Tonini (Alleanza democratica e popolare), Antonella Valer (Sinistra per il Trentino), Paolo Primon (Popoli Liberi), Roberto De Laurentis (Tre).

  • Le proposte alla politica della cooperazione sociale Lunedì, 15 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie priorità su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le interviste a Serenella Cipriani, presidente di Consolida, e alla vicepresidente Francesca Gennai.

  • I progetti finanziati con il fondo sociale di etika Martedì, 04 Settembre 2018

    Sono 36.300 i trentini che hanno aderito a etika, l'offerta della Cooperazione Trentina (Federazione, Cassa Centrale Banca, Sait – Famiglie Cooperative, Consolida e la cooperativa sociale La Rete) e di Dolomiti Energia per l'acquisto di luce e gas.Oltre a beneficiare di uno sconto in bolletta e di numerose altre agevolazioni, i sottoscrittori hanno anche generato un vantaggio sociale, poiché per ogni contratto firmato Dolomiti Energia si è impegnata a versare ogni anno 10 euro al...

  • Etika, l'energia che cresce - il video Giovedì, 30 Novembre 2017

    La video animazione di presentazione del progetto Etika, l'energia che cresce: economica, ecologica, solidale."Possibile e insieme, il futuro che stiamo immaginando".

  • Riforma anziani: le proposte delle cooperative sociali di Consolida Martedì, 07 Novembre 2017

    E' iniziata in Consiglio provinciale la discussione sul disegno di legge di riforma del welfare anziani. Consolida ha organizzato un convegno per presentare le proposte di emendamento della cooperazione sociale.Nel video, le interviste a Italo Monfredini, direttore generale del gruppo Spes e consigliere di Consolida, e a Luca Zeni, assessore provinciale alla Salute.

  • etikaplus: con etika il risparmio è (anche) a led Mercoledì, 18 Ottobre 2017

    Lampadine led a prezzi scontati per gli aderenti a etika, l'offerta luce e gas economica, ecologica e solidale. Un'iniziativa creata da Federazione Trentina della Cooperazione, Cassa Centrale Banca, Consolida, Sait, cooperativa sociale La Rete insieme a Dolomiti Energia.