Facciamo voto di conoscenza Mercoledì, 02 Ottobre 2013

Nella terza edizione dell'Autunno Culturale la cooperazione sociale chiama i trentini a fare "voto di conoscenza". Un invito alla responsabilità individuale e alla partecipazione per ricominciare dai doveri in una società dove molti hanno travisato il concetto di diritti. Lo fa a partire da tre parole chiave che saranno il filo conduttore di tutto l'Autunno Culturale attraverso una campagna di comunicazione, un programma di eventi sui territori e un documento politico con Dieci azioni concrete proposte ai candidati alle prossime elezioni provinciali

È arrivato il momento di scegliere, e di farlo consapevolmente. "Facciamo voto di conoscenza" è la chiamata che arriva dalla cooperazione sociale nella terza edizione dell'Autunno Culturale delle cooperative sociali di Con.Solida., presentata oggi in conferenza stampa. Di fronte all'evidente frammentazione e ad un clima di sfiducia, la cooperazione sociale dichiara la propria visione di buona politica e chiama i cittadini alla responsabilità individuale, a conoscere ciò che li circonda per poter scegliere consapevolmente. “Lo fa a partire da tre parole – spiega il presidente di Con.Solida. Mariano Failoni - che sono il filo conduttore di tutto l’Autunno Culturale 2013: sociale, educazione e sussidiarietà. Valori che da oltre trent'anni fanno parte del nostro sistema e che oggi sono tornati in primo piano, punti chiave di molti programmi elettorali.” A questa chiamata nessuno è immune: cooperatori sociali e politici, imprenditori e lavoratori, genitori e insegnanti, adulti e giovani. In un sistema che ha abituato le persone ad essere sollevate dalle proprie responsabilità, l'invito è quello di "Fare voto di conoscenza". In una società dove molti hanno travisato il concetto di diritti, occorre ripartire dai doveri. E la premessa per farlo consapevolmente, è la conoscenza.

La campagna di comunicazione e gli eventi sui territori

Sociale, educazione e sussidiarietà sono valori imprescindibili al buon funzionamento della comunità quanto cervello, cuore e mano lo sono per il corpo. Ecco perché sono queste le immagini scelte  per la terza edizione dell'Autunno Culturale con l'obiettivo di suscitare curiosità, domande, riflessioni, critiche, affinché contaminazione e dibattito possano far crescere nelle persone il desiderio di conoscenza. Su queste tre parole i candidati alle elezioni provinciali sono chiamati a confrontarsi durante gli eventi organizzati in vari territori dalle 21 cooperative sociali che hanno aderito all'iniziativa. “L’idea – spiega Silvano Deavi, vicepresidente di Con.Solida. – è quella di dare vita ad una campagna elettorale dove in primo piano ci sono i cittadini che interrogano i candidati. È una modalità che trova in realtà molto appeal anche tra i candidati stessi, per mettere in gioco capacità e competenze.”

Non piazze, ma contesti plurali, giocosi e sinceri dove i politici potranno uscire dalla logica dei proclami verso visioni e pensieri a cui far seguire scelte concrete. “Per organizzare gli eventi – spiega Silvano Deavi, vicepresidente di Con.Solida. - le cooperative si sono unite e hanno lavorato assieme sullo stesso territorio". Il primo appuntamento è "Braccia rubate alla politica", a Trento venerdì 4 ottobre organizzato dalle cooperative sociali di inserimento lavorativo A.L.P.I., Le Coste, Gabbiano, Relè e La Sfera. "Chiameremo alcuni candidati direttamente a lavorare nelle sedi delle varie cooperative - spiega Mariano Failoni - come operai, magazzinieri, addetti alla lavanderia o alla manutenzione del verde e pranzeranno in mensa con i dipendenti.” Alle 13.00 presso la coop A.L.P.I. si terrà una tavola rotonda tra politici e imprenditori sociali su inclusione e buon lavoro. L'11 ottobre a Pergine le cooperative sociali A.M.I.C.A., CS4 e Laboratorio Sociale metteranno a confronto i candidati in una competizione fra test e quiz su un tema attuale come quello dell’educazione e delle politiche per la famiglia. Nelle Giudicarie, invece, tre appuntamenti promossi dalle cooperative sociali Bucaneve, Impresa Solidale, L’Ancora e Lavori in Corso. A Pieve di Bono, il 18 ottobre, si parlerà della montagna come occasione di inclusione sociale a partire da un progetto locale realizzato in collaborazione con il CAI, mentre il 19 ottobre sarà la musica a raccontare un’esperienza di reale integrazione di un gruppo di giovani con disagio mentale. Momento clou il 23 ottobre a Bolbeno dove i candidati saranno invitati ad un confronto sul tema della sussidiarietà. In Val di Non a Cles, il 18 ottobre alle 20.30 si parlerà di welfare e di politiche di inclusione con la cooperativa Gsh, da anni impegnata su questi temi. Sabato 19 dalle 14.00 in poi nel centro storico di Rovereto le cooperative sociali Gruppo 78, Iter e Il Ponte inviteranno i cittadini a lasciare un messaggio su di un mattone per costruire insieme “Il Trentino che vorrei”.

Infine, un progetto annuale per rigenerare beni comuni e rispondere ai bisogni del territorio promosso dalle cooperative dell'Alto Garda Arcobaleno, Eliodoro, Ephedra, Fenice e Tandem che lavoreranno insieme ai Comuni e alla Comunità di Valle per dare nuova vita a spazi inutilizzati.

La proposta politica

Affinché le tre parole chiave dell'Autunno Culturale non restino proclami, occorre tradurli in azioni concrete  per il bene della comunità. "Ecco perché ad ogni concetto abbiamo fatto corrispondere misure precise - spiega Failoni - dieci, in totale, raccolte in un Documento rivolto ai candidati. Chi crede in questi valori lo può sottoscrivere assumendosi l'impegno di portarli avanti a partire dai prossimi mesi di nuova legislatura – continua il presidente. L'Autunno Culturale, infatti, non si conclude quest'anno ma nel 2014. Le dieci azioni saranno infatti nuovamente al centro della prossima edizione, dove chiederemo ai candidati di render conto di quello che è stato fatto.”

Tra le azioni raccolte nel Documento: l’applicazione sistematica della clausola sociale negli appalti pubblici, l’attivazione di un tavolo politico permanente per rispondere ai bisogni educativi della società, la piena attuazione della Legge Provinciale 1 luglio 2013 per promuovere l'apprendimento permanente quale strumento di coesione sociale, l’impegno per la modifica della legge regionale del 1998 che regolamenta la cooperazione sociale per favorirne l'ampliamento del campo d'azione, la promozione dei "progetti di finanza" per superare la logica della gara d’appalto.

Il documento completo è scaricabile dal sito www.cooperazionesocialetrentina.it e l’invito alla sottoscrizione è esteso a tutti i candidati.

programma.pdf 165,12 kB

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Il progetto INNO-WISEs Mercoledì, 26 Giugno 2019

    L'attività di alcune cooperative sociali trentine, che nei prossimi mesi parteciperanno alla fase di test della piattaforma ICT per le WISEs (Work Integration Social Enterprises – Cooperative di inserimento lavorativo) progettata dai partner del progetto INNO-WISEs, nel video realizzato dalla cooperativa sociale Relè.Il progetto è finanziato dal programma INTERREG Central Europe e la Federazione Trentina della Cooperazione ne...

  • GSH lancia "Linee evolutive" Martedì, 12 Marzo 2019

    E' la nuova rivista specialistica sulla disabilità psicofisica edita dalla cooperativa sociale Gsh. Esperienza esemplare, unica nel suo genere in Italia, offrirà spazi di discussione e contributi specifici, dalla ricerca all'esperienza operativa

  • Abitare inclusivo: l'esperienza di Pordenone Sabato, 27 Ottobre 2018

    Al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienza", Luisa Montico, della Fondazione Down Friuli Venezia Giulia, ha portato l'esperienza avviata nel 2001 a Pordenone che ha già permesso a molte persone di costruirsi una vita autonoma.

  • Cos'è l'abitare inclusivo Sabato, 27 Ottobre 2018

    Quando si parla di abitare inclusivo cosa si intende? Perchè è un tema fondamentale nella creazione di condizioni di vita autonoma per persone con disabilità? Lo spiega Piergiorgio Reggio, presidente della Fondazione Demarchi, intervenuto al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienze"

  • L'esperienza dell'abitare inclusivo della cooperazione sociale trentina Sabato, 27 Ottobre 2018

    In occasione del convegno organizzato da Consolida sul tema dell'abitare inclusivo delle persone con disabilità, la vicepresidente Francesca Gennai fa il punto sui risultati e sull'esperienza raggiunta in questo ambito

  • Elezioni: i candidati presidente rispondono alle proposte della cooperazione sociale Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie proposte su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le impressioni e gli impegni dei candidati presidente che hanno partecipato all'incontro: Ugo Rossi (Patt), Giorgio Tonini (Alleanza democratica e popolare), Antonella Valer (Sinistra per il Trentino), Paolo Primon (Popoli Liberi), Roberto De Laurentis (Tre).

  • Le proposte alla politica della cooperazione sociale Lunedì, 15 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie priorità su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le interviste a Serenella Cipriani, presidente di Consolida, e alla vicepresidente Francesca Gennai.

  • I progetti finanziati con il fondo sociale di etika Martedì, 04 Settembre 2018

    Sono 36.300 i trentini che hanno aderito a etika, l'offerta della Cooperazione Trentina (Federazione, Cassa Centrale Banca, Sait – Famiglie Cooperative, Consolida e la cooperativa sociale La Rete) e di Dolomiti Energia per l'acquisto di luce e gas.Oltre a beneficiare di uno sconto in bolletta e di numerose altre agevolazioni, i sottoscrittori hanno anche generato un vantaggio sociale, poiché per ogni contratto firmato Dolomiti Energia si è impegnata a versare ogni anno 10 euro al...

  • Di Comune in Comune - puntata 3 Lunedì, 05 Marzo 2018

    Territorio: Comune di ClesCooperative: Gsh, Sad

  • Etika, l'energia che cresce - il video Giovedì, 30 Novembre 2017

    La video animazione di presentazione del progetto Etika, l'energia che cresce: economica, ecologica, solidale."Possibile e insieme, il futuro che stiamo immaginando".