Faccia a faccia. Nove donne raccontano il cancro al seno Venerdì, 29 Dicembre 2017

Raccolte in un libro le storie di nove donne che raccontano la loro esperienza con il cancro al seno.

Nato dall’iniziativa di una operatrice della cooperativa Kaleidoscopio, il volume racconta in prima persona la fragilità e la forza di queste donne, in cui domina la speranza e il coraggio di guardare al futuro.

Norma Chisté è una operatrice della cooperativa sociale Kaleidoscopio. L’idea del libro le è venuta mentre si sottoponeva alle cure contro il cancro nel reparto oncologico di un ospedale. Parlando con altre donne con lo stesso problema, è venuto il desiderio di raccontare la propria esperienza, perché “possa essere di aiuto a chi si trova ad affrontare questo difficile percorso”.

Così è nato il volume “Faccia a faccia con il cancro e con noi stesse”, le storie di Ania, Anna, Antonella, Donata, Maddy, Marta, Norma, Paola e Serena.

Le loro storie raccontano di difficoltà e conquiste, percorsi personali impegnativi, ma riflettono anche sull’importanza di rielaborare l’esperienza, di farne patrimonio comune, di rompere un silenzio che crea imbarazzi.

 “Questo libro è frutto di un progetto, nato dall’incontro tra vissuti, professionalità e riflessione all’interno della cooperativa sociale Kaleidoscopio”, afferma la coordinatrice di Kaleidoscopio Anna Giacomoni.

“L’incontro tra il bisogno di relazione, di rielaborazione e di valorizzazione dell’esperienza vissuta da queste donne si è incrociato con una riflessione sui ruoli di genere e sulla valorizzazione delle differenze personali”.

E’ stato elaborato un progetto - parzialmente finanziato dal servizio Pari Opportunità della Provincia Autonoma di Trento - in cui alle donne coinvolte è stato chiesto di esprimere liberamente la propria storia ed il proprio vissuto, aggiungendo alcune domande di riflessione anche su aspetti legati alla propria femminilità e al ruolo di cura.

“Queste sono storie di fragilità e di forza – commenta il presidente della cooperativa Michele Odorizzi – in cui emerge il coraggio e la voglia di guardare al futuro”.

“Essere malati ci rende meno perfetti – afferma Maddalena, una delle protagoniste del libro. -Ho avuto il coraggio di aprire il mio cuore e raccontare il mio percorso. È stato come aprire un vaso di Pandora, perché quando arriva il cancro si comincia a tirare le somme della propria vita, è lì c’è veramente la svolta. Questo è un messaggio di speranza rivolto a tutte le donne: non siete sole”.

Tutti i proventi raccolti da questa pubblicazione verranno investiti in azioni di sostegno a donne che stanno affrontando il tumore al seno.

Per informazioni e per avere copie del libro si può rivolgersi ad Anna o Norma presso Kaleidoscopio s.c.s.
Via Sommarive 4 – POVO Trento. Tel 0461816036

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La vera storia dei bambini di strada di Nairobi Venerdì, 02 Marzo 2018

    Allo Smart Lab di Rovereto, martedì 6 marzo, alle 20.30, la presentazione in anteprima del film “Ten years later”, che racconta la vera storia di otto ragazzi della baraccopoli di Kibera che hanno scelto di lasciare la strada per entrare nella casa di accoglienza istituita da Koinonia Community. Alla serata interverrà il fondatore della Comunità, padre Kizito Sesana, da 40 anni missionario comboniano in Africa, scrittore.

  • Valore lavoro 2014 - Giralaruota Venerdì, 09 Gennaio 2015

    Gira la Ruota è un' officina in cui si recuperano, restaurano e riparano biciclette. Nell'officina lavorano educatori della cooperativa sociale Kaleidoscopio insieme a ragazzi che hanno voglia di sperimentarsi in questa attività. In questo spazio si impara l'arte della manutenzione della bicicletta e il lavorare insieme facendo qualcosa di utile per la comunità.

  • Nuovi bisogni, nuovo welfare: i servizi per gli anziani Lunedì, 20 Gennaio 2014

    In questa quarta puntata della rubrica vengono presentati alcuni dei servizi dedicati agli anziani e alla loro cura offerti dalle cooperative trentine. Si va dall'assistenza domiciliare offerta dalla cooperativa Fai, all'assistenza e animazione proposta dalla cooperativa Kaleidoscopio fino all'innovativo co-housing per anziani ideato dalla cooperativa Sad