“Custodi di parole”. Il nuovo concorso della Cooperazione Trentina Martedì, 11 Dicembre 2018

Solidarietà, uguaglianza, democrazia, sostenibilità, libertà, responsabilità, fiducia. Sette parole che rappresentano altrettanti capisaldi del lessico cooperativo sono al centro del nuovo concorso scolastico della Cooperazione Trentina.

Esistono parole che, più di altre, si legano alla Cooperazione e al movimento cooperativo. Parole dal significato profondo meritevoli di un approfondimento.

Parte da qui e da questo obiettivo il nuovo concorso scolastico promosso dalla Federazione Trentina della Cooperazione e, in particolare, dall’ufficio per l’educazione cooperativa.

“Custodi di parole” è il titolo di questa iniziativa pensata e proposta a studentesse e studenti della scuola primaria (elementari), secondaria di primo grado (medie), secondaria di secondo grado (superiori), Centri di Formazione Professionale e Istituti Professionali.

“Il concorso è rivolto a tutte le scuole della Provincia Autonoma di Trento – spiegano i promotori – ed è nato con una finalità precisa. Sostanzialmente si chiederà di leggere in profondità il significato e la portata simbolica di alcune parole di particolare rilievo per il movimento cooperativo”.

Ogni classe potrà scegliere una parola legata ai valori cooperativi diventando custode di uno di questi termini che rappresentano l’essenza dell’agire cooperativo. Sono sette: solidarietà, uguaglianza, democrazia, sostenibilità, libertà, responsabilità, fiducia e sono contenuti nella “Carta dei Valori della Cooperazione Trentina”, punto di riferimento etico e pratico.

Per iscriversi è sufficiente collegarsi a www.coopeduca.it e compilare il modulo di adesione entro il 30 gennaio 2019.

Ogni classe durante l’anno scolastico e avvalendosi di diverse fonti (giornali, radio, televisione, internet, ecc.) dovrà raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sulla parola scelta. Queste informazioni verranno raccolte nel portfolio di ogni classe per poi essere catalogate e collezionate nel modo più opportuno stabilito d’intesa con l’insegnante.

Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro il 15 maggio 2019.

Una commissione di giuria li valuterà e la cerimonia di premiazione è in calendario il 29 maggio alla Sala della Cooperazione a Trento.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche