Cosa si nasconde dentro il nostro piatto? Giovedì, 02 Novembre 2017

Per svelare i nuovi fenomeni che, spesso, sfuggono all’informazione ufficiale, e che interessano il sistema agroalimentare e che, quindi, influiscono sulla qualità di ciò che mangiamo appuntamento con Tutti nello stesso piatto, il Festival internazionale di cinema cibo e videodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù, In cartellone 43 opere, tra film e documentari da tutto il mondo.

Mette a fuoco il presente, la nona edizione di Tutti nello stesso piatto il festival organizzato da Mandacarù Onlus, cooperativa di commercio equo del Trentino e dal consorzio Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale in Italia e una delle maggiori a livello mondiale.

L’evento è stato presentato, stamani, alla sala consiglio della Federazione Trentina della Cooperazione.

Dal 7 al 26 novembre, attraverso la proiezioni di 43 film e documentari, verranno svelati i nuovi fenomeni che spesso sfuggono all’informazione ufficiale e rivelata, in maniera semplice e diretta, la complessa realtà del sistema agroalimentare da nord a sud del mondo.

“Il Festival – commenta Piera Sterlini, presidente di Mandacarù – ha come caratteristica rilevante delle proprie attività quella di essere in grado di produrre, non ricchezza materiale quanto, piuttosto, ricchezza immateriale quella che alimenta la fiducia, il desiderio di partecipazione, il senso di comunità e di solidarietà, di vita civile, il bisogno di giustizia sociale”.

“Il cinema – aggiunge Beatrice De Blasi, direttrice artistica del Festival – è un settore di primo piano dell’attività culturale: non è una semplice merce, ma è un capitale simbolico carico di valenze cognitive e affettive. Attraverso le opere selezionate intendiamo offrire un’occasione di contatto con mondi e culture lontane e, nel contempo, una riflessione sul cibo per interrogarsi e confrontarsi sulle infinte contraddizioni del mondo alimentare”.

“Tutti nello stesso piatto” aprirà martedì 7 novembre al Teatro Sociale di Trento con un evento, realizzato in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale (rappresentato, stamani, dalla direttrice Jenny Capuano), durante il quale verrà proiettato “Comboio de sal e açucar / The train of salt and sugar”.

Le proiezioni, in programma a Trento e Rovereto, si focalizzeranno su cinque focus tematici, “Giappone”, “cambiamenti climatici”, “orizzonti latini”, “cibo e diritti umani” e “culture del cibo”, con l’obiettivo di costruire intuizioni e suggestioni sui grandi temi del terzo millennio, diffondere nuove consapevolezze, favorendo in generale l’innovazione e mediando lo spirito del nuovo con le identità storico culturali proprie di ogni popolo.

La serata conclusiva si terrà domenica 26 novembre, al Teatro Sanbapolis, quando saranno proclamati i vincitori scelti dalla giuria degli studenti universitari, partner del Festival, e dal pubblico presente alle proiezioni.

Le pellicole, già applaudite nei maggiori festival cinematografici internazionali, dal Berlino Culinay Cinema all’IDFA di Amsterdam, dal Sundance Film Festival all’Human Right Watch Film Festival e molti altri ancora, saranno proposte in lingua originale sottotitolate in italiano, coinvolgendo nel proprio pubblico di riferimento anche spettatori italiani che vedono nei film in lingua originale una straordinaria possibilità di rafforzamento delle proprie competenze linguistiche e un spettatori di stranieri residenti a Trento per i quali normalmente l’offerta culturale è esigua.

Confermato anche per l’edizione 2017 “Schermi & Lavagne”, la proposta che Mandacarù rivolge a circa 2.500 ragazzi e ragazze di età compresa tra i 6 ed i 18 anni, per sensibilizzare ragazzi e bambini al dialogo interculturale attraverso la scoperta del cibo e di culture e tradizioni da tutto il mondo. “Schermi & Lavagne” è un vero e proprio festival nel festival che  propone un programma di cartoni di animazione, film e documentari rivolti alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado. Tutte le proiezioni saranno seguite da incontri e dibattiti di approfondimento con educatori di Mandacarù.

Gli altri interventi

Durante la conferenza stampa di presentazione è intervenuto Davide Cavazza, direttore della Comunicazione del Consorzio Altromercato che collabora con 155 organizzazioni nel mondo ed è presente, in Italia, con 260 botteghe. “Il Festival ogni anno cresce, migliora e avvicina un numero sempre maggiore di persone al tema del commercio equo e solidale – ha detto - Una preziosa occasione per conoscere”.

Inoltre hanno preso la parola i rappresentanti di due altre realtà partner del Festival.

Floriano Zini di Amnesty International: “Cibo e diritti umani – ha osservato - si legano per due motivi in particolare. Il primo: spesso nella produzione di cibo i diritti umani vengono violati. Il secondo: tutti hanno il diritto di avere cibo sano nel proprio piatto”.

Giorgio Casagranda, presidente del Centro Servizi per il Volontariato del Trentino. “La nostra è una organizzazione che lotta contro lo spreco alimentare – ha osservato - Siamo partner per la prima volta del Festival Tutti nello stesso piatto”.

 

EVENTO DI APERTURA

Martedì 7 novembre, alle 19.30, presso il Teatro Sociale di Trento, il Festival aprirò con un evento realizzato in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale. In programmazione “Comboio de Sal e Açucar / The train of salt and sugar” di Licínio Azevedo (Portogallo / Mozambico / Francia / Sudafrica / Brasile). Tratto dal suo romanzo omonimo, il nuovo film del veterano del cinema africano Licínio Azevedo è un african western ad alta tensione sull’amore ai tempi della guerra.

Al termine della proiezione verrà proposto un breve excursus dai tempi degli accordi di pace per il Mozambico, firmato a Roma 25 anni fa dopo 16 anni di guerra devastante con più di un milioni di morte e un Paese talmente devastato da essere il più povero del mondo, fino alla situazione odierna, grazie al contributo di Pietro Veronese, giornalista di Repubblica e grande esperto di Africa, Maria Manuela Lucas, ambasciatrice del Mozambico in Italia e con Mario Raffaelli, uno degli attori degli accordi di pace ed oggi presidente del Centro per la Cooperazione Internazionale. Al termine, sarà possibile dialogare con i relatori sulle sfide odierne del Paese africano che, dopo anni di stabilità e di graduale crescita, ha vissuto una nuova dolorosa battuta d’arresto a segnare che la pace non è mai acquisita per sempre e va continuamente alimentata.

TRAMA DEL FILM - Nel 1989 il Mozambico è un paese distrutto dalla guerra civile. Il treno che collega Nampula al Malawi è l’unica speranza per coloro che sono disposti a rischiare la vita pur di barattare qualche sacco di sale con lo zucchero. Un treno, senza orario preciso, scortato da militari. La ferrovia è continuamente sotto attacco e i sabotaggi non si contano. I nemici sono ovunque: le mine, le imboscate, i sabotatori e la gente stessa. “Il rumore degli spari non vi ucciderà, la paura si”, è con questa frase che il capitano si presenterà ai passeggeri e al gruppo sottoposto al suo comando e questo rimarrà il fil rouge di una pellicola che corre, scorre e conquista sin dal primo fotogramma.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Food Choices - il trailer Mercoledì, 15 Novembre 2017

    Domenica 19 novembre, alle 19.00 presso il Teatro Sanbapolis, verrà proiettato "Food Choices", opera del  pluripremiato regista Michal Siewierski che racconta il suo viaggio di tre anni per mettere a nudo la verità circa le nostre scelte alimentari. La pellicola rientra nella programma di Tutti nello stesso piatto, il festival internazionale di cinema, cibo e videodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù e dal...

  • Tutti nello stesso piatto 2017 - focus sul Giappone Mercoledì, 15 Novembre 2017

    Tra i focus dell'edizione 2017 di Tutti nello stesso piatto compare per la prima volta il Giappone, un Paese affascinante quanto sconosciuto. Beatrice De Blasi, direttrice artistica di Tutti nello stesso piatto, il festival internazionale di cinema, cibo e videodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù e dal consorzio Altromercato, anticipa cosa ci aspetterà nella mattinata dedicata a questo tema, in programmazione domenica 19 novembre dalle 10.30...

  • Tutti nello stesso piatto 2017 - dove trovare i biglietti Mercoledì, 15 Novembre 2017

    Beatrice De Blasi, direttrice artistica di Tutti nello stesso piatto, il festival internazionale di cinema, cibo e videodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù e dal consorzio Altromercato, spiega dove trovare i biglietti per vedere le pellicole in cartellone dal 7 al 26 novembre. Tutto il programma è disponibile su: http://www.tuttinellostessopiatto.it/programma/

  • Tutti nello stesso piatto 2017 Lunedì, 13 Novembre 2017

    Per svelare i nuovi fenomeni che, spesso, sfuggono all'informazione ufficiale, e che interessano il sistema agroalimentare e che, quindi, influiscono sulla qualità di ciò che mangiamo appuntamento con Tutti nello stesso piatto, il Festival internazionale di cinema cibo e videodiversità  organizzato dalla cooperativa Mandacarù. In cartellone 43 opere, tra film e documentari da tutto il mondo.

  • Gelato al gusto equo e solidale Mercoledì, 02 Agosto 2017

    La gelateria Pingu ha aperto un nuovo spazio a Trento sud e amplia la propria offerta, tra cui spiccano i prodotti del commercio equo e solidale proposti grazie alla collaborazione con Mandacarù. E per il futuro c'è l'idea di aprire una gelateria adiacente a una Bottega della cooperativa

  • Tutti nello stesso piatto. Un festival per il gusto di sapere Lunedì, 07 Novembre 2016

    Al rapporto tra cibo e salute, ma anche tra cibo e cultura, rispetto dell'ambiente e diritti umani, sarà dedicata l'edizione 2016 di "Tutti nello stesso piatto", il festival organizzato da Mandacarù Onlus, cooperativa di commercio equo del Trentino e dal consorzio Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale in Italia e una delle maggiori a livello mondiale. Dopo il successo della scorsa edizione, che aveva proposto 42 pellicole viste da circa 8.000...

  • Il gelato equo e solidale di Mandacarù Giovedì, 06 Ottobre 2016

    Il gelato equo e solidale di Mandacarù, raccontato dalla presidente Piera Sterlini e dal titolare della gelateria Pingu Mattia Pocher

  • Corretta alimentazione Mercoledì, 05 Ottobre 2016

  • Tutti nello stesso piatto - Buone cose ci attendono Mercoledì, 04 Novembre 2015

    Trailer di presentazione di "Good things await - Buone cose ci attendono", pellicola che racconta l'impegno di Niels Stockholm, agricoltore danese alle prese con le difficoltà del suo lavoro e le restrizioni imposte dal Governo e dall'Unione Europea. L'opera, che rientra tra le produzioni in concorso per "Tutti nello stesso piatto", il festival di cinema, cibo e videodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù, è in programmazione mercoledì...