Camere di Commercio di Bolzano e di Trento: istituita la conferenza permanente Martedì, 28 Luglio 2020

Un tavolo di confronto per intensificare la collaborazione e dare voce unitaria ai due enti.

Per promuovere un ulteriore rafforzamento della collaborazione che già da tempo lega le Camere di Commercio di Bolzano e di Trento, è stata istituita un’apposita Conferenza permanente composta dalle due Giunte camerali. La presidenza sarà assunta a turno, ogni due anni e mezzo, dai vertici dei due Enti e il presidente pro tempore li rappresenterà entrambi per le questioni che trascendono la singola circoscrizione.

“Si tratta di un tavolo di lavoro che sviluppa ulteriormente la collaborazione tra le due Camere, già oggetto di una convenzione siglata nel 2017, che – come spiegano Giovanni Bort e Michl Ebner, rispettivamente Presidente della Camera di Commercio di Trento e Presidente della Camera di Commercio di Bolzano – si prefigge di coordinare e sviluppare gli ambiti di attività che interessano l’intera area regionale. Sarà inoltre potenziata la comune promozione, in contesti anche istituzionali e in maniera più unitaria, autorevole e incisiva, degli interessi che travalicano i confini della competenza territoriale. Tra questi, figurano iniziative a supporto dello sviluppo economico, il sostegno alla collaborazione tra imprese e l’incremento delle attività di networking, finalizzate a favorire la crescita economica di entrambi i territori”.

La Conferenza permanente delle Camere di Commercio di Trento e di Bolzano, che rappresenta anche l’interlocutore camerale unitario per la Regione autonoma Trentino-Alto Adige, si è riunita per la prima volta nel pomeriggio di ieri.
Nel corso dell’incontro, le funzioni di presidenza della Conferenza sono state affidate a Michl Ebner, Presidente della Camera di Commercio di Bolzano che le svolgerà fino alla fine del 2022.
Tra i punti salienti all’ordine del giorno, il tema della libera circolazione delle merci attraverso il valico del Brennero e il comune orientamento a non limitare il traffico sui passi dolomitici nell’attuale fase di forti difficoltà che il settore turistico attraversa.

Fonte: Ufficio Stampa Cciaa Trento