Al via i corsi di Trentino Art Academy Martedì, 02 Maggio 2017

Dall’anno 2017/18 una accademia di belle arti anche a Trento: design, graphic design e fashion design al centro del nuovo corso di laurea. Ottenuto l’accreditamento dal Ministero dell’istruzione. Accesso a numero chiuso. Richiesto per l’iscrizione il diploma di scuola secondaria superiore. Già instaurati contatti con altre università europee. Giornata di porte aperte il 30 maggio.

Guarda su Cooperazione.tv l'intervista al presidente Roberto Bortolotti, clicca qui

Con l’anno accademico 2017-2018 la Trentino Art Academy, che è una società cooperativa, darà ufficialmente il via alla propria attività didattica offrendo una nuova opportunità formativa. La certezza dell’effettivo avvio di questo nuovo corso è arrivata in questi giorni con la sottoscrizione dell’intesa tra la Provincia Autonoma di Trento ed il Ministero dell’Istruzione, sancita con la firma del presidente Ugo Rossi e della ministra Valeria Fedeli.

Dal prossimo ottobre la Trentino Art Academy potrà quindi avviare le proprie attività didattiche finalizzate al rilascio del titolo di diploma accademico di primo livello nei settori di Design, Graphic design e Fashion design.

I corsi offerti saranno caratterizzati da un approccio metodologico innovativo, che prevede lo svolgimento in parallelo di tradizionali lezioni con obbligo di frequenza e sessioni di case studies, con la partecipazione di illustri testimonial.

Per accedere ai corsi è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore. Le iscrizioni sono già in corso e rimarranno aperte fino al 10 settembre, salvo esaurimento dei posti disponibili. Per ciascun indirizzo (Design, Graphic Design e Fashion design) è prevista la frequenza con numero chiuso di massimo 24 studenti. I corsi accademici avranno inizio nel mese di ottobre e termineranno nel mese di giugno 2018.

La Trentino Art Academy potrà contare su docenti di primo livello, in possesso di specifiche competenze professionali, ma allo stesso tempo anche di esperti che hanno ottenuto l’approvazione da parte di commissioni speciali nominate dalla Provincia Autonoma di Trento e dal Ministero.

Con l’obiettivo di offrire un piano di studi attuale ed aderente al mondo del lavoro sono già stati instaurati numerosi contatti con prestigiose Università europee, come Barcellona e Londra. Importanti realtà aziendali si sono inoltre già rese disponibili ad offrire esperienze didattiche e lavorative attraverso periodi di stage.

La Trentino Art Academy vuole proporsi, quindi, come la miglior risposta possibile sul territorio trentino alle richieste del mondo scolastico, che da anni era alla ricerca di una realtà di formazione e produzione in campo artistico-progettuale.

“Trentino Art Academy - ha spiegato Silvia Zanetti, direttrice dell’Accademia, nel corso della presentazione alla stampa - vuole proporsi come nuova realtà formativa accademica sul territorio trentino che permetta agli studenti di proseguire a Trento gli studi nel campo artistico-progettuale dopo il conseguimento del titolo di scuola secondaria. Siamo orgogliosi, dopo il complicato iter di accreditamento dei corsi accademici iniziato nel 2013, di poter offrire agli studenti percorsi di studio di livello con docenti qualificati che conducano al rilascio di diploma accademico di primo livello avente valore legale”.

"Siamo nati sostanzialmente per colmare un vuoto - ha affermato Roberto Bortolotti, presidente di Trentino Art Academy -. Non c’era un’Accademia di belle arti in Trentino e con la nostra iniziativa abbiamo voluto porre rimedio a questa mancanza. Ci concentreremo sul design perché questa disciplina è assente nella formazione fornita alle superiori. Più avanti è però nostra intenzione offrire altri corsi di belle arti”.

Dopo l’open day del 24 marzo, che ha fatto registrare una notevole partecipazione, una seconda giornata di porte aperte è prevista per il 30 maggio. Presso l’aula magna dell’Accademia in via dei Solteri 56, dalle 16 alle 18, gli studenti interessati e le loro famiglie potranno incontrare i docenti e approfondire l’offerta formativa della scuola.