Al via “C’entro anch’io adolescenti” Mercoledì, 09 Luglio 2014

Ha preso il via il nuovo progetto di Eliodoro e Prisma per supportare l’estate delle famiglie con ragazzi disabili

La conciliazione tempo lavoro-tempo famiglia è cruciale in un territorio a forte vocazione turistica come l’Alto Garda e Ledro: per questo già da anni si supportano le famiglie con bambini attraverso i Centri estivi gestiti dal Casamia e col progetto “C’entro anch’io” della cooperativa sociale Eliodoro per bambini disabili, col sostegno della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro.

Da lunedì è stato avviato un nuovo progetto sperimentale: “C’entro anch’io adolescenti”. Eliodoro, in collaborazione con l’Associazione Prisma e in convenzione e collaborazione con la Comunità di Valle Alto Garda e Ledro, ha raccolto il bisogno di famiglie che hanno al loro interno un figlio adolescente con disabilità, che non trovavano supporto specifico nei mesi in cui le scuole sono chiuse. Un’equipe di 4 educatori professionali segue dunque per tre settimane, dal 7 luglio al 25 luglio, dal lunedì al venerdì, 7 ragazzi con disabilità e a rischio emarginazione tra i 15 e 20 anni, con l’obiettivo di supportare i giovani attraverso percorsi ludici, di socializzazione e di mantenimento di alcune autonomie (spostamento sui mezzi pubblici, capacità relazionali e comunicative, abilità motorie,…) e al contempo essere sollievo alle famiglie.

“C’entro anch’io adolescenti – spiega la Presidente Laura Lenzi – riprende alcuni progetti per ragazzi che la Cooperativa e l’Associazione Prisma avevano realizzato anni fa e intende aiutare dei giovani che altrimenti in estate avrebbero poche occasioni d’incontro, proprio nella fase della vita in cui le amicizie sono determinanti per la propria crescita”. Eliodoro opera da 15 anni per le persone in difficoltà gestendo servizi per minori e adulti disabili: il Centro di formazione al lavoro, il Centro socio-educativo intreccio, il Servizio di educativa domiciliare per adulti disabili, “Grafein scuole” per studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), il progetto “Eliodoro con le famiglie”. L’Associazione Prisma si occupa di promozione del benessere e dell’integrazione sociale delle persone disabili e delle loro famiglie attraverso l’attivazione di iniziative ricreativo-socializzanti, di percorsi educativi e di azioni di formazione, informazione e sensibilizzazione della comunità locale.

“Un progetto – aggiunge Cristian Aiardi, direttore della cooperativa – che mira all’inclusione sociale di adolescenti in difficoltà: per questo abbiamo costruito partnership concrete con enti del territorio quali le cooperative Ephedra e Arcobaleno, l’associazione Amici del nuoto Riva e il Grest della parrocchia San Giuseppe di Riva. Proponiamo attività insieme ad altri ragazzi, per fare rete fra organizzazioni del territorio e sensibilizzare anche i giovani che partecipano alle altre attività. Vogliamo creare le condizioni perché gli adolescenti che seguiamo possano trovare nuovi amici”. 

Fonte: Eliodoro 

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Una giornata con la cooperativa Arcobaleno Lunedì, 03 Ottobre 2016

    L'attività della cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda raccontata da Romano Turrini, consigliere, Paolo Tonelli, vicepresidente volontario, Lorenza Bommassar, responsabile risorse umane, Elena Giovanazzi, responsabile e referente tecnico dell'ufficio di assistenza domiciliare, e Chiara Maino, responsabile del sistema di gestione qualità. In chiusura Paolo Campagnano, presidente di Impact Hub Trentino, risponde alla domanda: "Cos'è l'oggetto sociale?"

  • Progetto di nuovo welfare a favore degli anziani della coop sociale Arcobaleno Mercoledì, 04 Novembre 2015

    La cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda e le 4 case di soggiorno dell'Alto Garda e Ledro collaboreranno per garantire nuovi e più qualificati servizi alla popolazione anziana. Alla Comunità di Valle la presentazione del progetto. Nel video, le interviste a Paolo Tonelli, vicepresidente della cooperativa, e alla responsabile del servizio assistenza domiciliare Elena Giovanazzi.

  • Progetto di nuovo welfare a favore degli anziani della coop sociale Arcobaleno Mercoledì, 04 Novembre 2015

    La cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda e le 4 case di soggiorno dell'Alto Garda e Ledro collaboreranno per garantire nuovi e più qualificati servizi alla popolazione anziana. Alla Comunità di Valle la presentazione del progetto. Nel video, le interviste a Paolo Tonelli, vicepresidente della cooperativa, e alla responsabile del servizio assistenza domiciliare Elena Giovanazzi.

  • Valore lavoro | la storia di Cristian (cooperativa Eliodoro) Lunedì, 19 Maggio 2014

    Oggi siamo a Riva del Garda per raccontarvi una storia di lavoro e solidarietà: è la storia di Cristian e della cooperativa Eliodoro.

  • Investire nella comunità Lunedì, 07 Aprile 2014

    Al convegno Investire nella comunità organizzato a Trento dalle cooperative sociali Sad, Antropos, Arcobaleno, Assistenza, Fai e il Sole si parla della Cooperazione come attore importante del welfare locale. Interviste a: Ugo Rossi, presidente Pat;Erio Ziglio Responsabile dell'Ufficio europeo dell'Organizzazione Mondiale della sanità per gli Investimenti per la Salute e lo Sviluppo; Paolo Tonelli, Assistente alla Presidenza Federazione Trentina della Cooperazione