Al Cooperquiz giocano l’istituto Agrario di S. Michele e l’Istituto Degasperi di Borgo Lunedì, 11 Aprile 2016

La quarta eliminatoria del Cooperquiz, in onda martedì 12 aprile, alle 18 su Trentino Tv, chiuderà questa prima fase del gioco svelando il nome dell’ultima semifinalista tra la squadra dell’Istituto Agrario S. Michele all’Adige Fondazione Mach e quella dell’Istituto Degasperi di Borgo Valsugana

Appuntamento con l’ultima eliminatoria di questa terza edizione del Cooperquiz, il programma televisivo prodotto dalla Federazione Trentina della Cooperazione per promuovere il metodo cooperativo in modo divertente attraverso il gioco.

A giocare per conquistare il diritto di passare alla semifinale ci saranno da un lato la 4^ B PT (produzione e trasformazione) dell’Istituto agrario di S. Michele all’Adige – Fondazione E. Mach, scuola che nella scorsa edizione del programma era arrivata in finale, e la 4^ Amministrazione finanza e marketing dell’istituto Degasperi di Borgo Valsugana.

La trasmissione, lo ricordiamo, è condotta da Francesca Velardita, che propone agli studenti e alle studentesse partecipanti le domande scritte dalla squadra degli autori composta da Walter Liber e Sara Perugini, rispettivamente responsabile e giornalista dell’ufficio stampa della Federazione, Arianna Giuliani e Carolina Tomio, dell’ufficio di educazione cooperativa, e Mattia Mascher. La regia è curata da Paolo Holneider, assistito da Alessia Cattarozzi.

Sarà possibile rivedere la puntata, in replica, su Trentino Tv sabato alle 14.30 e su Tnn domenica alle 10.00. Dopo la messa in onda sarà possibile continuare a seguire il Cooperquiz on line attraverso gli aggiornamenti sul sito cooperazionetrentina.it, sulla pagina Facebook della Cooperazione Trentina e sul profilo Twitter CooperTrentina (#cooperquiz). Le puntata già andate in onda sono disponibili sulla web tv cooperazione.tv, insieme a quelle delle due edizioni precedenti.

 

LE SQUADRE IN GIOCO

4^ AFM Istituto Degasperi di Borgo Valsugana – Al Cooperquiz per andare in Spagna

Conoscere meglio il mondo della cooperazione, mettersi in gioco, ma anche riuscire ad avere un contributo per il viaggio di istruzione in Spagna. Sono questi gli obiettivi con cui la 4^ Amministrazione finanza e marketing dell’istituto Degasperi di Borgo Valsugana si è iscritta al Cooperquiz, con la guida della prof.ssa Maria Candido.

Presentandosi al Cooperquiz, la classe spiega in modo preciso e dettagliato il proprio percorso di studio, caratterizzato da una formazione specifica in ambito economico e giuridico, e l’offerta formativa del proprio istituto, che comprende altri cinque indirizzi, due tecnici (costruzione, ambiente e territorio, e relazioni internazionali) e tre licei (scientifico, scientifico e scienze applicate, e scienze umane).

Tra le occasioni di crescita e confronto offerti all’interno del percorso scolastico, da quest’anno c’è anche il Creativity Lab, finalizzato alla formazione di menti critiche e autonome in grado di raccogliere il sapere di tutte le discipline. È aperto a tutti i docenti e gli studenti, che così hanno la possibilità di partecipare a dei corsi multidisciplinari. Il tema scelto per questo primo anno di attività è il superamento dei limiti umani, e coinvolge diverse materie, come filosofia, letteratura, modellazione 3D, design e informatica.

4^ B PT Istituto Agrario S. Michele a/A Fem – Pronti a cogliere l’occasione

Partecipare al Cooperquiz per i futuri tecnici agrari, specializzati in agroindustria e agroalimentare, della 4^ B PT (produzione e trasformazione) dell’Istituto agrario di S. Michele all’Adige – Fondazione E. Mach è “un’occasione unica, un’opportunità da cogliere per dimostrare il valore della nostra scuola”, ma anche una possibilità per vincere sfruttando le conoscenze acquisite a scuola.

Quello che più emerge dalla presentazione della classe, accompagnata dalla docente di inglese prof.ssa Valeria Pedrotti, è l’orgoglio di frequentare una scuola rinomata, che offre loro non solo le competenze tecniche necessarie per la produzione di materie prima e la loro trasformazione in prodotti derivati, caratterizzanti il loro indirizzo di studi, ma anche la possibilità di vivere esperienze formative utili per il loro futuro.

Tra queste un interessante progetto che li vede impegnati nello studio di alcune regioni di Paesi quali Vietnam, Ecuador, Angola, Mozambico, Cile e Sri Lanka. L’obiettivo della ricerca è individuare le esigenze sociali ed economiche delle regioni analizzate per poter realizzare, durante il prossimo anno scolastico, un progetto di sviluppo.