A Malga Cercen l'incontro con gli allevatori della Val di Sole Mercoledì, 08 Agosto 2018

Favorire il consumo dei prodotti trentini, gestire la presenza di orsi e lupi e far fronte ai maggiori costi dell’agricoltura di montagna: questi gli importanti temi emersi oggi nell’incontro tra il governatore Ugo Rossi, gli assessori provinciali Michele Dallapiccola e Carlo Daldoss e gli allevatori della Val di Sole, nella splendida cornice della malga Cercen, in Val di Rabbi.

"Viviamo in un ambiente straordinario e dobbiamo ricordarci di acquistare sempre prodotti locali - ha esordito il presidente Ugo Rossi - considerando che dentro qualche centesimo in più del loro prezzo c’è tutto il valore di un territorio che sa offrire prodotti di qualità: una qualità che fa bene all’ambiente e a ciò che mangiamo”.
Riguardo alla presenza dei grandi carnivori e al rischio delle predazioni, un problema particolarmente sentito dagli allevatori, il presidente ha ricordato che, assieme ai consiglieri di maggioranza e di minoranza, il governo provinciale ha portato all’approvazione di una legge provinciale per poter gestire il fenomeno, anche attraverso un piano di abbattimento. Legge di cui il ministro dell’ambiente Sergio Costa ha annunciato l’impugnazione. “La nostra Autonomia ha il dovere di questa decisione e dobbiamo prenderla tutti uniti” ha detto il presidente riguardo alla possibilità di attuare un piano di abbattimento. “Dalla Val di Rabbi oggi deve alzarsi un grido: ci lascino fare il nostro dovere”.L’assessore provinciale all'agricoltura e alla caccia e pesca, Michele Dallapiccola, ha spiegato che nell’indecisione collettiva, con la legge sui grandi carnivori la Provincia autonoma di Trento ha deciso di assumere una forte responsabilità. Ha poi indicato come miglior esempio di gestione dei grandi carnivori il modello francese, che ha stabilito un tetto massimo di presenze del lupo e consentito una percentuale di prelievi dei più aggressivi. “La politica locale cerca di risolvere concretamente e da vicino i problemi, ma l’attualità delle predazioni suggerisce di utilizzare quanto più possibile recinzioni e cani da guardiania” ha suggerito l’assessore Dallapiccola.Riguardo ai premi provenienti da fondi provinciali e da fondi europei l’assessore ha ricordato i 40 milioni di euro resi disponibili nella legislatura: “aiuti dovuti, meritati e valorizzati” per chi vive i maggiori costi delle attività agricole di montagna, ha precisato. Dallapiccola ha anche informato che il 4 settembre incontrerà il commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale in vista della nuova Politica Agricola Comune (PAC). Rassicurando gli operatori sul mantenimento del sistema attuale, che salvaguarda le zone di montagna, ha invitato gli agricoltori e gli allevatori a tenere sempre presenti i quattro strumenti fondamentali dell’attività di montagna: gli animali, il trattore, l’assicurazione e il pacchetto titoli, che vanno gestiti nel migliore dei modi.All’incontro di malga Cercen era presente anche l’assessore provinciale alla coesione territoriale Carlo Daldoss, che ha fatto i complimenti ai giovani gestori della malga: “Se ci sono giovani che fanno questa attività c’è speranza per il futuro” ha detto di fronte ai numerosi intervenuti. Il vicepresidente della Regione Lorenzo Ossanna ha ricordato invece la grande capacità di interagire con le istituzioni che hanno gli allevatori locali.L’incontro degli allevatori della Val di Sole è un appuntamento annuale che rappresenta un momento di confronto fra gli operatori e gli amministratori, ma anche un occasione di riflessione e di convivialità comune. Dopo la messa e la benedizione della scultura lignea posta dinnanzi all’accesso principale della malga, i saluti istituzionali sono stati introdotti dal presidente degli allevatori della Val di Sole Lorenzo Andreotti. Assieme ai rappresentanti del governo provinciale sono intervenuti, tra gli altri, anche la presidente della Federazione Trentina della Cooperazione Marina Mattarei, che ha invitato ad attivare una rete di intercooperazione fra tutti gli attori del territorio e il sindaco di Rabbi Lorenzo Cicolini, che ha ricordato la volontà positiva dei giovani trentini di tornare ad attività tradizionali quali l’agricoltura e l’allevamento.

Fonte: Ufficio Stampa Provincia Autonoma di Trento

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Lupi e orsi, una minaccia per gli alpeggi Mercoledì, 29 Agosto 2018

    Sono in aumento in Trentino gli episodi di predazione di bovini e ovini da parte dei grandi carnivori. In un incontro promosso dalla Federazione Allevatori con le organizzazioni sindacali agricole e la delegazione dei parlamentari trentini, sollecitato l'intervento della politica locale e nazionale.

  • Federazione Allevatori: bilancio di un anno difficile per latte e carne Venerdì, 06 Maggio 2016

    Non ha avuto compito facile Mauro Fezzi, alla sua prima assemblea da presidente, nel presentare all'affollata assemblea della Federazione Allevatori i risultati di un'annata tormentata. Nel 2015 i consumi di carne sono diminuiti del 7-8 per cento, mentre il prezzo del latte è calato in alcune situazioni a 30 centesimi al litro, un livello che non permette di coprire nemmeno i costi di produzione.

  • Io vado fuori | Federazione provinciale allevatori Lunedì, 14 Luglio 2014

    L'esperienza della Federazione provinciale allevatori raccontata dal direttore Claudio Valorz e dal presidente Silvano Rauzi

  • Mondo cooperativo 2014 - puntata 1 Lunedì, 30 Giugno 2014

    Nella prima puntata di "Mondo cooperativo": l'inaugurazione del nuovo negozio a Trento di Mandacarù, la sperimentazione in collaborazione con la Federazione delle scuole materne dell'I-Theatre creato dalla cooperativa Computer Learning, le nuove inaugurazione della cooperazione di consumo a Carano (Famiglia Cooperativa di Cavalese) e Strigno (Famiglia Cooperativa Valsugana) e il vademecum sulla cooperazione (Perchè costituire una cooperativa?). In chiusura lo chef Cristian Bertol mostra...

  • Storie di cooperazione: Mirko Endrizzi Lunedì, 05 Maggio 2014

    Si parte dalle persone, dalla loro storia privata e professionale, per scoprire le sfumature, le emozioni, i dettagli che caratterizzano il sistema cooperativo trentino. In ogni puntata della trasmissione "Tutti per uno", realizzata da Rttr con il contributo della Cooperazione Trentina e della Provincia autonoma di Trento, un cooperatore o una cooperatrice racconta la propria esperienza di vita e in che modo l'impegno in cooperazione abbia fatto la differenza. In questa puntata Mirko...

  • TUTTI PER UNO | Mirko Endrizzi Venerdì, 25 Ottobre 2013

    Storia - Mirko Endrizzi è titolare di un'impresa agricola a Fai della Paganella: dopo il diploma ha scelto di non cercare la comodità del lavoro d'ufficio per dedicarsi all'azienda di famiglia. Un lavoro duro, che gli ha insegnato il valore dello strumento cooperativo grazie al supporto dato dal caseificio locale e alla Federazione provinciale allevatori, di cui è membro del cda. Vademecum cooperativo - Vincenzo Visetti, della Federazione Trentina della Cooperazione, spiega:- i compiti...

  • Mondo cooperativo - puntata 5 Martedì, 15 Ottobre 2013

    In questa puntata: La farina di mais della cooperativa Agri90 e la carne della Federazione provinciale allevatori sono gli ingredienti della ricetta proposta dallo chef Achille Leonardelli

  • TCA | Focus - puntata dell'8 marzo 2007 Venerdì, 01 Febbraio 2013

    Buon compleanno donne in cooperazioneNel primo anno di attività l'associazione Donne in cooperazione si è impegnata in ricerca, formazione e rappresentanza. Insieme alla presidente vediamo cosa c'è in programma per il futuro. Alla ricerca della felicitàFelicità uguale successo imprenditoriale. Un economista ci spiega perché essere felici è importante anche nelle aziende. Il manifesto dei valoriÈ pronta la prima bozza della carta dei valori della cooperazione trentina. Il documento...

  • TCA | Focus - puntata del 10 maggio 2007 Venerdì, 01 Febbraio 2013

    Dottore in cooperazioneCorsi, master e ricerche: la cooperazione trentina entra all'università e pensa a un centro europeo di studi cooperativi Il valore della gratuitàLa gratuità è un valore che contraddistingue la cooperazione fin dalla nascita. Ne parla suor Chiara Curzel, protagonista dei giovedì della cooperazione Il 5 x mille contro il disagio giovanileVenti percorsi educativi progettati sulla base dei bisogni dei giovani in situazioni di disagio saranno attivati con il 5 per...

  • TCA | Focus - puntata del 4 maggio 2006 Mercoledì, 30 Gennaio 2013

    Puntata dedicata all'educazione cooperativa insieme a Flavio Beozzo, responsabile dell'ufficio di educazione cooperativa della Federazione, Cristian Mosca, responsabile del Progetto Scuola, e Tiziana Adami, responsabile del progetto Il mattino ha l'oro in bocca. Gli altri servizi: