Sette adolescenti e famiglie al percorso "io e" di Eliodoro Lunedì, 13 Marzo 2017

È iniziato venerdì 10 marzo il percorso “IO E” proposto da Eliodoro: un progetto per adolescenti e ragazzi con disabilità ma anche per i loro genitori.

“Da poco – spiega il Direttore della cooperativa Cristian Aiardi – abbiamo riunito i vari progetti, percorsi, servizi e attività per minori e loro famiglie in un Area dell’Età evolutiva, per essere più propositivi come agenzia educativa che possa supportare famiglie e scuole per il bene di bambini e ragazzi. Non solo chi ha problematiche ed è seguito dai Servizi sociali, ma possibilmente anche per altri, compresi coloro che spesso vengono inseriti in quella che è chiamata “zona grigia”, ma per tutti in generale. Convinti che non si tratti di fare solo servizi ma prima di tutto di creare alleanze educative, a partire dai genitori. Per questo “IO E” è un percorso duplice: contemporaneamente per ragazzi e per i loro genitori”.

La cooperativa invita così i ragazzi con disabilità tra i 15 e 22 anni ad uscire di casa per creare occasioni di incontro e opportunità di scambio, per sperimentare diverse forme di autonomia, impiegare in maniera alternativa il tempo libero, misurarsi in modo nuovo con se stessi e gli altri. Attraverso la mediazione di educatori e favoriti da un contesto ricreativo e rassicurante, i partecipanti possono cominciare ad “aprire una nuova porta”.  Gli incontri si svolgono il venerdì pomeriggio, a partire dal 10 marzo e sino a fine maggio.  

“Ma abbiamo proposto il percorso anche ai genitori – aggiunge Sabrina Zanon, Coordinatrice dell’Area Età Evolutiva di Eliodoro per “entrare in contatto” con i propri vissuti, per accogliere e raccogliere le proprie emozioni, favorendo un processo di chiarificazione e consapevolezza personale. Vorremmo metterci a servizio dei genitori per esplorare ed elaborare eventuali difficoltà, conflitti o dubbi di natura relazionale ed educativa, ma anche favorire la capacità di identificare i propri bisogni e differenziarli da quelli del figlio.” Si tratta di 5 incontri tra aprile e maggio.

Al percorso, che si chiama “Io E”: Io esco – Io entro, hanno aderito fin ora 7 famiglie

Eliodoro è una cooperativa sociale che gestisce servizi socio-assistenziali, educativi e di formazione verso il mondo del lavoro, operando per la promozione umana e l’integrazione delle persone diversamente abili, di coloro che soffrono di un disagio psichico e di chi si trova in condizioni di svantaggio o fragilità sociale di vario tipo. Nel corso degli ultimi anni la cooperativa ha supportato, tra adulti e minori, circa 80 persone attraverso i suoi servizi che compongono le tre Aree d’intervento: Formazione e supporto al lavoro, Area Socio-educativa, Area dell’Età evolutiva.

“Io E” rientra nei progetti del “Family Time", gruppo di lavoro sostenuto dalla Comunità Alto Garda a Ledro quale azione del Distretto Famiglia, coordinato da A.P.S.P. Casa Mia e composto da un rete di attori del territorio quali A.P.S.P. Casa Mia, Cooperativa Sociale Eliodoro, Comunità Murialdo, Gruppo Genitori in Dialogo, Gruppo Famiglie Valle di Ledro, Associazione Giovani Arco e Associazione Vivirione.

Fonte: cooperativa Eliodoro

Probabilmente troverai di tuo interesse anche