Phoenix Informatica Bancaria: rafforzamento governance e alta direzione Giovedì, 10 Agosto 2017

Il Consiglio di Amministrazione di Phoenix Informatica Bancaria SpA, il 9 agosto, ha deliberato all’unanimità un rafforzamento della governance e dell’alta direzione. Come noto la Società è chiamata a fornire un supporto fondamentale nell’importante e  imprescindibile opera di costituzione, entro l’anno 2018, del Gruppo Bancario Cooperativo guidato da Cassa Centrale Banca.

L’integrazione fra le società del Gruppo, in particolare con Cesve e CSD, il gioco di squadra con IBT e SBA, il coinvolgimento delle persone e la condivisione degli obiettivi con la Capogruppo sono gli elementi essenziali che garantiscono l’accelerazione del progetto e il raggiungimento del risultato.

E’ stato pertanto deciso di nominare Consigliere delegato della società Phoenix Informatica Bancaria Mario Sartori, Direttore di Cassa Centrale Banca, con l’obiettivo di agevolare la fluidità dei processi e delle relazioni fra le società del Gruppo e assicurare la necessaria rapidità delle decisioni operative coerenti con la strategia del Gruppo nell’interesse delle BCC-CR-RaiKa (Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Raiffeisenkasse) aderenti.

Al direttore di Phoenix, Giorgio Crosina, si affiancano a supporto due Vice Direttori con l’obiettivo di ampliare e dare completezza alla squadra di direzione della società che si trova di fronte a compiti sempre più complessi e importanti.

Viene nominato Vice Direttore Manuele Margini che, oltre ad entrare a far parte della Direzione, mantiene la responsabilità diretta della Divisione Servizi. Viene nominato Vice Direttore Ivan Moser che, oltre ad entrare a far parte della Direzione, mantiene la responsabilità diretta della Divisione Progetti.

Il Consiglio di Amministrazione esprime a Eraldo Dallapè, attuale Vice Direttore, che con il mese di ottobre maturerà i requisiti pensionistici, un sentito ringraziamento per l’attività altamente qualificata svolta nei quasi trent’anni trascorsi nella Società.

Il nuovo assetto organizzativo consentirà alla Società di rafforzare il presidio e lo sviluppo dei servizi sia per le Banche aderenti al Gruppo Bancario Cassa Centrale Banca sia per le altre Banche clienti che rappresentano anche per il futuro un asset molto importante.

Fonte: Luigi Giuriato - Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne Cassa Centrale Banca

Probabilmente troverai di tuo interesse anche