Fondazione Cassa Rurale di Trento: “Premio Zanlucchi” da “Vertigine” Lunedì, 05 Dicembre 2016

Terza edizione del premio nato dalla collaborazione tra Fondazione Cassa Rurale di Trento e famiglia Zanlucchi. Martedì 6 dicembre la consegna.

E’ da “Vertigine” la terza edizione del “Premio Zanlucchi”.

E’ stato assegnato ai tecnici della sezione di Trento del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico per l’intervento, compiuto il 4 giugno scorso, sulla via “Vertigine” del Monte Brento nella Valle del Sarca.

L’operazione di soccorso

E’ stata organizzata per due climber bergamaschi quarantenni, “incrodati” dalla notte precedente a circa un centinaio di metri dall’uscita della via che si sviluppa sulla parete est del Brento, proprio sulla verticale del celebre “Becco dell’aquila”, base di lancio per i basejumper. A chiamare i soccorsi sono stati gli stessi alpinisti quando, al calare della sera, si sono resi conto di non essere più in grado di proseguire sul tratto strapiombante dell’itinerario.

Ben equipaggiati, hanno trascorso la notte in parete e, alle prime luci dell’alba, sono iniziate le operazioni di soccorso. Una quindicina di tecnici del Soccorso Alpino Trentino, portati in quota dall’elicottero, hanno messo in campo una strategia spettacolare e impegnativa. Hanno deciso di percorrere a ritroso, scalando in discesa, la verticale e lo strapiombo della parete, per circa centro metri, riuscendo a raggiungere i due climber. L’operazione si è svolta con gli alpinisti sospesi nel vuoto, a una distanza dalla parete di circa cinquanta metri, tanto quanto l’ampiezza dello strapiombo.

Il premio sarà consegnato DOMANI

martedì 6 dicembre alle ore 20.30

alla Sala della Cooperazione - in via Segantini a Trento

A consegnarlo sarà Rossana Gramegna, presidente della Fondazione Cassa Rurale di Trento. Il premio è nato dalla collaborazione tra la Fondazione Cassa Rurale di Trento e la famiglia Zanlucchi.

Ernesto Zanlucchiera socio della Cassa Rurale di Trento e impegnato nel servizio di elisoccorso (è stato il primo pilota di elicottero impegnato nel servizio di soccorso in montagna) della realtà creata da Scipio Stenico nei primi anni Cinquanta.

Per ricordarne la figura e l’opera sua moglie, la signora Lidia Gius, d’intesa con la Fondazione Cassa Rurale di Trento, ha voluto mettere a disposizione una cifra in denaro per istituire un premio destinato a chi si è distinto in attività a sfondo sociale.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • ScuoLAvoro Coop - puntata 9 Mercoledì, 20 Settembre 2017

    La Cfs "CIFS - Cooperativa Informatici Senza Frontiere" costituita dalle ragazze e dai ragazzi della 3 C Informatica dell'Istituto tecnico Buonarroti-Pozzo, che hanno approfondito la conoscenza della cooperazione con Cassa Rurale di Trento e avviato un progetto in collaborazione con Ibt

  • Vincere la sfida della sostenibilità Martedì, 10 Gennaio 2017

    I giovani con le loro scelte possono vincere le sfide del futuro e realizzare un mondo dove temi quali sostenibilità ambientale e dignità sociale del lavoro siano delle priorità. E' quanto emerge dalle interviste all'economista Leonardo Becchetti e a Rainer Atzwanger di Cassa Centrale Banca, ospiti del primo appuntamento di EticaMente, il percorso formativo organizzato dall'associazione Giovani Cooperatori per avvicinare le giovani generazioni al mondo dell'economia e della finanza con...

  • Una giornata con Silvio Stefani (CR Bassa Valsugana) Lunedì, 03 Ottobre 2016

    Il racconto di Silvio Stefani, ex presidente della Cassa Rurale Bassa Valsugana. In chiusura Francesco Crepaz, della Cassa Rurale di Trento, risponde alla domanda: "Quali strumenti di accesso al credito sono previsti per una nuova cooperativa?"

  • Mondo cooperativo 2015 - puntata 8 Lunedì, 16 Maggio 2016

    In questa puntata:  - la "Filiera del riuso" delle cooperative Ge@, CS4 e Aurora - le borse di studio della Fondazione Cassa Rurale di Trento - i prossimi appuntamenti in agenda

  • Mondo cooperativo 2015 - puntata 11 Lunedì, 16 Maggio 2016

    In questa puntata: 

  • Fondazione Cassa Rurale di Trento: le borse di studio “volano” in Europa Lunedì, 28 Dicembre 2015

    La Fondazione Cassa Rurale di Trento ha premiato tre progetti di ricerca transnazionali di altrettanti giovani “cervelli” trentini. Le borse di studio assegnate spalancano le porte a progetti di studio europei e di ricerca nei campi umanistico, giuridico e scientifico.  Nel servizio l'intervista alla presidente della Fondazione Rossana Gramegna e ai tre premiati: Davide Maggipinto, Eleonora Garzia e Davide Giampiccolo.

  • Fondazione Cassa Rurale di Trento: le borse di studio “volano” in Europa Lunedì, 28 Dicembre 2015

    La Fondazione Cassa Rurale di Trento ha premiato tre progetti di ricerca transnazionali di altrettanti giovani “cervelli” trentini. Le borse di studio assegnate spalancano le porte a progetti di studio europei e di ricerca nei campi umanistico, giuridico e scientifico.  Nel servizio l'intervista alla presidente della Fondazione Rossana Gramegna e ai tre premiati: Davide Maggipinto, Eleonora Garzia e Davide Giampiccolo.

  • Caffè cooperativo 2014 - I finanziamenti alle cooperative Martedì, 08 Settembre 2015

    Gli aiuti ai giovani, i fondi mutualistici, le garanzie e fideiussioni offerte alle cooperative agricole e non solo. Il tema di questa puntata sono i finanziamenti possibili per le cooperative. Ospiti della conduttrice Elisa Dossi sono Roberto Simoni (Promocoop), Claudio Grassi (Cooperfidi) e Francesco Crepaz (Cassa Rurale di Trento).

  • Caffè cooperativo 2014 - I finanziamenti alle cooperative Martedì, 08 Settembre 2015

    Gli aiuti ai giovani, i fondi mutualistici, le garanzie e fideiussioni offerte alle cooperative agricole e non solo. Il tema di questa puntata sono i finanziamenti possibili per le cooperative. Ospiti della conduttrice Elisa Dossi sono Roberto Simoni (Promocoop), Claudio Grassi (Cooperfidi) e Francesco Crepaz (Cassa Rurale di Trento).

  • La parità di genere passa (anche) dal linguaggio Venerdì, 28 Agosto 2015

    Consapevole che rispettare le differenze di genere significa anche utilizzare un linguaggio inclusivo, che garantisc spazio al maschile così come al femminile, la Fondazione Cassa Rurale di Trento, nel riscrivere il proprio statuto, ha tenuto conto della pluralità delle persone a cui si rivolge. Un primo significativo passo nella costruzione di un sistema più democratico e inclusivo, come emerso dal percorso avviato dall'associazione Donne in...