Cooperativa Arcobaleno: la persona al centro Venerdì, 07 Luglio 2017

L’idea di offrire servizi sanitari e socio-assistenziali per utenza privata nasce dalla volontà della cooperativa Arcobaleno e delle Apsp Città di Riva, Fondazione Comunità di Arco, Giacomo Cis e Residenza Molino  di trovare delle risposte nuove, professionali e celeri ai bisogni delle famiglie, in un contesto di restrizione delle risorse.

Abbiamo voluto rimettere al centro la persona, facendoci carico delle difficoltà che ha o che potrebbe avere nell’arco della sua vita,  studiando nuove soluzioni e ricercando equilibri dinamici tra assistenza a domicilio e residenzialità, e tra assistenza pubblica e privata.

Si tratta di una rosa di servizi che hanno l’ambizione di offrire ai cittadini un aiuto concreto, veloce e competente nei momenti di maggiore fragilità,  nel tentativo di contenere al massimo il disagio a chi si trova ad aver bisogno di assistenza da un giorno all’altro. Cittadini sono anche le persone che lavorano alla somministrazione dei servizi e noi garantiamo loro un corrispettivo economico giusto.

Guardiamo al mondo degli anziani e delle persone fragili nella loro complessità mettendo in campo strategie e interventi per assistere le persone in stato di necessità, ma anche per salvaguardare il più possibile la serenità delle famiglie garantendo celerità, versatilità, dinamismo e professionalità anche nell’emergenza e offrendo anche prestazioni collaterali come la formazione dei care giver, parrucchiere, estetista,…

In questa proposta abilità, servizi, professionalità e funzioni di APSP e privato sociale si fondono in un’ottica integrativa, coprendo tutta la rosa dei servizi socio-assistenziali utili alle famiglie, dando copertura 365 giorni all’anno, compresi sabati, domeniche, festivi e notturni.

SERVIZI OFFERTI

  • · Assistenza domiciliare (igiene personale del mattino e/o sera, aiuto nell'alzata o messa a letto,...)
  • ·Assistenza Infermieristica:
  • · Fisioterapia;
  • ·Sostegno psicologico;
  • ·Attivazione del posto letto di sollievo;
  • ·Servizio Lavanderia, pulizie, sfalcio e piccole manutenzioni
  • ·Servizi di trasporto e accompagnamento;
  • ·Pasti a domicilio;
  • ·Servizio centro diurno;
  • ·Servizio di aiuto alla persona per turisti in struttura o in appartamento,
  • ·Consulenza e formazione badanti e care giver;
  • ·Altri servizi di natura assistenziale (podologo/callista, parrucchiere/estetista, baby sitter,…);
  • ·Assistenza serale e notturna.

Tutte le prestazioni offerte sono disponibili anche per gli ospiti delle strutture turistiche di Riva, Arco, Dro, Ledro e Nago-Torbole. Siamo convinti che fornendo questo importante servizio molte famiglie, pur avendo una persona fragile in famiglia, potrebbero scegliere il nostro territorio per le proprie vacanze nella tranquillità di poter contare su un sostegno qualificato senza il timore di affrontare un viaggio senza la garanzia di un sostegno adeguato.

COME SI ACCEDE AI SERVIZI:

Il cittadino che intende usufruire dei servizi non dovrà fare altro che chiamare (o recarsi personalmente) una delle organizzazioni coinvolte e presentare la propria richiesta che verrà presa in carico collegialmente con l’obiettivo di studiare il miglior preventivo possibile, sia per quanto riguarda gli aspetti economici che assistenziali.

Nell’equipe è presente una Referente Tecnica che ha il compito di valutare e calibrare il progetto assistenziale, suggerire l’eventuale utilizzo di ausili, monitorare l’andamento dei casi e il buon funzionamento del servizio. 

Si ringrazia la Cassa Rurale Alto Garda per aver creduto fin da subito in questo progetto e per il sostegno finanziario.

Fonte: cooperativa Arcobaleno

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Una giornata con la cooperativa Arcobaleno Lunedì, 03 Ottobre 2016

    L'attività della cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda raccontata da Romano Turrini, consigliere, Paolo Tonelli, vicepresidente volontario, Lorenza Bommassar, responsabile risorse umane, Elena Giovanazzi, responsabile e referente tecnico dell'ufficio di assistenza domiciliare, e Chiara Maino, responsabile del sistema di gestione qualità. In chiusura Paolo Campagnano, presidente di Impact Hub Trentino, risponde alla domanda: "Cos'è l'oggetto sociale?"

  • Progetto di nuovo welfare a favore degli anziani della coop sociale Arcobaleno Mercoledì, 04 Novembre 2015

    La cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda e le 4 case di soggiorno dell'Alto Garda e Ledro collaboreranno per garantire nuovi e più qualificati servizi alla popolazione anziana. Alla Comunità di Valle la presentazione del progetto. Nel video, le interviste a Paolo Tonelli, vicepresidente della cooperativa, e alla responsabile del servizio assistenza domiciliare Elena Giovanazzi.

  • Progetto di nuovo welfare a favore degli anziani della coop sociale Arcobaleno Mercoledì, 04 Novembre 2015

    La cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda e le 4 case di soggiorno dell'Alto Garda e Ledro collaboreranno per garantire nuovi e più qualificati servizi alla popolazione anziana. Alla Comunità di Valle la presentazione del progetto. Nel video, le interviste a Paolo Tonelli, vicepresidente della cooperativa, e alla responsabile del servizio assistenza domiciliare Elena Giovanazzi.

  • Investire nella comunità Lunedì, 07 Aprile 2014

    Al convegno Investire nella comunità organizzato a Trento dalle cooperative sociali Sad, Antropos, Arcobaleno, Assistenza, Fai e il Sole si parla della Cooperazione come attore importante del welfare locale. Interviste a: Ugo Rossi, presidente Pat;Erio Ziglio Responsabile dell'Ufficio europeo dell'Organizzazione Mondiale della sanità per gli Investimenti per la Salute e lo Sviluppo; Paolo Tonelli, Assistente alla Presidenza Federazione Trentina della Cooperazione