Cassa Rurale Val di Sole: il presidente è Claudio Valorz Venerdì, 10 Febbraio 2017

L’assemblea dei soci lo ha eletto con 1.032 voti. “L’incarico non rappresenta per me una novità – spiega Valorz - perché ho già rivestito il ruolo di presidente di Cassa Rurale. L’impegno sarà maggiore perché maggiori sono le dimensioni del nuovo istituto di credito cooperativo”.

Claudio Valorz è il presidente della Cassa Rurale Val di Sole.

Nella tarda serata di ieri è stato eletto con 1032 preferenze dall’assemblea dei soci ospitata al Palazzetto dello Sport di Mezzana. Il risultato ha archiviato questo appuntamento dell’istituto di credito cooperativo nato dalla fusione di due realtà: la Cassa Rurale Alta Valdisole e Pejo e la Cassa Rurale Rabbi e Caldes.

I risultati degli sfidanti: Elisa Panizza (sindaco uscente della Cassa Rurale Alta Val di Sole e Pejo) 713 voti; Maurizio Albasini (presidente uscente della Cassa Rurale Alta Val di Sole e Pejo) 167 voti; Rodolfo Carolli 38.

Valorz guida il consiglio di amministrazione di un istituto di credito cooperativo che conta 4946 soci, 72 collaboratori, 17 sportelli. La raccolta complessiva è di 594 milioni di euro, gli impieghi sono superiori a 394 milioni e il patrimonio è di 66 milioni di euro. “L’incarico non rappresenta per me una novità – spiega Valorz - perché ho già rivestito il ruolo di presidente della Cassa Rurale di Rabbi e Caldes. L’impegno sarà maggiore perché maggiori sono le dimensioni della struttura. Alcuni interlocutori sono nuovi per me: mi riferisco alla direzione e a una parte dello staff di collaboratori. Uno dei primi impegni sarà di conoscere e confrontarmi con queste persone”.

L’assemblea ha fatto registrare numeri considerevoli: “1400 persone fisiche – precisa Valorz ‑ a cui si sono aggiunte alcune centinaia di deleghe per un numero complessivo di voti che ha sfiorato  quota duemila. Numero che dimostra l’importanza dell’assemblea e il senso di appartenenza della base. I soci quando si sentono importanti e determinanti rispondono in maniera adeguata”.

Oltre al presidente, sono stati eletti quattro consiglieri dalla zona di competenza della ex Cassa Rurale di Rabbi e Caldes e sei consiglieri per l'alta valle. Le preferenze dei soci sono andate a: Marco Pedergnana (Rabbi e Caldes) 1.085 voti, Vito Pedergnana (Alta ValdiSole e Pejo) 1.040 voti, Marco Boni (Alta ValdiSole e Pejo) 986 voti, Cristina Rizzi (Rabbi e Caldes) 845 voti, Lodovico Magnini (Alta ValdiSole e Pejo) 828 voti, Giudo Ghirardini (Rabbi e Caldes) 795 voti, Emanuele Ghirardini (Rabbi e Caldes) 705 voti, Christian Caserotti (Alta ValdiSole e Pejo) 646 voti, Flavio Chiesa (Alta ValdiSole e Pejo) 579 voti e Katia Cavallero (Alta ValdiSole e Pejo) 496 voti.

Dal secondo triennio non ci sarà più una distinzione in base alle zone di provenienza e il Consiglio di amministrazione sarà di otto componenti più il presidente.