Borsa di Studio Valle di Cembra: verso la conclusione la 25esima edizione Martedì, 16 Maggio 2017

La valutazione degli elaborati scritti e grafico pittorici ha segnato la penultima  tappa di un percorso iniziato lo scorso autunno e che ha visto protagonista un centinaio di studenti di terza media delle scuole di Albiano, Cembra, Segonzano e Verla. A fine maggio la cerimonia di premiazione.

Manca solo l’atto finale per archiviare la venticinquesima Borsa di Studio Valle di Cembra.

Ha visto partecipi un centinaio di studenti della terza media (oggi secondaria di primo grado) delle scuole di Albiano, Cembra, Segonzano e Verla.

Edizione più significativa di altre, senza nulla togliere ai ventiquattro appuntamenti che l’hanno preceduta, perché segna il raggiungimento del primo quarto di secolo dell’iniziativa nata negli anni Novanta.

Studenti e studentesse hanno interpretato il tema proposto dal Comitato nella forma scritta o grafico/pittorica.

Due le tracce.

Prova scritta: “nel ventunesimo secolo Whatsapp, Facebook, Instagram e Youtube hanno dato un nuovo significato al concetto di relazione e aperto nuove prospettiva di dialogo. Rifletti sui rischi e sulle opportunità offerte quotidianamente dai social-media in relazione alle tue esperienze personali e a ciò che hai approfondito in classe”.

Prova grafica: “nuove forme di amicizia e di comunicazione al tempo dei social. Realizza una immagine significativa che esprima la tua esperienza rispetto alle potenzialità e ai limiti delle nuove tecnologie nel favorire rapporti di amicizia e contatti personali.

La giuria si è riunita ieri per un intero pomeriggio alla presenza di Roberto Trolli, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Cembra, di Paolo Pojer, presidente del Comitato Borsa di Studio Valle di Cembra e della vicepresidente Giada Baldessari.

La commissione ha esaminato gli elaborati.

A questo punto l’attesa per conoscere i  nomi dei premiati e delle premiate è alla cerimonia di premiazione in programma nella mattinata di mercoledì 31 maggio al teatro di Verla di Giovo.

La Borsa di Studio Valle di Cembra è sostenuta dai Comuni, dalla Comunità di Valle, dalle Casse Rurali di Giovo e Lavis-Valle di Cembra e dall’Avis Valle di Cembra. Tra i partner anche la Cooperazione Trentina.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • CFS - Cooperative Formative Scolastiche Venerdì, 20 Ottobre 2017

    Con il progetto delle Cooperative Formative Scolastiche, l'impresa cooperativa entra in classe. Secondo le nuove direttive della legge 107/2015 sull'alternanza scuola lavoro, la Cooperazione Trentina ha ideato uno strumento che risponde alle nuove necessità della scuola e allo stesso tempo offre una soluzione innovativa alle imprese cooperative che ospitano tirocini. Si tratta delle cooperative formative scolastiche, veri e propri laboratori di competenze, un ponte tra...

  • etikaplus: con etika il risparmio è (anche) a led Mercoledì, 18 Ottobre 2017

    Lampadine led a prezzi scontati per gli aderenti a etika, l'offerta luce e gas economica, ecologica e solidale. Un'iniziativa creata da Federazione Trentina della Cooperazione, Cassa Centrale Banca, Consolida, Sait, cooperativa sociale La Rete insieme a Dolomiti Energia. 

  • ScuoLAvoro Coop - puntata 10 Venerdì, 29 Settembre 2017

    Puntata conclusiva di questo primo ciclo di trasmissioni dedicato alle esperienze di CFS nelle scuole trentine. Egidio Formilan, responsabile dell'Ufficio di educazione e cultura cooperativa della Federazione, e Laura Pedron, responsabile del Servizio istruzione e formazione di secondo grado della Provincia Autonoma di Trento, tracciano un bilancio del primo anno di attività.

  • La proposta di revisione dello statuto della Federazione Sabato, 09 Settembre 2017

    Il consiglio di amministrazione della Federazione ha approvato ieri all'unanimità la proposta della speciale Commissione per la revisione dello statuto varata il 5 settembre scorso. Tra le novità principali il rafforzamento del ruolo della Federazione Trentina della Cooperazione, la collaborazione tra i settori cooperativi, la trasparenza dei compensi degli organi sociali, una nuova composizione del consiglio di amministrazione. Fissati limiti ai mandati, agli...

  • Prima edizione di Coop Campus con gli studenti di Norcia Mercoledì, 19 Luglio 2017

    Cinte Tesino ha ospitato la prima edizione di Coop Campus Young, la scuola estiva di formazione cooperativa della Federazione Trentina della Cooperazione, promossa con il patrocinio della Provincia. All'iniziativa hanno partecipato 11 studenti delle scuole superiori di Norcia, uno dei centri maggiormente colpiti dal terremoto dello scorso anno.Intervenendo all'inaugurazione del Campus, il direttore generale della Federazione, Alessandro Ceschi, e Livia Ferrario, responsabile del...

  • ScuoLAvoro Coop - puntata 3 Martedì, 27 Giugno 2017

    La Cfs "Giovani cooperatori uniti" dell'Istituto Degasperi di Borgo Valsugana

  • ScuoLAvoro Coop - puntata 2 Venerdì, 23 Giugno 2017

    La III OG del liceo Rosmini di Trento ha costituito quest'anno la CFS "Applicando". Primo impegno di questa nuova impresa, la gestione del punto informativo di Educa.

  • Assemblea Federcoop 2017: luci, ombre e opportunità Venerdì, 09 Giugno 2017

    In occasione dell'assemblea 2017 della Federazione Trentina della Cooperazione, il presidente Mauro Fezzi e il direttore Alessandro Ceschi fanno un quadro dello stato di salute del movimento e delle sfide che lo attendono

  • Patto Federazione-Provincia per il rilancio del Trentino Venerdì, 09 Giugno 2017

    Federazione Trentina della Cooperazione e Provincia autonoma di Trento hanno individuato dieci specifici e reciproci impegni su altrettanti temi fondamentali: dai servizi decentrati sul territorio al lavoro, dalla vigilanza agli appalti, dalla formazione alle risorse a disposizione. Azioni concrete ad ampia ricaduta. A presentare l'accordo il direttore della Federazione Alessandro Ceschi e il presidente Pat Ugo Rossi

  • Convegno 2017 cooperative settore credito Mercoledì, 07 Giugno 2017

    Il sistema delle 36 Casse Rurali Trentine (340 sportelli e 2.212 dipendenti) si conferma solido e pronto alla realizzazione della fase centrale della riforma, attraverso il consolidamento patrimoniale, la razionalizzazione dei costi e la pulizia del portafoglio crediti. Cesare Cattani, vicepresidente della Federazione Trentina della Cooperazione per il settore del credito, fa il punto della situazione e parla del futuro ruolo della Federazione